Portafoglio del Martedì: rendimento da record, entra un nuovo “short”

Ufficio Studi Money.it

1 Dicembre 2020 - 12:39

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Nuova puntata del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit. Con il rendimento che si conferma a livelli record, abbiamo deciso di inserire una nuova operazione ribassista.

Portafoglio del Martedì: rendimento da record, entra un nuovo “short”

Nella puntata di oggi del nostro portafoglio di investimento, che continua a registrare un rendimento di oltre 180 punti percentuali, vogliamo inserire una nuova operazione al ribasso.

Dopo lo “short” su Autogrill, nel numero di oggi entra una nuova operazione ribassista, questa volta sulle azioni di una delle maggiori banche italiane, BPER.

Portafoglio di investimento: il contesto attuale

Il mese di novembre dei mercati finanziari si è chiuso con performance da record: diversi listini globali, tra cui il nostro Ftse Mib, hanno fatto registrare il rialzo maggiore mai registrato.

Spinto dalla ripresa dei titoli ciclici come banche e industriali, l’indice delle blue chip di Piazza Affari ha messo a segno un +23,7%, l’incremento maggiore mai registrato. La stessa cosa si può dire di Madrid (+25,6%), delle borse europee (+14,4% per lo Stoxx Europe 600) e di quelle globali (+12,8% per il Msci World all countries).

Nel mese, agli stimoli monetari e fiscali si sono aggiunte le indicazioni rialziste arrivate dalle elezioni Usa e dal vaccino.

Dato che le borse tendono ad anticipare gli eventi, registriamo una forte divergenza tra mercati e bilanci delle aziende: questo “spread” potrebbe chiudersi tramite un riprezzamento dei primi e un miglioramento dei secondi. Nell’ambito di questo processo, è probabile che continueremo ad assistere ad una rotazione settoriale dalle azioni “growth” verso i titoli value.

In questo contesto, tornano d’attualità le decisioni delle banche centrali, visto che sia la Banca Centrale Europea che la Federal Reserve si riuniranno nei prossimi giorni ed entrambe dovrebbero ampliare l’attuale dose di stimoli.

In particolare, la BCE dovrebbe aggiungere altri 400 miliardi al piano di acquisto di bond mentre la Fed potrebbe annunciare l’intenzione di aumentare le scadenze degli asset che sta comprando.

Rendimento si conferma a livelli da record

Per quanto riguarda i trade presenti nel nostro Portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit, proseguono le operazioni sull’Argento, sul cambio Eurodollaro e sulle azioni Azimut.

Il primo trade è portato avanti con un Turbo Open End con codice ISIN DE000HV4GDY8 a 23,8 dollari l’oncia (stop loss a 21,8 dollari e target a 27 dollari) mentre il secondo, partito da 1,1810 (target a 1,21 e stop loss a 1,16), è realizzato con un Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV480M6 e leva 6,31.


Argento, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg


Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Sempre al rialzo, nel nostro portafoglio di investimento è presente una posizione “long” sulle azioni Azimut Holding (DE000HV4FAZ3) partita a 17,4 euro (stop loss a 15,4 e obiettivo a 18,4 euro) mentre al ribasso nell’ultimo numero abbiamo inserito un trade sulle azioni Autogrill.

Utilizzando il Turbo Open End con ISIN DE000HV4CMF7 e leva a 4,3, abbiamo avviato un’operazione ribassista con ingresso a 5,9 euro, stop loss a 6,5 euro e target a 5 euro.


Azimut Holding, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg


Autogrill, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Un nuovo “short” nel nostro Portafoglio

In questo numero del nostro portafoglio di investimento vogliamo inserire una nuova operazione ribassista sulle azioni Banca Popolare dell’Emilia Romagna (BPER).

Nonostante un rialzo di quasi 50 punti percentuali rispetto ai minimi di marzo, le azioni BPER quotano circa la metà rispetto ai circa 3 euro pre-Covid.

Dopo la forte corsa registrata nelle ultime settimane, i corsi di questo titolo si trovano a fronteggiare la resistenza rappresentata dalla media mobile a 200 periodi che, se dovesse essere superata, condurrebbe i prezzi a testare la resistenza rappresentata da quota 1,75 euro un livello che negli ultimi mesi ha più volte frenato le velleità rialziste del titolo.


BPER, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Al ribasso, l’eventuale debolezza del titolo dovrebbe essere frenata dal livello resistenziale ottenuto unendo i top del 25 marzo e dell’8 giugno. Su queste basi, puntiamo ad un ingresso sulle azioni BPER a 1,4850 euro con target fissato a 1,3 euro e stop loss a 1,7 euro.

Per realizzare questa operazione ci serviremo del Turbo Open End di UniCredit con sottostante BPER Banca con DE000HV4HTG9 e leva 4,47. A questo trade dedichiamo il 10% del nostro portafoglio di investimento portando la liquidità totale al 40%.

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 11:20 del 1° dicembre 2020. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories