Quanto guadagna Simone Inzaghi? Lo stipendio dell’allenatore della Lazio

Lo stipendio di Simone Inzaghi, l’allenatore della Lazio fresco vincitore della Coppa Italia e che di recente è stato accostato a diversi club tra cui anche la Juventus in caso di una partenza di Max Allegri.

Quanto guadagna Simone Inzaghi? Lo stipendio dell'allenatore della Lazio

La Lazio vince la Coppa Italia superando l’Atalanta e Simone Inzaghi, ora il secondo allenatore più vincente della storia dei capitolini dopo Sven-Goran Eriksson, torna al centro delle voci di mercato.

Visto anche un contratto non troppo vicino alla sua scadenza e uno stipendio inferiore a quello di colleghi molto meno vincenti di lui, sono diverse le voce che vorrebbero Simone Inzaghi non più sulla panchina della Lazio a partire dalla prossima stagione, con diversi club tra cui anche la Juventus che avrebbero fatto più di un sondaggio su di lui.

Leggi anche LA CLASSIFICA DEGLI STIPENDI DEGLI ALLENATORI

Lo stipendio di Simone Inzaghi

Alla fine è stata tutta colpa, o merito, di Marcelo Bielsa. El Loco infatti nell’estate del 2016 si era praticamente promesso alla Lazio, salvo poi fare clamorosamente marcia indietro in piena estate.

Dopo dieci stagioni passate a vestire la maglia della Lazio, con 55 gol in 195 presenze, Simone Inzaghi appesi gli scarpini al chiodo ha iniziato la sua carriera da allenatore proprio nella giovanili biancocelesti.

Quando nell’aprile del 2016 Claudio Lotito esonera Stefano Pioli, il presidente lo promuove dalla Primavera alla prima squadra, dirottandolo poi a fine stagione sulla panchina della Salernitana altro club di sua proprietà.

Il rifiuto di Bielsa però ha spinto Lotito a richiamare Inzaghi da Salerno, affidandogli questa volta in maniera definitiva la guida della prima squadra. Una scelta più che azzeccata visto che in tre stagioni l’ex attaccante ha vinto con i biancocelesti una Coppa Italia e una Supercoppa.

Dopo la prima convincente stagione sulla panchina della Lazio, Simone Inzaghi nel 2017 ha firmato un nuovo contratto che lo lega al club capitolino fino al 2020, per uno stipendio base di 1,2 milioni netti più dei bonus che possono portare il compenso fino a 1,5 milioni.

L’accordo non prevede clausole di rescissione e, senza un rinnovo, il prossimo anno il contratto di Inzaghi andrà in scadenza. Tutti elementi questi che addensano parecchi interrogativi sulla permanenza nella capitale del mister.

Su Simone Inzaghi infatti ci sarebbe la Juventus, nel caso di una separazione tra i bianconeri e Massimiliano Allegri, ma anche il Milan è ben vigile visto che appare ormai scontato l’addio di Gennaro Gattuso.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.