Portare i bambini al parco giochi: si può o è vietato?

Nella zona rossa si possono portare i bambini nei parchi e giardini pubblici? Come e secondo quali e regole? Cosa prevede il DPCM in vigore.

 Portare i bambini al parco giochi: si può o è vietato?

Le restrizioni della zona rossa mettono a dura prova la quotidianità dei più piccoli: è vietato organizzare feste e invitare amici in casa e la mobilità è ridotta. Tuttavia le FAQ del Ministero dell’Interno riguardo l’ultimo DPCM “salvano” la possibilità di andare nelle aree gioco all’interno di parchi e giardini pubblici, non necessariamente in prossimità della propria abitazione.

Guida alle nuove regole per genitori, nonni e babysitter.

Parchi e giardini pubblici zona rossa: si possono portare i bambini?

Nonostante le misure restrittive della zona rossa - simili ad un lockdown - l’accesso ai parchi e ai giardini pubblici è consentito, a meno che non vengano chiusi al pubblico da specifiche ordinanza locali. Genitori, altri familiari e babysitter possono portare i bambini piccoli al parco giochi, nelle ville comunali e giardini pubblici per “svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto”.
Bambini e adulti che accedono negli spazi verdi comunali devono rispettare le regole anti-Covid ormai note: mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, indossare la mascherina (obbligatoria dopo i 6 anni) ed evitare gli assembramenti.

Il parco giochi deve essere vicino casa?

Le FAQ del Ministero dell’Interno non specificano nulla al riguardo. Quindi possiamo affermare che - salvo ulteriori precisazioni - i genitori non sono obbligati a portare i bambini nel parco giochi più vicino alla loro abitazione.

I bambini possono stare con i nonni?

Non è vietato accompagnare/andare a prendere i bambini a casa dei nonni anche se è “fortemente sconsigliato”; gli anziani, infatti, sono i soggetti più esposti a contrarre il Covid-19 e rischiano complicazioni anche gravi. Per tale ragione:

“Questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore.”

Se possibile, è sempre da preferire il lavoro agile e il congedo parentale.

Si può fare una passeggiata con i bambini piccoli?

A questa domanda rispondiamo di sì. Tuttavia le passeggiate e l’attività motoria in generale si possono fare soltanto in “prossimità della propria abitazione” (non è indicato entro quanti metri). Mentre nelle regioni della zona gialla e arancione questo limite non sussiste.

Per portare i bambini al parco serve l’autocertificazione?

In zona rossa chiunque esca di casa (e per qualsiasi motivo) è tenuto a giustificare lo spostamento in occasione dei controlli a campione delle Forze dell’ordine. Questo vale anche per le passeggiate sotto casa con i bambini e nei parchi pubblici. La giustificazione è resa mediante modulo di autocertificazione da compilare in tutte le sue parti con le generalità del dichiarante, il luogo di partenza e destinazione e il motivo dell’uscita.
Chi è senza modulo può richiederlo direttamente a Polizia e Carabinieri durante il controllo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories