Mini Ires 2019: calcolo, istruzioni e normativa di riferimento

Mini Ires 2019: cos’è e come effettuare il calcolo alla luce della normativa approvata con l’ultima Legge di Bilancio

Mini Ires 2019: calcolo, istruzioni e normativa di riferimento

Quella che giornalisticamente è stata ribattezzata come mini Ires è un’importante agevolazione introdotta con l’ultima Legge di Bilancio (Legge numero 145/2018).

Essa sostituisce le precedenti agevolazioni fiscali previste per le società di capitali ed i soggetti Ires in genere ovvero l’ACE ed il super ammortamento. La ratio tuttavia è la stessa: incentivare gli investimenti e le assunzioni di personale dipendente da parte delle imprese.

L’agevolazione consiste in un taglio di ben nove punti percentuali dell’aliquota Ires, che quindi passa dal 24 al 15 per cento per la quota di reddito agevolabile. Stessa agevolazione è prevista per l’Irpef.

Mini Ires 2019: soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari della nuova mini Ires 2019 sono i seguenti:

  • Società ed enti di cui all’articolo 73 del dpr 917/1986 (TUIR), anche in caso di consolidato;
  • Imprese individuali, Snc e Sas in contabilità ordinaria;
  • Imprese individuali, Snc e Sas in contabilità semplificata ma solo se le scritture contabili vengono integrate con i dati necessari per il calcolo.

Sui soggetti beneficiari è bene fare una prima importante precisazione: il termine mini Ires è improprio poiché la riduzione di nove punti percentuali su una parte di reddito fiscale - quella considerata agevolabile - riguarda anche i soggetti Irpef.

Mini Ires 2019: in cosa consiste l’agevolazione?

L’agevolazione fiscale nota come mini Ires consiste:

  • nella riduzione di nove punti percentuali dell’aliquota ordinaria Ires, dal 24 al 15 per cento;
  • oppure nella riduzione di nove punti percentuali dell’aliquota Irpef di riferimento in caso di ditte individuali e società di persone.

Tale agevolazione non ha modificato le ordinarie modalità di calcolo dell’imposta sul reddito delle società.

Mini Ires: quali sono gli elementi di base per il calcolo?

Il calcolo dell’agevolazione deve essere fatto con riferimento a tre elementi:

  • utili destinati a riserve nell’esercizio precedente;
  • maggiori investimenti effettuati in beni materiali nuovi diversi da immobili e autoveicoli assegnati in benefit ai dipendenti e/o agli amministratori;
  • nuove assunzioni, in termini di costo del personale neoassunto, ma solo se la media dei dipendenti cresca effettivamente (quindi non solo in termini di costo ma anche di numero di persone assunte) rispetto a quella in essere al 30/09/2018.

Quindi, senza entrare nei dettagli tecnici, la mini Ires si può applicare quando nel 2019:

  • si effettuano investimenti incrementali rispetto al 2018, con l’eccezione di investimenti in immobili ed in autovetture assegnate in benefit ai propri dipendenti e/o amministratori;
  • si assume nuovo personale dipendente, in modo che la media del personale assunto a fine 2019 risulti superiore rispetto a quella in essere al 30 settembre 2018.

Il calcolo della mini Ires è molto complesso dal punto di vista operativo. Per questo motivo abbiamo deciso di dedicarvi almeno due articoli nelle prossime settimane.

Nel frattempo Money.it ha pensato di venire incontro ai lettori mettendo a disposizione un tool di calcolo semplificato che consente di farsi un’idea in ordine al risparmio fiscale ottenibile grazie alla nuova agevolazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1108 voti

VOTA ORA