Deutsche Bank ha un piano B da usare in caso di mancata fusione con Commerzbank

Deutsche Bank ha un piano B che userà in caso di mancata fusione con Commerzbank. L’indiscrezione

Deutsche Bank ha un piano B da usare in caso di mancata fusione con Commerzbank

Se la fusione con Commerzbank dovesse naufragare Deutsche Bank attuerebbe il proprio piano B.

Nelle ultime ore le indiscrezioni in merito all’esistenza di una strategia alternativa si sono moltiplicate e sono tornate ad attirare l’attenzione del mercato su un’aggregazione dibattuta più e più volte.

Con l’obiettivo di valutare la fattibilità di una fusione, poco più di un mese fa Deutsche Bank e Commerzbank hanno avviato i tanto attesi colloqui. Da quel momento in poi, però, i dubbi e i timori del mercato si sono moltiplicati. Contro l’aggregazione si sono scagliati non soltanto i sindacati, ma anche numerosi clienti.

Un clima di incertezza che ha ripetutamente messo a repentaglio la buona riuscita dell’operazione. Secondo Bloomberg, se non potrà fondersi con Commerzbank, Deutsche Bank attuerà un piano B già definito.

Se saltasse fusione con Commerzbank? Il piano B di Deutsche Bank

Secondo le indiscrezioni di Bloomberg, l’amministratore delegato di Deutsche Bank, Christian Sewing starebbe attualmente studiando un piano B, da attuare dopo il fallimento dei colloqui con Commerzbank. Questo perché, in caso di mancata fusione, gli investitori chiederebbero una nuova strategia di rilancio del business.

Sul tavolo delle discussioni sarebbero giunte due alternative differenti:

  • Piano 1: grande revisione della strategia con costi iniziali elevati;
  • Piano 2: taglio dei costi deciso & focus sull’investment banking.

Un piano B articolato in due soluzioni, che potrebbe scattare se la fusione tra i due colossi venisse accantonata. Ad esprimere le proprie perplessità sull’operazione (appoggiata invece dal Ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz) sono stati soprattutto i sindacati secondo cui un merger porterebbe a un taglio di 40.000 posti di lavoro.

Dubbi anche dal fondo sovrano del Qatar e da quanti si sono detti preoccupati dal possibile calo del fatturato post-fusione. Tra l’altro, secondo alcune indiscrezioni di stampa l’operazione potrebbe portare la BCE a chiedere alla banca di Sewing un aumento di capitale.

Deutsche Bank, intanto, si è preparata. Il piano B è pronto per essere attuato in caso di mancata fusione con Commerzbank.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.