Popolare di Bari chiede aiuto: che succede?

Salvataggio Banca Popolare di Bari: le ultime notizie sull’istituto pugliese

Popolare di Bari chiede aiuto: che succede?

Il salvataggio di Banca Popolare di Bari sotto i riflettori.

Le ultime notizie hanno alzato il velo su quanto accaduto ad azioni e obbligazioni dell’istituto pugliese, le cui negoziazioni sono state sospese in via temporanea, ma non solo. Anche il FITD ha tenuto a fare chiarezza.

Dopo le venete, dopo MPS e ancora dopo Carige, anche il salvataggio di Banca Popolare di Bari ha puntato il dito contro le fragilità del sistema del credito tricolore. La partita, al momento, è ancora tutta da giocare.

Salvataggio Popolare di Bari: le ultime notizie

Nella giornata di ieri, giovedì 5 dicembre, al termine dall’attesa riunione una fonte del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi ha comunicato di aver ricevuto da Popolare di Bari una richiesta d’aiuto, ossia un’istanza definita rappresentativa delle attuali difficoltà aziendali.

L’intervento del FITD però sarà subordinato allo sviluppo di un progetto strutturato, più o meno come accaduto con il salvataggio di Banca Carige.

“Ci vuole un piano industriale da cui emergerà il fabbisogno di capitale ma siamo ancora in una fase interlocutoria”.

Azioni e obbligazioni sospese

“In relazione alle recenti notizie di stampa ed in attesa di nuovi sviluppi il titolo azionario Banca Popolare di Bari ed il Bond obbligazionario Subordinato BP BARI 6,50% 30/12/2021 SUB sono temporaneamente sospese dalle negoziazioni.”

Con queste poche righe nella mattinata di ieri il mercato Hi-Mtf ha comunicato le ultime notizie sull’istituto che intanto, dal canto suo, ha avviato dei colloqui interlocutori sia con il FITD che con Microcredito Centrale (istituto controllato da Invitalia, ossia dal MEF).

L’obiettivo? Sempre lo stesso, ossia portare a compimento il salvataggio di Popolare di Bari garantendo il rafforzamento patrimoniale necessario.

Ricapitalizzazione o intervento statale?

In linea di massima, l’istituto potrebbe aver bisogno di una ricapitalizzazione da almeno 800 milioni di euro, una cifra che potrebbe però facilmente salire su quota 1 miliardo.

Eppure, secondo alcune indiscrezioni di stampa, il Governo potrebbe anche valutare l’idea di inserire nella Legge di Bilancio 2020 qualche misura volta ad agevolare l’intervento dello Stato.

Stando a quanto emerso, sarà comunque premura della banca comunicare le ultime notizie sull’esito dei colloqui con FITD e Microcredito. Il salvataggio di Popolare di Bari continuerà a tenere con il fiato sospeso.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Popolare di Bari

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.