Proroga modello 770/2020, rinvio lungo della scadenza nel decreto Ristori

Proroga lunga per il modello 730/2020: la scadenza passa al 10 dicembre, con ancora più tempo a disposizione per le partite IVA rispetto alle prime anticipazioni. Le novità sono contenute nel testo definitivo del decreto Ristori n 137, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 28 ottobre 2020.

Proroga modello 770/2020, rinvio lungo della scadenza nel decreto Ristori

Proroga modello 770/2020, rinvio lungo della scadenza, che passa dal 30 ottobre al 10 dicembre 2020.

Rispetto a quanto contenuto nella bozza, il testo del decreto Ristori pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 28 ottobre 2020 amplia la finestra temporale per l’invio del modello 770.

Inizialmente, si parlava di una proroga dal 31 ottobre al 30 novembre.

Il rinvio definitivo è invece al 10 dicembre 2020, probabilmente per evitare che la scadenza per i sostituti d’imposta coincida con quella della dichiarazione dei redditi delle partite IVA.

Il decreto economico chiamato a ristorare le partite IVA colpite dalle restrizioni di cui al DPCM del 24 ottobre 2020 interviene parzialmente anche sul fronte delle scadenze fiscali.

La proroga del modello 770/2020 era stata richiesta dai Consulenti del Lavoro, e già dal Viceministro Misiani erano arrivati segnali di apertura.

Proroga modello 770/2020, rinvio ufficiale della scadenza nel decreto Ristori

L’invio del modello 770 è l’adempimento fiscale caratterizzante del mese di ottobre, che coincide anche con la scadenza per trasmettere le CU dei lavoratori autonomi, relative ai redditi esclusi dalla messa a punto del modello 730.

La scadenza ultima per l’invio telematico è fissata al 31 ottobre di ogni anno. Partite IVA ed intermediari potranno contare su un termine maggiore per inviare la dichiarazione dei sostituti d’imposta: l’articolo 10 del decreto Ristori prevede la proroga al 10 dicembre 2020.

A chiedere fortemente il rinvio erano stati i Consulenti del Lavoro, e il Viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, aveva fornito un primo segnale di apertura sulla proroga del modello 770, nel corso dell’intervento al Festival del Lavoro 2020.

Inizialmente però si parlava di una proroga al 30 novembre. Queste le novità contenute anche nella bozza del decreto Ristori.

Il testo definitivo approdato in Gazzetta Ufficiale del 28 ottobre 2020 prevede invece un rinvio maggiore. La data ultima per inviare il 770/2020 passa al 10 dicembre.

Proroga modello 770/2020, i perché del rinvio della scadenza al 10 dicembre

A chiedere la proroga del modello 770/2020 sono stati i Consulenti del Lavoro, considerando la mole di adempimenti emergenziali in fase di gestione da parte della categoria.

Con la lettera inviata al MEF il 5 ottobre 2020, Marina Calderone ha motivato la richiesta di rinvio considerando gli adempimenti relativi alla richiesta degli ammortizzatori sociali emergenziali previsti dal Decreto Agosto.

Tra questi, è ormai imminente la scadenza per le domande di cassa integrazione (Cigo, assegno ordinario, CIG in deroga e CISOA), fissata proprio al 31 ottobre 2020, data che coincideva con il termine di scadenza per il modello 770/2020.

A favore della possibilità di prorogare il modello 770 senza eccessivi “grattacapi” c’è stata sin da subito la constatazione che la presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta non presenta alcuna ricaduta in termini di gettito, mentre richiede un attento lavoro da parte degli intermediari.

Una proroga senza ricadute per l’Erario. che ha consentito quindi di spostare l’invio telematico fino al 10 dicembre 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories