Petrolio in rialzo, $100 al barile all’orizzonte? Il fattore gas sarà cruciale

Violetta Silvestri

22 Settembre 2021 - 10:35

condividi

Prezzo del petrolio in corsa e previsioni ottimistiche per l’oro nero: tra offerta in riduzione e gas alle stelle, il greggio vede anche $100 al barile più vicini. Le previsioni.

Petrolio in rialzo, $100 al barile all'orizzonte? Il fattore gas sarà cruciale

Il prezzo del petrolio sale nelle due quotazioni Brent e WTI.

Nel pieno del tumulto finanziario ed economico, con la vicenda del default probabile del colosso Evergrande, la Fed in primo piano e la variante Delta ancora diffusa, il greggio sale e vede orizzonti rosei.

Diversi analisti scommettono sul raggiungimento della soglia $ 80-100 al barile prima del previsto. A spingere le stime anche la corsa inaspettata del costo del gas.

Cosa accadrà al prezzo del petrolio?

Prezzo del petrolio avanza: i motivi

Il greggio corre verso nuovi guadagni, supportato da una serie di notizie su offerta di petrolio e prospettive economico-finanziarie globali.

Nel dettaglio, alle ore 10.14 circa i future WTI salgono dell’1,52% a 71,56 dollari al barile e il petrolio Brent è scambiato a 75,35 dollari al barile con un rialzo dell’1,33%.

A spingere l’oro nero è stata innanzitutto la notizia della contrazione delle scorte di greggio USA. Secondo l’American Petroleum Institute le scorte a livello nazionale sono affondate di oltre 6 milioni di barili, incluso un calo nel principale centro di stoccaggio di Cushing, in Oklahoma. Il crollo, che precede i dati ufficiali del 22 settembre, ha anche segnalato un ribasso delle riserve di benzina e distillati.

Le scorte di greggio statunitensi si sono ridotte quest’anno poiché il lancio dei vaccini contro il coronavirus ha spianato la strada a una ripresa della mobilità, alimentando il consumo di energia. Lo stock è sceso al minimo di due anni la scorsa settimana e un ulteriore calo dei dati di mercoledì potrebbe portarle al livello più basso dal 2018.

Il rapporto è stato la maggior parte della forza trainante dietro il guadagno del petrolio, ha affermato Jeffrey Halley, uno stratega senior di Oanda, aggiungendo che anche le mosse nel gas naturale sono state vantaggiose. “I prezzi del petrolio rimarranno supportati”, ha affermato.

L’offerta dovrebbe rimanere limitata dopo che Royal Dutch Shell, il più grande produttore statunitense del Golfo del Messico, ha dichiarato che i danni alle sue strutture di trasferimento offshore dopo il ciclone dovrebbero impattare sulla produzione all’inizio del prossimo anno.

Petrolio a $100 al barile? Cosa aspettarsi

Goldman Sachs ha affermato che l’aumento dei prezzi globali del gas e un inverno più freddo in Europa e in Asia potrebbe a sua volta aumentare la domanda di petrolio.

Per questo, gli analisti azzardano un rialzo di $ 5 al barile alla previsione del prezzo del Brent del quarto trimestre 2021 corrispondente a $ 80 al barile.

La banca di investimento ha affermato che affinché il petrolio superi la soglia di 80 dollari al barile, i prezzi presso l’hub olandese TTF e JKM dovrebbero essere scambiati rispettivamente a 23,5 e 25,5 dollari per mmBtu.

Bank of America Global ha dichiarato di recente che potrebbe anticipare il suo obiettivo di prezzo del petrolio di $ 100 al barile nei prossimi sei mesi dalla metà del 2022, se l’inverno sarà più freddo del solito.

Argomenti

# Brent
# WTI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.