Incontro Biden-Putin il 16 giugno a Ginevra: di cosa parleranno?

Mario D’Angelo

25/05/2021

25/05/2021 - 18:34

condividi

Biden incontrerà Putin per la prima volta in qualità di presidente USA fra meno di un mese.

Incontro Biden-Putin il 16 giugno a Ginevra: di cosa parleranno?

Il primo incontro fra Joe Biden e Vladimir Putin ha una data. Dopo il primo, cauto faccia a faccia fra i ministri degli Esteri della settimana scorsa in Islanda, il neo-presidente degli Stati Uniti e il presidente russo si vedranno per un colloquio a Ginevra, in Svizzera, il prossimo 16 giugno.

I rapporti fra le due potenze sono ai minimi termini da mesi ormai. Nel marzo scorso, Biden ha definito Putin senza mezzi termini “un assassino”. Fra i possibili temi, ci sono le sanzioni alla Russia in seguito all’arresto di Alexei Navalny e l’attacco informatico a Colonial Pipeline.

Incontro Biden-Putin il 14 giugno in Svizzera

La notizia dell’incontro fra Biden e Putin è stata comunicata direttamente dalla Casa Bianca, e in seguito confermata anche dal Cremlino.

L’annuncio è arrivato a meno di una settimana dal colloquio fra il Segretario di Stato Antony Blinken e il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov in Islanda.

Intendiamo discutere lo stato e le prospettive di sviluppi futuri delle relazioni russo-americane, problemi di stabilità strategica, così come temi importanti dell’agenda internazionale, incluse le interazioni nella lotta contro la pandemia di coronavirus e la risoluzione di conflitti regionali”, ha fatto sapere il governo di Mosca.

Di cosa parleranno Biden e Putin

Sono numerosi i fronti aperti fra Russia e USA da quando Joe Biden si è insediato alla Casa Bianca. Sebbene non siano noti i temi dell’incontro, è certo che il tono del presidente USA sarà molto diverso da quello del suo predecessore.

Donald Trump non ha mai nascosto la sua intenzione di trovare un’alleanza con Putin, accusato di aver favorito l’elezione del candidato repubblicano nel 2016 attraverso attacchi informatici nei confronti dei democratici.

All’inizio del mese di maggio 2021, un gruppo di hacker con sospetti legami con criminali russi ha messo in atto un attacco ramsomware contro Colonial Pipeline, costringendo la compagnia statunitense a chiudere circa 5.500 miglia di oleodotto.

Il 10 maggio, Biden ha detto che l’intelligence non aveva elementi per collegare l’attacco informatico al governo russo e che avrebbe discusso della situazione con Putin.

Iscriviti a Money.it