Perché Google Maps ora segnalerà il numero di contagi

Google aggiorna Maps per mostrare la situazione coronavirus nelle aree che stai per visitare: ecco perché lo fa

Perché Google Maps ora segnalerà il numero di contagi

Presto Google Maps segnalerà il numero di contagi da COVID-19. Già a partire dalla prossima settimana una delle più celebri e utilizzate app del colosso di Mountain View mostrerà il grado di diffusione del coronavirus nelle varie aree geografiche.

L’aggiornamento prevede che l’applicazione indichi un bollino colorato in maniera diversa rispetto all’intensità dei contagi, con il dettaglio specifico sul numero dei positivi registrati in media negli ultimi sette giorni per la zona in oggetto.

In particolare, i casi di covid indicati saranno rapportati su ogni 100.000 persone, e sarà evidenziato se stanno aumentando o diminuendo, con una delle voci che corrisponderà a quanti nuovi casi sono stati segnalati.

Google Maps segnalerà il numero di contagi

Google ha comunicato che lo strumento punta a mostrare “informazioni fondamentali sui casi di Covid-19 in un’area, in modo che gli utenti possano prendere decisioni più circostanziate su dove andare e cosa fare”.

Consentendo agli utenti di vedere i focolai attivi, lancia un sistema di notifica che punta a mettere in sicurezza e chiarire lo scenario relativo all’emergenza sanitaria di pari passo con gli obiettivi di viaggio delle persone.

Il colosso di Mountain View estrapolerà i dati da tre fonti specifiche: Johns Hopkins University, il New York Times e Wikipedia. Le tre fonti si basano a loro volta sui numeri quotidianamente segnalati dall’Organizzazione mondiale della sanità e da altre organizzazioni sanitarie pubbliche o governative.

Il nuovo servizio partirà già dalla prossima settimana e sarà disponibile per tutti i 220 Paesi in cui funziona Google Maps.

Sarà disponibile anche sulle versioni iOS e Android, e per usarlo sarà sufficiente individuare e cliccare il tasto che livelli - layers - (due quadrati uno sopra l’altro) in alto a destra, e a quel punto selezionare «Covid-19 Info».

L’aggiornamento di questa settimana è solo l’ultimo per l’app, in continua evoluzione. Il mese scorso è stata lanciata una riprogettazione delle mappe che comprende una maggiore colorazione e più dettagli, che puntano ad aiutare gli utenti nel distinguere più facilmente i diversi tipi di aree e terreni oggetto delle destinazioni.

Maps sta poi lavorando per garantire una sempre maggiore enfasi su segnalazioni e consigli, oltre al nuovo logo per celebrare il suo 15esimo compleanno.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories