La riapertura della Cina spinge in alto il prezzo del petrolio

Tommaso Scarpellini

18/01/2023

18/01/2023 - 16:00

condividi

L’open interest sui futures del petrolio aumenta e i mercati restano in attesa della risposta dell’OPEC+.

La riapertura della Cina spinge in alto il prezzo del petrolio

I futures sul petrolio tornano a suscitare l’interesse degli investitori. Secondo gli esperti l’abbandono della politica zero-Covid della Cina ha stimolato la domanda di petrolio. L’open interest sui contratti futures del petrolio è salito ai massimi di 6 mesi. I maggiori esponenti dell’OPEC+ si mostrano fiduciosi riguardo il raggiungimento di un equilibrio del mercato del petrolio nel 2023.

Il 2022 è stato un anno particolare per il prezzo del petrolio che ha subito importanti oscillazioni dovute all’instabilità economica e geopolitica della maggior parte delle economie sviluppate. La ripresa della domanda cinese a seguito dell’annullamento delle rigide restrizioni dovute alla politica zero-covid però ha spinto la quotazione del petrolio verso l’alto. Nello specifico il WTI è salito quasi dell’1% martedì destando particolare interesse fra il pubblico dei commodity traders. [...]

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Abbonati ora

A partire da € 2,99 a settimana

​ ​

Argomenti

# OPEC
# WTI

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.