Multe Covid: tutte le violazioni e sanzioni possibili (per privati ed esercizi commerciali)

L’elenco completo di violazioni, multe e conseguenze penali e civili elaborato dalla Guardia di Finanza per chi non rispetta le misure anti-Covid.

Multe Covid: tutte le violazioni e sanzioni possibili (per privati ed esercizi commerciali)

Quanti sono i reati e le violazioni amministrative possibili al tempo del Covid? A questa domanda risponde il prontuario messo a punto dalla Guardia di Finanza, nel quale sono elencati uno ad uno i comportamenti vietati e le rispettive conseguenze civili e penali.

Il documento è stato redatto come vademecum per le Forze dell’ordine, ma costituisce un utile ripasso per cittadini ed esercizi commerciali che devono attenersi alle misure anti-Covid imposte dal Governo; si tratta, infatti, di un “raccoglitore” di regole e multe sancite dai numerosi decreti legge e DPCM emanati da marzo fino ad oggi.

Multe e violazioni delle regole anti-Covid per privati cittadini

Sono diverse le violazioni in cui possono incorrere i privati cittadini che non si adeguano alle misure di prevenzione, igiene e sicurezza del coronavirus, dall’obbligo di indossare la mascherina all’aperto fino alle conseguenze penali per violazione dell’isolamento domiciliare. Di seguito una tabella riassuntiva:

Violazione misura anti-CovidRiferimento legaleSanzione (in misura ridotta)
divieto di assembramento Art. 1 c. 8 D.L. 33/2020 (Convertito con L. 74/2020) da 280 a 560 euro
obbligo di indossare o avere sempre con sé la mascherina Art.1 c.1 D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
mancato rispetto del distanziamento sociale Art. 1 c. 2 D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
Inottemperanza della permanenza domiciliare per chi ha temperatura superiore a 37.5° Art. 1 c. 6 lett. a) D.P.C.M. del 13.10.2020 sanzione ai sensi dell’articolo 452 Codice penale
distanziamento sociale minimo di due metri per attività sportiva all’aperto o di un metro per attività motoria Art. 1 c. 6 lett. e) D.P.C.M. del 18.10.2020 da 280 a 560 euro
distanziamento e divieto assembramenti durante l’attività sportiva e motoria in palestre, piscine, centri e circoli sportivi Art. 1 c. 6 lett. f) D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
divieto di svolgere manifestazioni pubbliche non in forma statica Art. 1 c. 6 lett. i) D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
divieto di svolgere feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, sagre e fiere, feste civili o religiose con oltre 30 invitati Art. 1 c. 6 lett. n) D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
divieto di svolgere convegni e congressi, se non da remoto Art. 1 c. 6 lett. n bis) D.P.C.M. del 18.10.2020 da 280 a 560 euro

Si ricorda che le multe per violazione delle norme Covid possono essere contestate secondo tempi e modi previsti dalla legge per le altre sanzioni amministrative ed è possibile il pagamento a rate.

Regole e sanzioni per gli esercizi commerciali

Le violazioni possibili per gli esercizi commerciali sono decisamente inferiori rispetto a quelle per i privati cittadini, ma in molti casi le conseguenze si fanno più serie. Ecco le regole e le sanzioni per bar, ristoranti, parrucchieri, palestre, centri estetici, supermercati, negozi di abbigliamento e altro:

Violazione misura anti-CovidRiferimento legaleSanzione (in misura ridotta)
per sale giochi, sale scommesse e sale bingo obbligo di svolgimento dell’attività dalle ore 08.00 alle 21.00 Art. 1 c. 6 lett. l) D.P.C.M. del 18.10.2020 da 280 a 560 euro
divieto di svolgere attività di ristorazione (come bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) oltre le 18.00 in assenza di consumo al tavolo Art. 1 c.6 lett. ee) D.P.C.M. del 18.10.2020 da 280 a 560 euro
per attività commerciali al dettaglio obbligo di far rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro e dilazionare gli ingressi Art. 1 c.6 lett. dd) D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
obbligo di svolgere attività di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) dalle ore 05.00 alle ore 24.00 con consumo al tavolo, fino ad un massimo di 6 persone per tavolo Art. 1 c.6 lett. ee) D.P.C.M. del 18.10.2020 da 280 a 560 euro
obbligo di sospensione di attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso Art. 1 c.6 lett. n) D.P.C.M. del 13.10.2020 da 280 a 560 euro
obbligo di esporre il codice della fascia oraria, del relativo orario di esercizio e divieto di esercitare la propria attività al di fuori degli orari prescelti di sabato e domenica Ordinanza Sindaca di Roma Capitale n. 110 del 05.06.2020 da 280 a 560 euro

In tutti questi casi - oltre alla sanzione pecuniaria di base - le Forze dell’ordine possono disporre la chiusura provvisoria dell’attività fino a 5 giorni, al fine di impedire la prosecuzione o la reiterazione dei comportamenti vietati.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories