Mercati al ribasso, il prezioso consiglio di Warren Buffet

Giorgia Bonamoneta

22 Maggio 2022 - 15:24

condividi

I mercati non sono ottimistici, soprattutto quelli statunitensi. Mentre in Europa il calo è più trattenuto, le borse Usa sono in forte ribasso. Ecco i consigli degli esperti per gli investitori.

Mercati al ribasso, il prezioso consiglio di Warren Buffet

Dall’inizio del 2022 il mercato è al ribasso. Da gennaio, quando le borse hanno raggiunto l’ultimo picco, il calo è piuttosto impressionante, tanto che molte aziende hanno perso metà del loro valore e molte altre sono in difficoltà. Questa tendenza è molto più evidente negli Stati Uniti rispetto all’Europa, dove solo il listino S&P 500 - che ospita le 500 aziende più quotate Usa - ha perso il 16 per cento.

Il mercato a ribasso è temporaneamente definibile come “bear market”, letteralmente “mercato dell’orso”, ovvero un mercato in letargo e che riduce al minimo le attività. Gli investitori sono poco attivi perché la situazione è a più alto rischio. Questo atteggiamento prudente non favorisce le borse e impedisce ai mercati di essere ottimisti.

In questo scenario molti investitori si chiedono cosa fare e come comportarsi. Diversi investitori di lunga data ed esperti di mercato hanno consigliato di non osservare il mercato troppo da vicino, perché nel momento in cui si guarda il mercato in crisi, questo è già in ripresa. Per dormire tranquilli bisogna “mantenere la rotta”, ma soprattutto “non preoccuparsi troppo”.

Mercati al ribasso e borse in calo: gli esperti dicono di non preoccuparsi

I mercati che avevano resistito alla pandemia non stanno uscendo altrettanto bene dal periodo della guerra in Ucraina, le cui conseguenze continuano a destabilizzare gli investitori e i risparmiatori. Dall’inizio dell’anno, quando i mercati hanno l’ultimo trend positivo, il calo è stato costante. Le maggiori difficoltà le stanno vivendo le aziende gli Stati Uniti, dove grandi e piccole risentono del mercato anche con indici di ribasso da record. Il Dow Jones, listino che contiene le 30 aziende più rappresentative dell’industria americana, è calato del 12 per cento, mentre il Nasdaq, il listino delle titoli tecnologici, è crollato del 26 per cento. Il calo prosegue da sette settimane consecutive, segnando per Dow Jones un record negativo dal 1980, mentre per S&P 500, che ha perso il 16 per cento, il 2022 ha segnato il peggior inizio dal 1962.

A confronto le borse europee stanno facendo meglio, con un calo che si aggira tra il 10 e il 15 per cento. Infatti la crisi sembra aver colpito principalmente gli Stati Uniti, dove l’effetto ha generato un temporaneo (sperano gli esperti) effetto “bear market”. Gli orsi vanno in letargo e consumano poca energia limitando le attività, così il “mercato dell’orso” è un mercato timido, che attende.

I consigli degli esperti: non preoccuparsi e mantenere la rotta

In favore di chi teme il mercato arrivano le parole di Warren Buffett e altri economisti e imprenditori storici. Il consiglio di Buffett è non lasciarsi intimorire e non preoccuparsi troppo. Se si è investito in buone aziende sarà il tempo a ripagare. “Il denaro si guadagna investendo e possedendo buone aziende per lunghi periodi di tempo. Questo è ciò che le persone dovrebbero fare con le azioni”, diceva Buffett nel 2016, ma il consiglio vale anche oggi.

Infatti, come spiega anche Sean M. Pearson, consulente finanziario di Ameriprise Financial, non bisogna lasciarsi controllare dalle emozioni. Nel momento in cui gli investitori vedono il mercato al ribasso, il mercato potrebbe già essersi ripreso. “Se perdi la ripresa, ci sono ottime possibilità che renderai più difficile raggiungere i tuoi obiettivi finanziari”, consigli quindi di mantenere la rotta.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.