Le opportunità economiche e di business dietro l’Argan

Domenico Letizia

17/06/2021

18/06/2021 - 11:34

condividi

L’Argan riveste un ruolo importante all’interno di un processo economico sostenibile, ma anche come inestimabile baluardo contro la desertificazione. Quali opportunità economiche e di business offre?

Le opportunità economiche e di business dietro l'Argan

Riscrivere e attualizzare la geopolitica del Mediterraneo attraverso la cooperazione e la valorizzazione delle eccellenze locali è un approccio vincente per tutte le comunità del bacino comune. L’Argan è noto in Italia per i suoi effetti miracolosi in cosmetica e per il benessere che genera al corpo umano.

Il settore economico dietro la pianta di Argan

Per conoscere meglio questo prezioso albero e l’ecosistema che ruota attorno ad esso, si è svolto l’evento online: “Argan Tree: sostenibilità sociale, economica e ambientale”, che ha visto una nutrita collaborazione tra associazioni, organizzazioni, università e cooperative di Italia e Marocco. La pianta di Argan richiama storicamente, antropologicamente e culturalmente un profondo legame con gli abitanti della zona del Maghreb che, coltivando una tradizione millenaria, hanno imparato a trarre dall’Argan numerosissimi benefici.

Ai lavori hanno partecipato numerose organizzazioni e centri di ricerca, tra cui: la Moroccan Association for the Geographical Indication of Argan Oil, CoopMaroc.com, la rivista ecologista del Marocco “LeVert.ma”, l’Ong MACTT di Malta, la National Association of Water and Energy for All e la Rivista di Affari Internazionali e Geopolitica «Atlantis». Il seminario online è stato organizzato dall’Associazione «Legami», presieduta da Abdessamad El Jaouzi, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata.

In Marocco, nel corso di numerosi programmi e riforme economiche legate all’agricoltura e al piano «Marocco Verde», sono nate e si sono diffuse quasi 200 cooperative gestite da donne e ragazze del territorio. Si tratta di importanti organizzazioni guidate da donne berbere che, nel corso di decenni di professionalizzazione, trattano l’Argan per trasformarlo, per produrre i prodotti derivati e renderlo disponibile per il mercato internazionale, incentivando così l’export locale. Il fine delle cooperative, oltre alla lavorazione dell’Argan, è anche quello di incrementare l’emancipazione sociale, culturale ed economica delle donne impiegate nonché la loro integrazione nel tessuto occupazionale del Regno.

«Ogni cooperativa ha numerose impiegate, operaie, addette al marketing e altre figure professionali a cui viene provvisto un salario mensile», ha ricordato l’imprenditrice Fatima Amehri.

L’impatto dell’Argan sull’occupazione italiana

Il trasferimento del Know-How italiano e le potenzialità della cooperazione economica potrebbero innescare nuove visioni commerciali all’interno del Mediterraneo facendo fiorire una vicinanza politica e nuovi interessi comuni per la tutela dell’ambiente, la proposta di un food di qualità e per l’agricoltura innovativa.

Uno sviluppo sostenibile dell’agricoltura che permette di comprendere anche le numerose opportunità legate alla valorizzazione e alla tutela del patrimonio idraulico e degli impianti di irrigazione della Regione.

Il ruolo dell’Argan nella lotta alla desertificazione

Secondo le importanti analisi e il continuo monitoraggio del WWF, nei prossimi anni, a causa del cambiamento climatico, l’area mediterranea rischia di vedere il 37% dei terreni ingeriti dal Sahara. La coltivazione dell’Argan è salutata positivamente come probabile soluzione all’inaridimento dei terreni. Durante i lavori, il presidente ed esperto Srhir Baali ha ribadito: «Lo sviluppo e il monitoraggio dei sistemi di irrigazione dell’Argan hanno consentito alle cooperative di generare nuovi processi produttivi estremamente importanti per tutto il territorio». Analisi confermate anche dall’ingegnere Mohammed Benabbou che ha ribadito l’importanza di tutelare il clima in Marocco e combattere contro la desertificazione attraverso l’agricoltura e la sostenibilità.

Le organizzazioni imprenditoriali del Marocco hanno ricordato anche l’importanza della ricerca scientifica e della collaborazione con le università per garantire autenticità, tracciabilità e valorizzazione del prodotto, introducendo anche nuovi modelli di sviluppo sostenibile e innovativo.

Risulta, quindi, di grande importanza la collaborazione con il tessuto sociale del territorio e con gli esperti internazionali. «Costruire uno sviluppo che guardi soltanto alla crescita economica e commerciale non permette di lavorare con le comunità locali e con le tradizioni e conoscenze in cui tali comunità sono immerse», ha ribadito il professore Andrea Volterrani dell’Università Tor Vergata.

L’albero di Argan è un importante meccanismo all’interno di un processo economico sostenibile, per la crescita e lo sviluppo del territorio, ma anche come inestimabile baluardo contro la desertificazione. Un approccio che interessa anche la comunità imprenditoriale e agricola dell’Italia.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.