Investitori in cerca di sicurezza: in rialzo lo yen dopo l’attentato all’ex premier Abe

Violetta Silvestri

8 Luglio 2022 - 08:31

condividi

I mercati ritrovano la via del guadagno, ma l’attentato all’ex premier giapponese Abe lascia un clima di incertezza negli scambi, con lo yen asset rifugio a beneficiarne.

Investitori in cerca di sicurezza: in rialzo lo yen dopo l'attentato all'ex premier Abe

Le azioni in Asia scambiano con un cauto rialzo e lo yen si rafforza, dopo che la sparatoria dell’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe ha iniettato incertezza in una sessione di negoziazione sollevata in precedenza dall’allentamento dei timori di recessione.

Abe, 67 anni, è rimasto privo di sensi e non rispondeva dopo essere stato colpito al petto. Il Giappone, dove la violenza armata è rara, è rimasto sbalordito. Il Topix giapponese ha pareggiato i guadagni precedenti salendo dello 0,6% negli scambi pomeridiani dopo la sparatoria. Lo yen è salito di circa lo 0,3% a 135,63¥ rispetto al dollaro, poiché gli analisti hanno affermato che l’incertezza sull’evento ha spinto i trader a cercare sicurezza negli asset rifugio.

Ma gli strateghi hanno affermato che c’erano poche possibilità che l’attacco avrebbe avuto un grave impatto sui mercati, dato che Abe non era più in carica. “Il mercato è un po’ sconvolto nel complesso...e lo yen è ancora all’interno della sua gamma recente” ha affermato Rodrigo Catril, senior stratega dei cambi presso la National Australia Bank.

Mercati oscillano, con le valute a dare indicazioni

Prima che accadesse la sparatoria, la possibilità di 1,5 trilioni di yuan ($ 220 miliardi) di stimoli in Cina, principalmente per le infrastrutture, aveva aiutato il sentiment di mercato in Asia. Inoltre, le azioni statunitensi sono aumentate mentre le preoccupazioni per una recessione economica si sono leggermente attenuate.

Il governatore Christopher Waller e il presidente della Fed di St. Louis James Bullard hanno sostenuto la necessità di una politica restrittiva per frenare le pressioni sui prezzi, ma hanno affermato che gli Stati Uniti possono evitare una contrazione.

Per alcuni investitori è troppo presto per concludere che le prospettive di utili economici e aziendali sono ancora fuori pericolo. Porzioni della curva dei rendimenti USA sono invertite, alimentando i timori che la minaccia di recessione sia elevata. Anche l’elevata volatilità delle obbligazioni indica incertezza. Tutti gli occhi saranno puntati sul rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti venerdì per avere indizi sul percorso politico della Fed.

Intanto, lo yen giapponese e il dollaro Usa sono saliti venerdì in Asia, mentre gli investitori si sono diretti verso asset sicuri. La valuta asiatica è scesa di quasi il 16% rispetto al dollaro durante la prima metà del 2022, ma ultimamente ha trovato supporto poiché i timori della crescita globale sconvolgono i mercati.

In Europa, i forti rischi legati all’esposizione all’energia russa continuano a spingere in basso l’euro, ormai sulla strda della parità con il biglietto verde

Argomenti

# Borse
# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.