Mascherine al chiuso, ecco l’ordinanza con le nuove regole: dove resta l’obbligo dal 1° maggio

Emiliana Costa

28/04/2022

29/04/2022 - 12:01

condividi

Firmata la nuova ordinanza Covid con le regole che entreranno in vigore a partire dal 1° maggio. Ecco tutti i luoghi dove resta l’obbligo di mascherina al chiuso.

Mascherine al chiuso, ecco l'ordinanza con le nuove regole: dove resta l'obbligo dal 1° maggio

È arrivata la nuova ordinanza Covid con le regole che entreranno in vigore a partire da domenica 1° maggio. Alla luce della risalita dei contagi, il governo ha scelto di mantenere la linea della prudenza anche alla vigilia del cosiddetto «liberi tutti».

Sabato 30 aprile scadono infatti le vecchie restrizioni che prevedono l’obbligo di mascherina al chiuso e di green pass. Ma per quanto riguarda i dispositivi di protezione delle vie aeree ci sarà una proroga per i contesti più a rischio.

Alla Camera - ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza - è stato appena approvato un emendamento in commissione che prevede la proroga in alcuni ambiti dell’uso delle mascherine al chiuso: nei trasporti a lunga percorrenza e locale, negli ospedali e presidi sanitari, rsa, tutti gli eventi in cinema e teatri e nei palazzetti dello sport. Raccomandiamo la mascherina in tutte le situazioni con rischio di contagio fino al 15 giugno. Il ministro ha poi firmato l’ordinanza che recepisce l’emendamento. Dove continuerà dunque a essere obbligatoria la mascherina al chiuso? Ecco le nuove regole.

Mascherine, le nuove regole dal 1° maggio

Firmata la nuova ordinanza Covid con le regole aggiornate a partire dal 1° maggio. Se l’addio al green pass è stato subito certo, con alcune eccezioni (il certificato verde continuerà a essere richiesto per l’accesso in ospedale e per le visite nelle Rsa), un acceso dibattito si è svolto sulle mascherine al chiuso. Di seguito i luoghi in cui l’obbligo sarà prorogato fino al 15 giugno.

Mezzi di trasporto e spettacoli al chiuso

Su bus, metro e tram l’obbligo di mascherina Ffp2 sarà prorogato. Stessa situazione per aerei, navi e treni a lunga percorrenza. Anche nel caso di spettacoli al chiuso in cinema, teatri e sale da concerto, sarà obbligatoria la mascherina Ffp2 fino al 15 giugno.

Stadi e palazzetti dello sport

A partire dal 1° maggio, negli stadi sarà abolito l’obbligo di mascherina. Nei palazzetti dello sport al chiuso, invece, le mascherine saranno mantenute fino al 15 giugno.

Lavoro

Per quanto riguarda il posto di lavoro, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha spiegato: «Fatta eccezione per il personale sanitario e socio assistenziale che avrà ancora l’obbligo di mascherina, in tutti gli altri luoghi di lavoro, senza distinzione tra pubblico e privato, la mascherina sarà solo fortemente raccomandata».

Scuola

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha insistito per mantenere l’obbligo di mascherina come prevede il decreto in vigore. L’obbligo di mascherina in classe resterà fino alla fine dell’anno scolastico.

Negozi e parrucchieri

Nei negozi diremo addio alle mascherine a partire dal 1° maggio. L’obbligo di mascherina viene cancellato anche per barbieri, parrucchieri e centri estetici.

Ospedali e Rsa

Per l’accesso in ospedale e le visite nelle Rsa, l’obbligo di mascherina e di green pass resta invariato fino al prossimo 31 dicembre.

Iscriviti a Money.it