Spostamenti Regioni, c’è il decreto: proroga al 27 marzo ufficiale

Isabella Policarpio

22/02/2021

22/02/2021 - 14:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Confermata la proroga al divieto degli spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo 2021: è il primo atto del premier Draghi. Restano le eccezioni per motivi di salute, lavoro e necessità. Ecco cosa ha deciso il governo.

Spostamenti Regioni, c'è il decreto: proroga al 27 marzo ufficiale

Ok alla proroga del divieto fino al 27 marzo 2021 per gli spostamenti tra Regioni, anche tra zone gialle. Questo è quanto è stato deciso dal premier Draghi durante il Consiglio dei Ministri che si è tenuto in mattinata.

Scartata l’ipotesi di estendere il divieto fino al 5 marzo, come alcuni avevano anticipato.

Il nuovo esecutivo ha confermato le deroghe già previste: si può uscire dalla Regione soltanto per motivi di salute, comprovate esigenze di lavoro, casi di necessità e urgenza e rientro al domicilio.

Il decreto legge sugli spostamenti interregionali entrerà in vigore dal 26 febbraio; a seguire alla fine del mese un nuovo Dpcm in sostituzione di quello in scadenza il 5 marzo.

Spostamenti Regioni vietati per altri 30 giorni: è ufficiale

La prima decisione del governo Draghi riguarda uno dei divieti più “odiati” dagli italiani, lo spostamento tra Regioni, prorogato da Conte prima fino al 15 e poi fino al 25 febbraio.

Stavolta gli spostamenti interregionali sono vietati fino al 27 marzo 2021 per evitare la diffusione delle varianti del Covid-19, specialmente quella inglese che desta maggiori preoccupazioni.

Questo significa che si andrà ben oltre il 5 marzo 2021, data indicata nell’ultimo decreto legge come conclusione del coprifuoco nazionale e del limite massimo di 2 persone per le visite in casa.

Quando si può uscire dalla regione di residenza, per quali motivi e relative sanzioni saranno indicati, come consuetudine, nelle Faq del governo che fanno seguito all’emanazione dei decreti anti Covid.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories