Portafoglio del Martedì: nuovo investimento su STMicroelectronics

Ufficio Studi Money.it

15/06/2021

15/06/2021 - 15:00

condividi

Al 160%, il rendimento del nostro portafoglio di investimento anche nell’ultima settimana non ha fatto registrare variazioni. Nel numero di oggi entra un nuovo deal su STMicroelectronics.

I dati intraday e in tempo reale del Grafico STM sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Anche questa settimana il rendimento del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit non ha fatto registrare variazioni.

Oltre al deal sulle azioni della francese Orange, sono presenti operazioni al rialzo su Ferrari e BPER Banca.

Nonostante stia evidenziando un andamento in linea con le nostre stime, il deal inserito la scorsa settimana, quello sul titolo Snam Rete Gas, sembrerebbe esserci “scappato”. Come nei casi precedenti, il mancato raggiungimento del punto di ingresso nel corso di questa settimana comporterà l’annullamento della posizione.

Oggi nel nostro Portafoglio del Martedì vogliamo inserire una nuova posizione “long” sulle azioni STMicroelectronics.

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Nonostante l’inflazione USA abbia nuovamente battuto le attese, con un +5% l’indice “headline” ha fatto segnare il livello maggiore dal 2008 mentre il dato “core” ha aggiornato il top dal 1992 salendo del 3,8%, gli operatori non si sono scomposti più di tanto.

Come è giusto che sia in questa fase, la risalita dei prezzi consumo è valutata transitoria sulla base del fatto che un anno fa l’inflazione scontava i lockdown e alla luce dei balzi di alcune componenti (in prima fila c’è il rialzo dei prezzi delle auto usate, +30% rispetto alla primavera 2020).

Nei prossimi mesi vedremo come le attuali difficoltà a trovare personale finiranno per impattare sui salari e quindi sui prezzi (l’indice delle offerte di lavoro è sui massimi storici).

Per ora, la lettura del mercato è condivisibile anche se nel meeting in calendario questa settimana alcuni membri del FOMC, il braccio operativo della Federal Reserve, potrebbero iniziare a manifestare qualche malumore.

Sull’altra sponda dell’Atlantico, la conferma della volontà di continuare a sostenere l’economia anche nei prossimi mesi da parte della Banca Centrale Europea, unita alla revisione al rialzo delle stime di crescita, non ha stupito nessuno ma ha comunque prodotto un restringimento degli spread periferici (quello Btp-Bund si è riportato sotto quota 100 punti base).

In linea generale, dopo l’estate potremmo assistere alla fine dello shopping emergenziale in Europa ed all’inizio del “taper” sull’altra sponda dell’Atlantico.

Sui mercati sembrerebbe tornato un cauto ottimismo con la compressione degli indici di volatilità, la risalita dei prezzi delle commodity (Brent sopra 70 dollari al barile) e, come detto, rendimenti dei bond su livelli più contenuti.

Portafoglio di investimento: nuovo deal sulle azioni STMicroelectronics

Stabile anche nell’ultima settimana, il rendimento del nostro portafoglio di investimento si conferma in quota 160 punti percentuali.

Al momento nel nostro portafoglio sono operativi i deal sulle azioni Orange, per il quale ci siamo serviti del Turbo Open End con ISIN DE000HV4FG82, quello sul titolo Ferrari, realizzato con il Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV4FCL9 e quello su BPER Banca, realizzato tramite il Turbo Open End DE000HV4K8M7.

Azioni Orange, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Azioni Ferrari, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Azioni BPER Banca, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Se anche nel corso dell’ottava corrente il punto di ingresso sulle azioni Snam Rete Gas, fissato a 4,88 euro, non dovesse essere raggiunto, annulleremo questa operazione. Nonostante la direzionalità dell’investimento sia ampiamente rispettata, il movimento rialzista del titolo è stato talmente repentino da lasciare fuori il nostro investimento.

Azioni Snam Rete Gas, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

In questo numero del nostro Portafoglio del Martedì vogliamo inserire una posizione al rialzo sulle azioni STMicroelectronics. Sostenuta dalla trendline ottenuta dai lows del 21 aprile e del 25 settembre 2020, la risalita del titolo STM, dai minimi registrati a marzo 2020 a 13,7 euro, ha toccato un picco a metà febbraio 2021 a 35,89 euro.

Azioni STMicroelectronics, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Da questo livello è partito un deciso ritracciamento che ha prodotto il breakout del supporto citato ed il ripetuto test della media mobile a 200 giorni. La discesa fino a 28,25 euro ha innescato una ripartenza che nelle ultime sedute ha permesso alle quotazioni di tornare a testare la soglia dei 32 euro.

Attualmente al test della MM100, che sta agendo da sostegno, le quotazioni potrebbero tornare a sfidare la linea aprile-settembre 2020 in direzione dei 33 euro.

In quest’ottica intendiamo aprire una posizione al rialzo servendoci del Turbo Open End su STMicroelectronics con codice ISIN DE000HV4GWP6 e leva a 4,4. Il punto di ingresso è fissato a 31,8 euro con obiettivo a 33,25 euro e stop loss a 29,5 euro. A questo investimento intendiamo dedicare il 10% del nostro portafoglio di investimento.

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 16:20 del 14 giugno 2021. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti a Money.it