Le profezie di Nostradamus per il 2022: “Guerre, terremoti, migranti e la morte di un leader”

Emiliana Costa

31 Dicembre 2021 - 11:32

condividi

Le profezie di Nostradamus per il 2022 tornano alla ribalta con l’arrivo del nuovo anno. L’astrologo francese, nel suo noto libro in quartine, avrebbe indicato cosa accadrà nei prossimi mesi.

Le profezie di Nostradamus per il 2022: “Guerre, terremoti, migranti e la morte di un leader”

Guerre, terremoti, calamità naturali, crisi dei migranti, distruzione dell’Ue, Parigi sotto assedio e anche la morte di un leader mondiale. Le profezie di Nostradamus per il 2022 sembrano tutt’altro che di buon auspicio. L’astrologo francese, conosciuto per aver predetto fatti che si sarebbero avverati anche centinaia di anni dopo, viene nuovamente citato per le previsioni in vista del prossimo anno.

Le previsioni di Nostradamus, in realtà, vengono interpretate dagli astrologi di oggi in maniera spesso non del tutto conforme a quanto scritto nell’ormai lontano XVI secolo. Di fatto spesso si dice che i suoi scritti siano volutamente confusi e interpretabili in differenti modi.

Le profezie di Nostradamus sono raccolte in un libro che viene da anni studiato e interpretato dagli astrologi di tutto il mondo con la speranza che possa aiutare a predire il futuro, ovvero ciò che avverrà nei nostri giorni. E ora tornano alla ribalta le previsioni del 2022: cosa succederà il prossimo anno secondo Nostradamus? Entriamo nel dettaglio.

Le previsioni di Nostradamus per il 2022

Nelle sei quartine che riguardano il 2022 gli esperti hanno indicato vari scenari. La prima recita: «Di sangue e fame maggiore calamità / Sette volte appreste alla spiaggia marina/ Monech di fame, luogo preso, prigionia». Secondo l’interpretazione degli astrologi, le guerre nel mondo faranno accrescere i flussi migratori. Nello specifico, per gli esperti, Nostradamus fa riferimento alle spiagge d’Europa dove arriverebbe un numero di migranti sette volte più del normale.

In un altro passaggio, Nostradamus parla dei cambiamenti climatici: «Sotto il clima babilonese opposto / Grande sarà senza effusione». In questo caso gli esperti hanno interpretato le sue parole come fossero un riferimento a un possibile conflitto dovuto al cambio di clima e alla penuria di risorse.

In un altro passaggio, la profezia per il 2022 dell’astrologo francese recita così: «I templi sacri del primo stile romano / Rifiuteranno le fondamenta della Dea. Tutto intorno alla grande Città / Saranno i soldati alloggiati dai campi e dalle città». In questo caso, secondo gli esperti, Nostradamus potrebbe far riferimento all’eventuale caduta dell’Unione Europea e di una possibile guerra a Parigi, che potrebbe subire un assedio e rimanere senza contatti con il resto del mondo per diverso tempo.

Non è tutto. Secondo gli interpreti di Nostradamus, l’astrologo francese potrebbe aver predetto anche la morte del dittatore nordcoreano Kim-Jong Un: «L’improvvisa morte del primo personaggio / Porterà un cambiamento e potrà porre un altro personaggio nel regno». Secondo le interpretazioni, il leader potrebbe essere vittima di una morte improvvisa ed essere sostituito da una persona di famiglia.

Infine, Nostradamus potrebbe aver predetto un disastroso terremoto in Giappone: «Verso la mezza siccità estrema / Nella profondità dell’Asia diranno terremoto». Secondo le interpretazioni, si tratterebbe di un evento che potrebbe verificarsi nelle ore centrali della giornata, causando molti danni materiali.

Chi è Nostradamus

Nostradamus è un astrologo, scrittore, farmacista e speziale francese vissuto nel XVI secolo. È considerato, insieme a san Malachia, come uno tra i più famosi e importanti scrittori di profezie della storia. È noto principalmente per il suo libro Le Profezie, che consiste di quartine in rima, raccolte in gruppi di cento, nel libro Centuries et prophéties (1555).

I sostenitori dell’astrologo francese attribuiscono a Nostradamus la capacità di aver predetto tanti fatti storici, tra cui la rivoluzione francese, la bomba atomica, l’ascesa al potere di Adolf Hitler e gli attentati dell’11 settembre 2001.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Guerra

Iscriviti a Money.it