Prezzo del Gas: la settimana chiude in calo, sotto i 200 euro/MWh

Violetta Silvestri

17 Settembre 2022 - 13:16

condividi

Prezzo del Gas in Europa archivia la settimana al ribasso e sotto la soglia dei 200 euro al megawattora, dopo aver toccato il picco di 217 sul benchmark olandese.

Prezzo del Gas: la settimana chiude in calo, sotto i 200 euro/MWh

Il prezzo del gas in Europa ha archiviato la settimana in calo: 187.793 euro/MWh alla chiusura degli scambi di venerdì 16 settembre sul benchmark olandese di Amsterdam, riferimento europeo per la quotazione.

Il gas con consegna a ottobre si è così fermato sotto la soglia dei 190 euro al megawattora, mostrando una frenata - pur restano su livelli elevatissimi in confronto al 2021 - rispetto a un nuovi balzo di metà settimana.

Prezzo del Gas in calo: com’è andata la settimana?

La quotazione del gas sul TTF olandese ripartirà lunedì 19 settembre dalla chiusura a 187 euro per megawattora, accolta con un certo sollievo dopo le impennate ben oltre i 200 euro/MWh dei giorni e delle settimane scorse.

Nello specifico, il prezzo ha oscillato dal 12 al 16 settembre, partendo da 190 euro/MWh di lunedì per poi prendere più forza e raggiungere il suo picco della settimana a 217.882 euro/MWh mercoledì 14 settembre.

La fiammata della quotazione è stata accesa dal discorso sull’Unione pronunciato da Ursula von der Leyen dinanzi al Parlamento europeo. L’elenco di una serie di proposte per il mercato energetico del blocco non ha convinto pienamente gli analisti, considerando che il tetto al prezzo del gas, la necessità di adattare lo stesso benchmark TTF alle nuove dinamiche che comprendono anche il Gnl, i prelievi sugli extra-profitti delle società energetiche sono valutate come idee non realizzabili nell’’immediato.

Il timore, inoltre, è che proprio il tetto al prezzo del gas - tutto da studiare visto che i Paesi membri non hanno una visione condivisa sul tema - possa innescare nuove ritorsioni da parte di Putin.

La settimana, comunque, si è chiusa con un raffreddamento della quotazione sull’hub olandese. A pesare anche alcune indiscrezioni sul consiglio della Cina alla Russia di riaprire il Nord Stream per alleviare la tensione.

Da segnalare, infine, che in settimana Goldman Sachs ha dichiarato di prevedere che i prezzi europei cadranno durante l’inverno, potenzialmente al di sotto di €100/MWh entro la primavera, prima di rimbalzare la prossima estate quando i trader si affretteranno a rifornire gli impianti di stoccaggio.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.