Arriva il nuovo vaccino: “È più efficace contro Omicron”. Quarta dose per tutti in autunno?

Stefano Rizzuti

9 Giugno 2022 - 15:42

condividi

Moderna ha comunicato di aver testato una nuova versione del vaccino anti-Covid, risultata più efficace contro la variante Omicron. Si va verso un nuovo booster in autunno con questo preparato?

Arriva il nuovo vaccino: “È più efficace contro Omicron”. Quarta dose per tutti in autunno?

Una nuova versione del vaccino contro il Covid di Moderna potrebbe essere impiegata per la quarta dose in autunno. La casa farmaceutica statunitense ha comunicato di aver predisposto una versione modificata e aggiornata del suo vaccino a mRna che è risultata essere più efficace contro Sars-CoV-2 e, soprattutto, contro la variante Omicron.

Il nuovo vaccino di Moderna, come annunciato dall’azienda stessa, unisce il vaccino originale a mRna contro il Covid e uno nuovo mirato proprio sulla variante Omicron, emersa tra l’autunno del 2021 e l’inverno del 2021/2022. Questo nuovo vaccino bivalente sarebbe più efficace, secondo la società, e potrebbe essere impiegato nei prossimi mesi per un eventuale richiamo.

La discussione sulla quarta dose non ha ancora portato ad alcuna decisione scientifica né politica, ma l’ipotesi che sia necessario effettuare una nuova somministrazione dopo l’estate sembra sempre più concreta: la nuova versione del vaccino di Moderna diventa così il candidato principale per il nuovo richiamo.

Il nuovo vaccino di Moderna: l’efficacia contro Omicron

Il trial del nuovo booster di Moderna è stato effettuato su 814 volontari: nel richiamo è stato unito il vaccino originale contro il Covid dell’azienda statunitense a uno mirato su Omicron. La combinazione venuta fuori nella nuova versione ha prodotto un livello di anticorpi contro Omicron 1,75 volte più alto rispetto al vaccino originale.

Per il momento Moderna non ha fornito altri dati e non è ancora possibile valutare l’efficacia del nuovo booster contro le mutazioni di Omicron BA.4 e BA.5. Si tratta delle due sottovarianti che potrebbero diventare dominanti in autunno e di cui non sappiamo se siano o meno in grado di eludere la protezione da questo vaccino.

Vaccino contro Omicron, arriverà in autunno?

La nuova versione del vaccino di Moderna diventa così il “candidato principale” della stessa azienda per il richiamo in autunno. Nelle prossime settimane la società presenterà i dati preliminari dello studio alle autorità statunitensi, con l’obiettivo di rendere disponibile il nuovo booster entro la fine dell’estate.

Se così fosse in autunno ci sarebbe una dose di richiamo bivalente che andrebbe a colpire sia la variante Omicron sia il ceppo originale del coronavirus. Già adesso i funzionari Usa stanno valutando se pensare a un richiamo mirato contro Omicron per la vaccinazione autunnale.

La somministrazione del nuovo booster e gli effetti collaterali

L’eventuale richiamo con questo vaccino bivalente richiederebbe una dose da 50 microgrammi. Secondo quanto riportato da Moderna, a un mese dalla somministrazione si avrebbe una risposta superiore in termini di anticorpi rispetto agli altri candidati vaccini della stessa casa farmaceutica.

La nuova versione contiene il vaccino Spikevax già approvato più un candidato vaccino contro Omicron. Moderna spiega che la dose di richiamo è stata generalmente ben tollerata in 437 partecipanti, con effetti collaterali simili a quelli provocati dalla dose di richiamo del vaccino mRna attualmente in uso.

Argomenti

Iscriviti a Money.it