Queste tre azioni hanno perso più del 60% dai propri massimi

Tommaso Scarpellini

19/10/2022

02/12/2022 - 15:03

condividi

In cima alla classifica delle società ad alta capitalizzazione con perdite maggiori del 60% spiccano Rivian Automotive, Coinbase e Meta Platforms.

Queste tre azioni hanno perso più del 60% dai propri massimi

Fra le azioni ad alta capitalizzazione - con una market cap maggiore di 10 miliardi di dollari -, le tre società che stanno sconvolgendo maggiormente gli analisti a causa dei loro anomali crolli borsistici vi è indubbiamente Rivian Automotive, Coinbase e Meta Platforms.

Ciò che accomuna tutte e tre le società è il fatto che nel corso del 2021 abbiano fatto molto parlare di sé a causa di eventi borsistici e societari sconvolgenti ed epocali.

Il crollo delle azioni Rivian Automotive

Rivian Automotive è un produttore di veicoli elettrici che nel corso del 2021 è stato oggetto di molte discussioni da parte degli analisti. Non solo perché è partecipato al 20% da Amazon e al 13% da Ford ma anche perché il suo debutto borsistico è passato alla storia come «una IPO da record».
Il prezzo delle sue azioni è salito del 38% superando rapidamente il valore di General Motors Corporation, raggiungendo la soglia dei 93 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Nelle sedute successive, il prezzo è continuato a crescere sorprendendo nuovamente il pubblico borsistico raggiungendo il prezzo dei $180 ad azione.

L’euforia è però durata poco: da quel momento l’andamento grafico è diventato discendente e vertiginoso. Adesso le azioni RIVN sono acquistabili al prezzo di $30 segnando una perdita dai massimi del 2021 pari all’80%.

Rivian Automotive (RIVN) Rivian Automotive (RIVN) Andamento grafico del titolo Rivian Automotive

Coinbase Global

Coinbase è una delle società leader nel settore criptovalutario. Rappresenta il primo exchange crypto che abbia scelto il circuito borsistico per raccogliere capitali dal pubblico, un evento epocale al quale non si assiste tutti i giorni. Per tale motivo il titolo COIN ha suscitato molto interesse negli investitori, che hanno visto l’investimento in Coinbase come un’alternativa regolamentata per esporre i propri portafogli al mondo crypto. Ma il crollo di Bitcoin ha influenzato negativamente il titolo COIN, che attualmente registra una performance negativa maggiore dell’80% rispetto i propri massimi.

Coinbase Global (COIN) Coinbase Global (COIN) Andamento grafico del titolo COIN

Meta Platforms

Meta Platforms, a differenza delle altre due società analizzate, non è stata oggetto di particolari record o scandali legati alla quotazione. Evoluzione proposta da Mark Zuckerberg al marchio Facebook, dall’annuncio di rebranding il concetto di metaverso ha preso rapidamente piede nel mondo della finanza tradizionale sino a diventare uno dei business più interessanti da sviluppare. Successivamente alla comunicazione del CEO di Meta, gli investimenti in attività aventi a che fare il metaverso sono saliti alle stelle e sono nate diverse altre realtà, anche quotate in borsa, con business incentrato sulla creazione e sviluppo di universi digitali e virtuali.

Tuttavia, anche per Meta il 2022 rappresenta uno degli anni peggiori della storia del titolo: attualmente il prezzo si aggira a un -70% dai propri massimi. Le entrate derivanti dalla divisione dell’azienda dedicata allo sviluppo del metaverso (Reality Labs) non hanno confermato le aspettative di crescita del settore. Infatti, nel Q1 del 2022, Meta ha contabilizzato una perdita di $2,9 miliardi imputabile interamente alla sezione metaverso. Questa notizia si è quindi riflessa sul prezzo delle azioni di Meta causando un forte crollo del relativo valore borsistico.

Meta Platforms (META) Meta Platforms (META) Andamento grafico del titolo META

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.