Quante persone in auto? Regole e sanzioni

Isabella Policarpio

15 Gennaio 2021 - 10:22

15 Gennaio 2021 - 10:24

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Si può andare in cinque in auto? E in moto in due? Ecco le regole per viaggiare in compagnia senza rischiare la multa, quante persone si possono portare e quando serve la mascherina.

Quante persone in auto? Regole e sanzioni

Quante persone in auto, in moto o furgone? Le regole sul distanziamento interpersonale valgono anche a bordo dei veicoli, per questo è vietato riempire tutti i posti dell’automobile, a meno che i passeggeri non siano tra loro conviventi. Per la stessa ragione è obbligatorio indossare la mascherina durante il tragitto.

Quindi si può stare in cinque in auto soltanto se le persone a bordo fanno parte dello stesso nucleo familiare convivente. Altrimenti il posto di fianco al guidatore deve essere vuoto e i passeggeri possono essere al massimo due, seduti dietro vicino ai finestrini. Le stesse regole valgono anche sui furgoni utilizzati al lavoro.

Quanti passeggeri in auto: regole e sanzioni

Il numero massimo di persone che possono stare in macchina dipende dalla tipologia e dalla capienza della vettura. Ciò significa che nella parte anteriore dell’auto può stare soltanto il guidatore mentre per ogni fila posteriore sono ammesse al massimo due persone (alle estremità di fianco ai finestrini).

Anche se il distanziamento è assicurato, tutti i passeggeri devono indossare la mascherina protettiva per l’intero tragitto, pena la multa da 400 a 1.000 euro.

Nessuno di questi accorgimenti vale per le persone dello stesso nucleo familiare che viaggiano insieme, né il distanziamento né tantomeno la mascherina.

Si può andare in moto e motorino in due?


In moto o in motorino è impossibile mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro tra il guidatore e il passeggero. Per questa ragione - qualsiasi sia il motivo dello spostamento - non si può far salire a bordo un amico o un congiunto non conviventi.

Le cose cambiano tra persone dello stesso nucleo familiare: chi vive sotto lo stesso tetto può viaggiare in moto in due, senza limitazioni e rischio di incorrere in sanzioni, esattamente come previsto per l’automobile.

In bici si può portare un’altra persona?

La bicicletta può essere utilizzata sia come mezzo di trasporto per andare al lavoro, a fare la spesa o altre commissioni, che per l’attività sportiva-ricreativa. Non è vietato guidare la bici con a bordo il figlio piccolo nell’apposito seggiolino dato che valgono le norme sui conviventi, per i quali sarebbe inutile e paradossale mantenere la distanza di sicurezza al di fuori dell’abitazione.

Invece rispetto agli altri ciclisti in strada bisogna sempre mantenere almeno un metro di distanza. Andare in bici è considerato attività sportiva e quindi non vale l’obbligo della mascherina.

Distanza tra colleghi sui veicoli commerciali

Chi per lavoro utilizza camion, furgoni e altri mezzi di trasporto, deve indossare la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro, anche se questo significa diminuire le persone a bordo. Nel caso di furgoni compatti a due posti è ammesso soltanto il guidatore, mentre negli autocarri con un’unica fila a tre posti si può stare in due lasciando libero il sedile in mezzo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories