Punteggio minimo Medicina 2018: con quale risultato si entra?

Test di Medicina 2018: i candidati si interrogano su quale sarà il punteggio minimo per entrare. Ecco quali sono le previsioni più affidabili in attesa che il Miur pubblichi - il prossimo 2 ottobre 2018 - la graduatoria nazionale.

Punteggio minimo Medicina 2018: con quale risultato si entra?

La pubblicazione dei risultati anonimi del test di Medicina 2018 ci lascia con l’interrogativo legato al punteggio minimo.

Grazie alla pubblicazione della graduatoria di ogni singola Università, infatti, è stato possibile realizzare una graduatoria (ipotetica) nazionale utile per fare un’analisi dei punteggi e individuare, con il minor margine d’errore, quello che sarà il punteggio minimo necessario per immatricolarsi.

Questo è stato possibile grazie al contributo dato da quei siti specializzati nel test di Medicina 2018, i quali nelle ore successive alla pubblicazione dei risultati anonimi hanno elaborato una loro graduatoria nazionale con la quale sono riusciti ad individuare il punteggio minimo con cui si potrà entrare a Medicina fin dal primo momento, senza dover attendere lo scorrimento della graduatoria.

Naturalmente si tratta di previsioni - e non di certezze - e come tali vanno trattate; tuttavia, in attesa della pubblicazione della graduatoria nazionale ufficiale in programma il prossimo 2 ottobre, è comunque interessante analizzarle così da farsi un’idea di quante probabilità ci sono di immatricolarsi a Medicina.

Le previsioni di UnidFormazione

Come rilevato da UnidFormazione, i candidati che hanno preso parte al Test di Medicina dello scorso 4 settembre sono stati 59.747 (le domande pervenute erano 67.005).

Ad aver totalizzato 20 punti, punteggio minimo per entrare a far parte della graduatoria finale, sono stati in 40.447, il 67,7% del totale. Tenendo conto dei soli idonei, quindi, il punteggio medio nazionale è di 35,67 punti; in media è l’ateneo di Pavia quello con gli studenti più “virtuosi”, visto che qui la media dei punteggi si è attestata a 39,03, con il 78,47% dei candidati che sono risultati idonei.

È a Verona, però, che è stato registrato il punteggio più alto d’Italia: uno studente, infatti, ha ottenuto un notevole 84,3. L’ateneo ad aver posizionato più candidati nelle prime 100 posizioni, invece, è quello di Catania (con 19 studenti), seguito da Padova e Pavia (11 ciascuno) e Bologna (8).

Utilizzando la pubblicazione dei punteggi anonimi - pur tenendo conto del fatto che non è possibile conoscere le preferenze espresse da ogni singolo candidato - UnidFormazione ha individuato il punteggio minimo in 43,2 punti.

Si ricorda comunque che questo punteggio si ridurrà progressivamente nei vari scorrimenti della graduatoria e che non è possibile, ad oggi, farsi un’idea di quello che sarà il punteggio minimo per immatricolarsi in uno specifico ateneo poiché non sappiamo quali sono le preferenze indicate dai vari candidati.

Le previsioni di ProMed

Anche il portale ProMed ha realizzato una propria ipotesi di graduatoria nazionale che potete scaricare di seguito.

Graduatoria nazionale (non ufficiale) anonima realizzata da ProMed
Clicca qui per scaricare la graduatoria nazionale realizzata da ProMed in base ai punteggi anonimi pubblicati dal Miur.

Secondo ProMed il punteggio minimo per essere ammessi fin dal primo momento è però più alto rispetto a quello individuato da UnidFormazione. Questi, infatti, hanno preso come riferimento il punteggio ottenuto dal candidato che si è posizionato nella 8.684ᵃ posizione.

ProMed, infatti, ci ricorda che 9.779 sono i posti totali per Medicina e Chirurgia e che da questi bisogna togliere i 1.025 previsti per le Università private e per i corsi di laurea in inglese; quindi, in totale i posti a disposizione per immatricolarsi nelle Università statali per la facoltà di Medicina e Chirurgia sono 8.684 e per questo motivo il punteggio minimo sul quale fare riferimento è 44.3.

Anche in questo caso comunque bisogna tener conto che con i vari scorrimenti anche i candidati che hanno ottenuto un punteggio più basso riusciranno ad entrare in Medicina; nel dettaglio, c’è chi prevede che il punteggio si abbasserà fino a 41,5 punti, mentre i più speranzosi credono si arrivi fino a 40. Ci sono poche possibilità, invece, per coloro che hanno conseguito un punteggio inferiore.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Test Medicina

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.