Meglio Postepay o PayPal? La differenza

Carte prepagate: è meglio Postepay o PayPal? Quale conviene di più e qual è la loro differenza? La guida completa.

Postepay o PayPal: quale conviene di più e qual è la differenza tra le due?

Con la nascita di infinite carte, molto spesso sarà capitato di soffermarsi su due delle più famose del settore: Postepay e PayPal.

Non sempre la loro differenza è risultata chiara e non sempre i risparmiatori sono stati in grado di comprendere al meglio quale conviene di più tra l’una e l’altra. Questo perché accanto a delle profonde differenze, Postepay e Paypal hanno anche alcuni aspetti in comune.

La domanda principale comunque rimane: quale conviene di più? Di seguito una guida completa sulla differenza tra Postepay e Paypal che tenterà di far luce al meglio sui vantaggi delle due carte prepagate.

Postepay o PayPal: la differenza conta

Innanzitutto vale la pena di sottolineare come il paragone e la differenza tra le due carte prepagate facciano riferimento a PayPal e alla Postepay base, dunque non all’ormai diffusissima Postepay Evolution.

Entrambe le carte rientrano nella categoria delle prepagate ed entrambe hanno pregi e difetti che spesso rendono difficile non solo scegliere quale conviene di più ma anche capire in modo definitivo qual è la loro differenza.

Se dal punto di vista dei costi di attivazione scegliere Postepay o PayPal appare equivalente, altrettanto non può dirsi nel caso di pagamenti online o di transazioni al di fuori dei propri confini nazionali.

Per prelevare meglio Postepay o Paypal?

La prima differenza tra Postepay e PayPal emerge nel momento in cui consideriamo la convenienza delle operazioni di prelievo sia in Italia che al di fuori dei confini nazionali. Le commissioni con Postepay e PayPal sono piuttosto differenti e in un caso sono più elevati.

Con Postepay
Prelevare in Italia con Postepay comporta una commissione di 1 euro presso ogni ufficio postale e ATM. Prelevare sugli sportelli di qualsiasi altro istituto bancario, anche dell’Eurozona, comporta una commissione di 1,75 euro. Prelevare fuori dall’area euro, invece, comporta una commissione di 5 euro con Postepay.
Quindi i costi di prelievo sono:

  • €1 presso uffici postali e ATM Postamat;
  • €1,75 presso qualsiasi altri istituto bancario dell’Eurozona;
  • €5 fuori dall’Eurozona.

Con PayPal
Se si sceglie di utilizzare PayPal occorre sapere che tramite tale carta prepagata è possibile prelevare gratuitamente soltanto sugli sportelli del Gruppo Banca Sella. Un’operazione del genere tramite altri sportelli in tutta l’Eurozona costa 1,50 euro. Al di fuori del blocco della moneta unica costa invece 3 euro ai quali va aggiunta una commissione del 2% per il cambio di valuta.
Quindi i costi di prelievo sono:

  • gratis presso Gruppo Banca Sella;
  • €1,50 presso Lottomaticard;
  • €1,75 presso qualsiasi altro istituto bancario nell’Eurozona;
  • €3 + commissione del 2% fuori dall’Eurozona.

Postepay o Paypal: costo di attivazione

Un altra differenza tra le due carte prepagate riguarda i loro costi di attivazione? No. Come già accennato in precedenza, da questo punto di vista le carte sono molto simili. Il costo di attivazione è di 5 euro per quanto riguarda Postepay (la base), mentre per quanto riguarda PayPal il costo è di €4,90 se l’attivazione perviene entro il 10 agosto, altrimenti la cifra sale a 9,90 euro.

In entrambi i casi la documentazione necessaria all’attivazione comprende soltanto carta d’identità e codice fiscale dell’intestatario della prepagata. Nel caso della Postepay bisognerà recarsi in un ufficio postale, mentre nel caso di Paypay bisognerà presentarsi in una ricevitoria Lottomatica abilitata, ma sarà anche possibile ordinarla direttamente online tramite il sito di Lottomatica e riceverla a casa.

Altri costi ordinari

Oltre alle spese di rilascio, alcune carte prevedono anche dei costi aggiuntivi, come quelli che vengono saldati ogni anno, quelli di rinnovo e così via. Nel caso dei costi aggiuntivi, la differenza tra Postepay e PayPal si assottiglia. Nessuna delle due prevede costi di rinnovo, costi annuali o costi di pagamento.

Costi di ricarica: meglio Postepay o Paypal?

In questo ambito la differenza tra Postepay e PayPal torna a farsi sentire. Nel primo caso ricaricare la Postepay costa 1 euro presso gli uffici postali e 2 euro presso punti vendita Sisal. Ricaricare la carta Paypal, invece, costa 0,90 euro.

Dunque, per Postepay:

  • 1 euro da uffici postali e ATM Postamat;
  • 1 euro con altra carta Postepay e carte circuito Postamat;
  • 2 euro presso punti vendita Sisal.

Per PayPal:

  • gratis dal proprio conto PayPal
  • 1,50 euro nei punti vendita LIS CARD di Lottomatica

Le distinzioni tra le due carte ricaricabili non si esauriscono qui. L’importo massimo della PayPay è di 10.000 euro, mentre quello della carta Postepay ordinaria è di 3.000 euro.
Sulla base della differenza espressa fino ad ora, conviene più Postepay o PayPal?

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Carte prepagate

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories