Italia: il debito pubblico cresce ancora, è nuovo record

Il debito pubblico italiano ancora in crescita e in zona record: gli ultimi aggiornamenti dalla Banca d’Italia.

Italia: il debito pubblico cresce ancora, è nuovo record

Italia: il debito pubblico segna un nuovo record nella rilevazione di settembre.

I dati resi noti dalla Banca d’Italia hanno evidenziato un aumento dell’indebitamento del Paese, in crescita negli ultimi mesi segnati dall’emergenza pandemia.

Di seguito, gli aggiornamenti sul debito pubblico italiano di settembre.

Debito pubblico: è di nuovo record per l’Italia. I dati

Da Palazzo Koch sono giunte notizie poco rincuoranti, ma probabilmente attese, sul debito pubblico italiano.

La cifra si è attestata in crescita e ha segna un nuovo livello record nel mese di settembre. A pesare su tale andamento negativo c’è stata la pandemia e la necessità di intervenire con misure straordinarie per salvare l’economia del Paese colpita dalle restrizioni. Proprio nella Legge di Bilancio 2021 che il Governo si appresta ad approvare oggi sono attesi interventi eccezionali e aggiuntivi.

Secondo i dati di Bankitalia, il debito delle Amministrazioni pubbliche è arrivato a 2.582,6 miliardi di euro al 30 settembre, segnando un aumento di 3,8 miliardi rispetto al mese precedente.

Nel dettaglio, il trend dell’indebitamento è stato così ripartito a settembre:

  • Amministrazioni centrali: + 4,4 miliardi;
  • Amministrazioni locali: -0,6 miliardi;
  • Enti di previdenza: stabile

La nota dell’ente di Via nazionale ha specificato che:

“Il fabbisogno del mese (20,9 miliardi) è stato solo parzialmente compensato dalla riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (-16,3 miliardi, a 84,5) e dall’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (che hanno complessivamente ridotto il debito di 0,8 miliardi)”

Per quanto riguarda la vita media del debito, il dato ha mantenuto un livello stabile di 7,2 anni. Bankitalia detiene uno 0,4% di debito in più nei dati di settembre, raggiungendo la percentuale del 20,5%.

Infine, sul tema delle entrate tributarie, l’aggiornamento ha messo in evidenza che a settembre sono state pari a 29,7 miliardi di euro (+6,0% rispetto al periodo 2019).

Nei primi nove mesi del 2020, lo Stato ha incassato 288,1 miliardi di euro, in calo del 5,6% rispetto all’anno scorso.

Argomenti:

Italia Debito pubblico

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

2010 voti

VOTA ORA