La mappa ACEPI dei Certificati

ACEPI si è occupata della classificazione dei Certificates in Italia. Vediamo in maniera analitica come si sviluppa la suddivisione per categorie

La mappa ACEPI dei Certificati

Il trading o l’investimento attraverso i Certificati è sempre più popolare in Italia.

Se l’accesso a questo mondo è facilitato grazie ai due principali MTF (Multilateral Trading Facility) come il SeDeX di Borsa Italiana e il Cert-X di EuroTLX, lo studio approfondito di questi strumenti è più arduo viste le diverse tipologie e la molteplicità di pay-off che vi sono.

In Italia il complesso mondo dei Certificati è stato classificato da ACEPI, acronimo con cui viene indicata l’Associazione Italiana Certificati e Prodotti di Investimento, ossia l’organizzazione nata il 13 dicembre del 2006 per promuovere tra gli investitori italiani una cultura evoluta dei prodotti di investimento quali i Certificati d’investimento e a leva, favorendo al tempo stesso lo sviluppo di mercati efficienti e trasparenti.

Leggi anche ACEPI: chi è, di cosa si occupa e cosa fa.

Le macrocategorie principali in cui Acepi suddivide l’universo dei Certificati in Italia sono due. Vediamole e poi analizziamo come queste due macrocategorie sono a loro volta suddivise per sottocategorie e tipologie.

Leverage Certificate (o Certificati a leva): cosa sono e come funzionano

I Leverage Certificates, in italiano Certificati a leva, sono una macro categoria di Certificati che consentono agli investitori di operare sul mercato con la leva finanziaria. Identificati con l’omonima categoria nella classificazione ufficiale di ACEPI, si rivolgono primariamente a investitori che vogliono sfruttare in modo più che proporzionale i movimenti al rialzo o al ribasso del sottostante.

I Certificati a Leva si possono suddividere in 3 tipologie:

I Certificati a leva non prevedono alcuna protezione del capitale iniziale investito e per le loro caratteristiche tipicamente sono strumenti che si prestano ad investimenti di breve o brevissimo termine, con un orizzonte temporale indicato per il trading intraday o di pochi giorni.

Investment Certificate: cosa sono e come funzionano

Gli Investment Certificates sono strumenti finanziari derivati che incorporano diverse strategie; queste ultime vanno dalla semplice replica lineare del payoff del sottostante (certificati Benchmark e Tracker) a strutture complesse le quali combinano tra loro diversi elementi per realizzare strategie di investimento.

Nella classificazione presente nella mappa ACEPI gli Investment Certificates vengono a loro volta divisi in tre sottocategorie, a seconda del grado di protezione offerto all’investitore sul capitale investito:

Certificati a leva o di investimento? Ecco a chi sono rivolti

Ogni categoria di Certificate che abbiamo visto di cui sopra si adatta alle specifiche esigenze di ogni singolo risparmiatore. Per questo motivo la scelta di quale fra i molteplici strumenti finanziari visti utilizzare ricadrà su quello più aderente alle specifiche caratteristiche del trader/risparmiatore anche in base all’orizzonte temporale a disposizione di quest’ultimo e alla sua propensione al rischio.

Ad esempio, gli Investment Certificate sono più adatti a chi ha una maggiore avversione al rischio ed un orizzonte temporale per investire molto ampio, tipicamente 3-5 anni, mentre i leverage certificate sono strumenti adatti prevalentemente al trading, quindi rivolti a chi punta a fare operazioni speculative molto veloci.

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories