Regno Unito affida rete 5G a Huawei

Malgrado le forti pressioni contrarie in arrivo dagli USA, il Regno Unito affida la costruzione della sua rete 5G al colosso cinese Huawei. I dettagli

Regno Unito affida rete 5G a Huawei

Il governo britannico ha dichiarato che consentirà al colosso cinese Huawei di svolgere un ruolo chiave nella realizzazione delle reti wireless superveloci di quinta generazione, il cosiddetto 5G.

Si tratta di una decisione che potrebbe mettere a rischio i legami commerciali e di intelligence con gli Stati Uniti, impegnati in una dura battaglia contro Cina e aziende cinesi, inserite in una blacklist commerciale.

L’annuncio segue di mesi l’avvio di un vero e proprio dibattito pubblico nel Regno Unito, su come rispondere agli allarmi lanciati dal governo statunitense in merito ai potenziali rischi di sicurezza nazionale nascosti - è questa la tesi USA - nei dispositivi Huawei.

Ora però - a poche ore dalla Brexit - è certo che gli operatori di linea mobile UK saranno in grado di utilizzare le apparecchiature Huawei nelle loro reti 5G, anche se la società resterà esclusa dalle aree considerate “critiche per la sicurezza”, stando a una dichiarazione del governo.

LEGGI ANCHE: Italia e 5G: guerra alla Cina?

Il Regno Unito affida la rete 5G a Huawei

L’amministrazione Trump ha insistito per un ban totale dei prodotti Huawei, sostenendo che da Pechino potrebbero utilizzarli a fini di spionaggio, visto che - stando alle leggi cinesi - alle società del territorio può essere ordinato di agire su direttiva del governo di Pechino.

Huawei, dalla sua, ha sempre negato con forza la sua disponibilità a portare avanti azioni di spionaggio, ma il primo ministro Boris Johnson è stato sottoposto a forti pressioni, anche all’interno del suo partito, per accogliere in toto le richieste statunitensi su Huawei.

Ha discusso la questione con lo stesso Donald Trump in una telefonata della scorsa settimana, e succesisvamente il segretario di Stato Mike Pompeo ha dichiarato, tramite Twitter, che la Gran Bretagna ha dovuto affrontare una “importante decisione sul 5G”.

Huawei ha già una presenza significativa nel Regno Unito sul fronte reti wireless, e dalla compagnia hanno fatto sapere a inizio settimana di sentirsi “rassicurati” rispetto alla prospettiva di continuare a lavorare con i suoi clienti UK sul 5G, anche se con un ruolo che ha dei limiti:

“Accettiamo il fatto che un mercato dei fornitori diversificato e una concorrenza leale sono essenziali per l’affidabilità e l’innovazione della rete, oltre a garantire ai consumatori l’accesso alla migliore tecnologia possibile", ha affermato Victor Zhang, vicepresidente di Huawei”.

La questione dimostra in maniera piuttosto efficace come un conflitto tra Stati Uniti e Cina sul futuro della tecnologia stia costringendo altri Paesi a schierarsi, specialmente quando si tratta di progressi che potrebbero influire sulla sicurezza nazionale.

Il 5G consente un’elaborazione dei dati molto più veloce ed è visto come parte integrante di nuove tecnologie interconnesse come veicoli automatici e intelligenza artificiale.
Il governo di Boris Johnson si è impegnato a estendere il 5G in tutto il Paese entro il 2025.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Regno Unito

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.