Si può fare jogging in Campania? Dove e a che ora

In Campania si può fare jogging, camminata veloce e attività motoria con delle restrizioni: è permesso fino alle 8.30 del mattino sul lungo mare e nei centri urbani. Le regole in vigore.

Si può fare jogging in Campania? Dove e a che ora

Anche se la Campania rientra nella zona gialla, quella con meno restrizioni, nell’ultima ordinanza di De Luca sono state confermate misure più restrittive su spostamenti verso altre province, didattica a distanza, jogging e attività fisica in generale.

In tutta la regione si può andare a correre anche lontano da casa ma in una precisa fascia oraria: dalle 6 alle 8.30 del mattino nei centri urbani, sul lungo mare e nei parchi pubblici, in altre parole nei luoghi solitamente frequentati da molte persone.

Invece chi fa jogging in posti isolati e appartati, strade di campagna o sentieri può farlo a qualsiasi ora. Durante la corsa la mascherina non è mai obbligatoria ma lo è per chi passeggia a passo sostenuto.

Chi fa jogging sul lungo mare, al parco e in centro città al di fuori dell’orario indicato rischia la multa fino a 1.000 euro. Stessa cosa per coloro che praticano la camminata a passo svelto senza utilizzare la mascherina.

Fare jogging in Campania: le limitazioni orarie

Nel resto del Paese l’attività fisica e motoria è consentita senza limiti di orario (salvo il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino) purché venga svolta nel rispetto del distanziamento sociale e senza creare assembramenti. In Campania, invece, bisogna fare attenzione all’ora: l’ordinanza firmata da Vincenzo De Luca prevede che si possa correre nei luoghi affollati - o che potrebbero esserlo - solo nelle prime ore del mattino, cioè dalle 6.00 alle 8.30.

La limitazione oraria vale per i luoghi seguenti:

  • lungomari;
  • parchi pubblici;
  • centri storici;
  • ogni altro luogo non isolato.

Negli altri luoghi resta la possibilità di allenarsi non oltre le 22.00 (quando scatta il coprifuoco nazionale). Durante la corsa e l’attività sportiva in genere è obbligatorio rispettare la distanziamento di almeno due metri se si corre in compagnia ed evitare gli assembramenti. Per chi cammina a passo svelto, invece, la distanza scende ad un metro, in quanto questa è considerata attività motoria e non sportiva.

La mascherina mentre si corre

Sciolto il dubbio della mascherina per chi fa jogging: questa non è mai obbligatoria e chi lo desidera può non indossarla senza rischiare la multa da 400 a 1.000 euro, stabilita per coloro che sono all’aperto senza presidi di protezione.

Invece, chi cammina a passo svelto deve sempre indossare la mascherina a copertura di bocca e naso, anche se l’attività viene svolta dalle 6.00 alle 8.30. L’unica ipotesi in cui si è possibile abbassarla è se ci si trova in luoghi desolati dove è altamente improbabile imbattersi in altre persone, come boschi, prati e strade di campagna.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories