Lavorare alla Bce: stipendio, requisiti, come farsi assumere

Caterina Gastaldi

9 Gennaio 2023 - 18:50

condividi

Quali sono le figure più ricercate nella Bce e come si fa a lavorare per la Banca Centrale Europea? Ecco una guida per non perdere nessuna offerta.

Lavorare alla Bce: stipendio, requisiti, come farsi assumere

Il modo più semplice per lavorare alla Bce (Banca Centrale Europea) è prestare sempre attenzione alla sezione «Careers» del portale della banca. Così come molte altre banche, infatti, anche la Bce pubblica online tutte le posizioni disponibili, da quelle senior, fino agli stage brevi di 3 o 6 mesi.

Diversamente dalla maggior parte degli istituti bancari, che solitamente cercano collaborazioni a medio o lungo termine, la Bce offre periodi lavorativi anche molto brevi, oltre a possibilità di carriera più a lungo termine.

Ma come si fa a lavorare per la Bce e a rimanere informati sulle offerte disponibili? Quali sono le caratteristiche richieste per lavorare per la banca centrale europea? Quali sono le possibilità di carriera e lo stipendio medio disponibile? Di seguito la guida con tutte le risposte.

Come lavorare alla Bce

Un’esperienza di lavoro alla Bce, lunga o corta che sia, permette di accedere a un’esperienza diversa rispetto al classico lavoro in banca. È richiesta la conoscenza di almeno un’altra lingua europea, oltre a inglese, e di essere in possesso di un titolo di laurea triennale.

L’ambiente lavorativo, eterogeneo e multiculturale, assicura una valorizzazione delle abilità personali, e stipendi molto competitivi. Per entrare a far parte della Bce si possono seguire tre percorsi differenti:

  • lavorativo, rispondendo a una delle diverse offerte pubblicate;
  • tirocinio, disponibile per i laureati con meno di 12 mesi di esperienza professionale dal conseguimento del titolo;
  • graduate program", programma di due anni disponibile per chi è in possesso di titoli post-laurea.

Tirocinio alla Banca centrale

I laureati con non più di 12 mesi di esperienza professionale dal conseguimento del titolo, e con meno di 6 mesi di stage attivo in altri campi, possono candidarsi alle posizioni aperte per il tirocinio pagato per un periodo di 3 o 6 mesi, rinnovabile fino a 12.

Per poter partecipare bisogna:

  • conoscere inglese e un’altra lingua europea;
  • essere cittadino Ue o di un Paese aderente;
  • essere maggiorenni;
  • non aver partecipato ad altri programmi della Bce.

Lo stipendio minimo è di 1.070 euro al mese, con possibilità di arrivare a 1.940 euro, per chi ha titoli di studio più alti. L’invio della domanda deve avvenire attraverso il portale della Bce dedicato alle carriere, e prevede un colloquio via Skype.

La banca centrale si occupa della rilocazione delle persone che vivono a più di 50 km di distanza, con un contributo forfettario per le spese.

Graduate program Bce

Il graduate program della Bce è disponibile solo per chi ha conseguito un titolo di studio oltre alla laurea triennale (master). Della durata di due anni, si verrà affiancati da un dipendente esperto che si occuperà di seguire il partecipante per tutto il periodo del programma.

Requisiti richiesti per lavorare alla Bce

Per lavorare alla Bce bisogna essere in possesso di una serie di requisiti differenti a seconda della posizione aperta.
In generale è comunque richiesta sempre la conoscenza dell’inglese (preferibilmente anche di una seconda lingua europea) e di un titolo di studio universitario (laurea o più), oltre alla maggiore età.

Lavorare alla Banca Centrale Europea: trovare i profili richiesti

Le offerte di lavoro della Banca Centrale Europea sono pubblicate nella sezione careers del portale della Bce.

Attraverso il menù a tendina si può selezionare il campo d’interesse (legale, informatico, economico, ecc), di esperienza (tirocinio, entry level, ecc), e l’ordine in cui vengono presentate le offerte, ovvero se ascendente o discendente dal momento della scadenza di invio del cv. È anche possibile inserire delle parole chiave.

Per rimanere informati riguardo i lavori disponibili, oltre a controllare la sezione careers del portale, si possono seguire le pagine social della banca.

Come inviare il cv alla Bce

L’invio del cv avviene esclusivamente attraverso il portale. È obbligatorio creare un account, inserendo tutti i dati richiesti (CV, esperienze lavorative, foto, studi, informazioni personali). Più sarà dettagliato, maggiori saranno le possibilità di venire selezionati.

Una volta creato il profilo questo può essere aggiornato quando necessario, e si può utilizzare per rispondere a tutte le offerte di lavoro della Bce.
Il profilo, e il portale, è in inglese, così come deve essere in inglese il profilo che si crea.

Solo il profilo del portale viene tenuto in considerazione nell’invio delle domande, gli eventuali cv allegati non vengono tenuti in considerazione.
Viene richiesta anche una lettera motivazionale, che esprima le proprie motivazioni.

Questo procedimento va seguito anche per l’invio del cv per i programmi di tirocinio.

Il processo di valutazione della Bce

In seguito all’invio del cv, la Banca Centrale segue un procedimenti di valutazione in 4 fasi:

  • invio da parte del candidato della domanda, con obbligo di inserire i recapiti;
  • pre-screening: ai candidati vengono inviati una serie di test da risolvere e inviare entro una deadline. Viene richiesto anche un video preregistrato del candidato e la stesura di un testo in inglese entro un tempo limite (solitamente un’ora);
  • interview stage: chi supera la fase precedente può accadere al colloquio di persona. L’invito viene inviato con 48 ore di anticipo. Il candidato dovrà svolgere un’altra serie di esercizi, presentarsi, svolgere un’intervista 1 to 1, ed eventualmente altre interviste singole;
  • risultato. I selezionati riceveranno una comunicazione telefonica per informarli del risultato, e un feedback riguardo il processo di selezione. Le persone che non hanno superato il procedimento, riceveranno comunque una comunicazione (sia via telefono, sia via email).

Lavoro alla Bce: stipendio

Gli stipendi dei dipendenti della Bce sono mediamente più alti rispetto a quelli italiani, con una base di partenza oltre i 2.000 euro mensili lordi, per le posizioni full time. Gli stipendi di partenza si possono visualizzare direttamente sul portale della Bce.
Tasse e benefit vengono pagati direttamente alla Comunità Europea, invece che alle autorità nazionalità.

Oltre a uno stipendio medio alto, si ha accesso a una serie di benefit, quali copertura medica mondiale, anche per gli stagisti, assicurazione in caso di incidenti, possibilità di spostamento, e programmi di formazione sia generici, sia specifici per le singole figure.

A seconda della situazione del singolo candidato e della posizione lavorativa, si può accedere anche un supporto per la rilocazione.

Argomenti

# Bce
# Lavoro

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it