Bonifico, quando arriva il pagamento: tempi di accredito su conto corrente

Solitamente il bonifico impiega un giorno lavorativo per arrivare. È importante fare molta attenzione all’orario di emissione qualora si vogliano ridurre i tempi di accredito.

Bonifico, quando arriva il pagamento: tempi di accredito su conto corrente

I tempi di accredito di un bonifico bancario dipendono da diversi fattori: ad esempio dalla filiale da cui avviene il trasferimento di denaro e quella del conto corrente in cui verrà effettuato l’accredito, così come dall’orario della giornata in cui viene effettuato il bonifico.

Sapere come variano i tempi di arrivo di un bonifico è molto importante così da non farsi prendere dal panico qualora stiate aspettando l’accredito dello stipendio o di qualsiasi altra somma di denaro e non trovate ancora nulla sul vostro conto corrente. Prima di agitarsi cominciare a pensare che nell’effettuare il bonifico sia stato commesso qualche errore (ad esempio indicando l’IBAN sbagliato) è bene fare chiarezza su quanto tempo impiega un bonifico per arrivare.

Spesso su questo tema viene fatta molta confusione, visto che si ritiene che per l’accredito del bonifico siano necessari anche più di tre giorni.

In realtà non è più così visto che i tempi per l’arrivo di un bonifico sono stati ridotti dal 2012, quando sono passati da tre ad un giorno lavorativo. Attenzione però, questo non significa che il bonifico arriverà sicuramente il giorno successivo alla data di emissione: bisogna tener conto, infatti, che ogni banca prevede un diverso orario entro il quale il bonifico deve essere emesso per poter essere accreditato nel giorno successivo.

Per questo motivo, dall’emissione di un bonifico all’accredito della somma prevista sul conto corrente può passare anche più di un giorno; tuttavia con delle piccole accortezze da parte di chi effettua il bonifico è possibile anticipare l’arrivo della somma dovuta, come vi spiegheremo nel dettaglio nel prosieguo dell’articolo.

I tempi del bonifico a seconda della banca

Come prima cosa è bene ricordare che il bonifico è quell’operazione bancaria con cui si effettua il trasferimento di una certa somma di denaro da un conto corrente ad un altro.

Si può utilizzare per trasferire denaro su un conto corrente sempre di nostra proprietà (e in tal caso nella causale del bonifico bisogna scrivere “Giraconto”) oppure su quello di un diverso titolare.

Ecco perché il bonifico è un metodo sempre più utilizzato per pagare: ad esempio le aziende fanno ricorso al bonifico per pagare gli stipendi, ma questo metodo di pagamento è molto utilizzato anche per gli acquisti a distanza, ad esempio per comprare da un e-commerce.

I tempi per il trasferimento di una somma di denaro tramite bonifico non sono immediati e variano a seconda dell’istituto di credito al quale ci si rivolge. Non esistono quindi dei tempi prestabiliti per l’accredito del bonifico su conto corrente, poiché questi dipendono da diversi fattori.

Il primo fattore che influisce sui tempi dell’accredito è la banca alla quale ci si rivolge.

Dovete sapere, infatti, che generalmente per il trasferimento di una somma da un conto corrente ad un altro - tramite bonifico - ci vuole un giorno lavorativo. Ciò vale dal 2012, ovvero da quando i tempi per l’accredito sono stati ridotti da 3 ad 1 giorno lavorativo.

Tuttavia, questo non significa che se effettuate un bonifico di lunedì le somme trasferite saranno accreditate nel giorno successivo sul conto corrente del destinatario del bonifico.

Il giorno lavorativo, infatti, si calcola dalla data di esecuzione del bonifico, e non è assolutamente detto che quest’ultima coincida con la data in cui avete effettuato il bonifico.

Ciò, infatti, dipende dal cut-off, ovvero dall’orario entro il quale il bonifico si considera eseguito nella giornata in corso. Per i bonifici che superano questa soglia, invece, la data di esecuzione coincide con il giorno successivo.

Non è possibile indicare un unico orario cut-off, poiché questo varia in base all’istituto di credito al quale ci si rivolge. A tal proposito ecco gli orari del cut-off di alcune banche:

  • Banca Marche- 15:30;
  • Mediolanum Banca- 17:00;
  • Banca di Sondrio- 14:30;
  • Barclays- 15:30;
  • Cariparma- 18:00;
  • CheBanca!- 19:00;
  • Credem- 20:00;
  • Deutsche Bank: 17:00;
  • Fineco-15:00;
  • Intesa San Paolo-17:30;
  • MPS-18:30;
  • Unicredit- 20:00;
  • Webank-17:45;
  • Widiba-18:30.

Prendiamo come esempio un titolare di conto corrente gestito da Mediolanum, dove il cut-off è fissato alle 17:00.

Se questo effettua il bonifico alle 17:30 di lunedì allora il bonifico sarà accreditato entro le 24:00 del mercoledì successivo sul conto corrente del destinatario. Viceversa, se il bonifico viene effettuato alle 16:30 la somma viene trasferita entro le 24:00 del martedì successivo, poiché la data di esecuzione coincide con quella in cui è stato effettuato il bonifico.

Per ridurre il più possibile il tempo che trascorre dall’emissione al pagamento di un bonifico, quindi, consigliamo di effettuarlo di mattina, facendo attenzione a non superare l’orario del cut-off della vostra banca. In tal caso, infatti, dal momento in cui viene effettuato il bonifico al pagamento dello stesso trascorrono più delle 24 ore previste dalla normativa.

I tempi per l’arrivo del bonifico si restringono notevolmente quando il trasferimento di denaro avviene tra due conti correnti della stessa banca; in questo caso, infatti, è possibile che la somma sia a disposizione sul conto corrente del destinatario anche nello stesso giorno di emissione.

Il bonifico istantaneo SEPA

Se avete fretta e non siete disposti ad aspettare almeno un giorno lavorativo per l’accredito di una certa somma su conto corrente allora potete ricorrere al bonifico istantaneo o a MyBank, sistema di pagamenti online e di autenticazione dell’identità digitale che offre la soluzione al problema dei pagamenti in ritardo e incerti.

Grazie al sistema Sepa Instant Credit (STC Inst), infatti, il bonifico viene accreditato in un tempo massimo di 10 secondi; l’unico limite è che non si può utilizzare per trasferire somme superiori ai 15mila euro.

Un altro svantaggio sta nel fatto che essendo istantaneo non è possibile revocare il bonifico.

Il vantaggio del bonifico Sepa è che per questo non esistono giorni lavorativi e festivi; l’accredito, infatti, è istantaneo per 24 ore al giorno, dal lunedì alla domenica.

Naturalmente trattandosi di un servizio innovativo, il bonifico istantaneo ha un costo maggiore di quello ordinario. Anche in questo caso però è impossibile indicare un costo unico, poiché il sovrapprezzo dipende dalla banca alla quale ci si rivolge.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bonifici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.