Omessa dichiarazione dei redditi: quali sono i termini di accertamento?

Quali sono i termini di accertamento della dichiarazione dei redditi omessa?

Omessa dichiarazione dei redditi: quali sono i termini di accertamento?

Immaginiamo che un contribuente si sia dimenticato di presentare - quindi abbia omesso - la dichiarazione dei redditi dello scorso anno. Oppure che lo abbia presentato oltre i 90 giorni dal termine della scadenza dello scorso 30 settembre.

In un caso come questo qual è il termine di accertamento da considerare?

Partiamo da un presupposto fondamentale: la dichiarazione dei redditi si intende omessa nel momento in cui la stessa sia presentata oltre i 90 giorni dal termine di scadenza naturale.

Nel caso in cui la dichiarazione dei redditi omessa si riferisse al caso del contribuente che non ha presentato ovvero ha presentato oltre i 90 giorni il modello Unico 2016 il termine di accertamento scade il 31 dicembre 2021. Nel caso in cui, inoltre, vi siano violazioni di natura penale, tale termine è raddoppiato.

Attenzione: la Legge 208/2015 ha modificato i termini di scadenza per l’accertamento fiscale della dichiarazione dei redditi.

A partire dal periodo d’imposta 2016, infatti, i nuovi termini di accertamento per la dichiarazione dei redditi:

  • 31 dicembre del 5° anno successivo a quello di presentazione nel caso di dichiarazione dei redditi regolarmente presentata o tardiva entro i 90 giorni;
  • 31 dicembre del 7° anno successivo a quello di presentazione nel caso di dichiarazione dei redditi omessa.

Tali nuovi termini non si applicano tuttavia ai periodi d’imposta antecedenti al 2016, per cui fino al modello Unico 2016 si applicano i termini precedentemente previsti dalla normativa di riferimento.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Dichiarazione dei redditi

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.