Segnali dall’inflazione: in Germania ai massimi dal 2018

Violetta Silvestri

31/05/2021

31/05/2021 - 15:10

condividi

L’inflazione osservata speciale: nei dati preliminari di maggio della Germania c’è stato il balzo. I prezzi annuali mai così alti da ottobre 2018. Cosa succede?

Segnali dall'inflazione: in Germania ai massimi dal 2018

Inflazione in primo piano: i dati preliminari della potenza tedesca hanno svelato l’aumento.

Osservato speciale in questo delicato momento per la ripresa economica post-pandemica, il tasso inflazionistico si è mostrato in movimento, e in rialzo, su base annuale.

I risultati della Germania, anche se preliminari, sono indicatori importanti di quello che potrebbe accadere in tutta la zona euro. Come leggere l’inflazione tedesca in crescita?

Inflazione in Germania: c’è l’aumento

Il tasso di inflazione della Germania annuale è salito al livello più alto dall’ottobre 2018, dopo che le autorità locali hanno iniziato a revocare le restrizioni del coronavirus su ristoranti, negozi e luoghi culturali.

I prezzi al consumo nella più grande economia europea sono cresciuti del 2,5% a maggio, superando le stime degli economisti per un aumento del 2,4%.

La lettura si aggiunge ai rialzi in Spagna e in Italia pubblicati oggi e un rapporto per l’area dell’euro di martedì dovrebbe mostrare l’inflazione in aumento all’1,9%.

La Bundesbank ha affermato che l’inflazione nel Paese potrebbe salire fino al 4% quest’anno, un livello mai visto da quando l’euro è stato introdotto più di due decenni fa.

Tale andamento rialzista in Germania viene alimentato da diversi fattori, come un’inversione del taglio dell’imposta sulle vendite dello scorso anno e le modifiche al paniere di beni e servizi.

Da sottolineare che l’inflazione sta assistendo a picchi in tutto il mondo, poiché la fine dei blocchi rafforza la domanda di beni e servizi nel pieno di carenze di materiali e interruzioni della catena di approvvigionamento.

A maggio, i prezzi per il tempo libero, l’intrattenimento e la cultura, nonché per l’abbigliamento e le scarpe sono aumentati in tutta la Germania. Anche l’energia e i combustibili sono risultati più costosi.

I riflettori si accendono ora verso la banca centrale, in attesa di capire se inflazione, occupazione e ritmo di crescita saranno tali da giustificare l’inizio del tapering.

Mentre l’area dell’euro sembra essere sull’apice di un’ampia ripresa economica, i responsabili politici della BCE hanno sottolineato che gli aumenti dei prezzi devono essere trattati con cautela e che è ancora prematuro parlare di un allentamento del sostegno monetario. Le proiezioni economiche aggiornate saranno svelate da Francoforte il 10 giugno.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.