Ilva novità: udienza rinviata. Cosa succede adesso?

Ilva novità: l’udienza è stata rinviata. La trattativa è già in corso?

Ilva novità: udienza rinviata. Cosa succede adesso?

Ilva: le ultime novità riguardano l’udienza rinviata al 20 dicembre dal Tribunale di Milano. La trattativa, quindi, sarebbe già in corso. Cosa succede adesso?

Per ora si prospettano settimane di tregua giudiziaria tra commissari e ArcelorMittal. Un segnale considerato positivo per il rilancio dell’acciaieria e per la distensione del clima tra il Governo e i vertici della multinazionale indiana.

Il rinvio riguarda la discussione del ricorso cautelare d’urgenza avviato dai commissari contro il recesso dal contratto di ArcelorMittal.

Per il destino dell’Ilva, dunque, la novità dell’udienza rinviata potrebbe tradursi in significativi passi avanti per scongiurare il peggio.

Ilva novità: l’udienza è rinviata. Quale effetto sulla trattativa in corso?

Il vertice di venerdì scorso tra l’esecutivo e i vertici di ArcelorMtittal lo aveva anticipato: per favorire un cammino serio di trattative potrebbe essere richiesto il rinvio dell’udienza al Tribunale di Milano.

Così è stato. La conferma è arrivata direttamente dal giudice Claudio Marangoni, che ha accettato di far slittare al 20 dicembre la discussione in aula giudiziaria. La decisione si inserisce in un clima di ritrovata distensione tra le due parti, fino a poche settimane fa sul piede di guerra.

L’incontro di venerdì scorso, infatti, ha evidenziato la volontà di ripensare ad un piano di rilancio sostenibile per l’Ilva. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è posto come primo garante dell’avvio delle trattative.

Il periodo tregua per lo scontro giudiziario si preannuncia intenso e cruciale. Governo e ArcelorMittal stanno già lavorando per costruire le basi di una nuova acciaieria a Taranto.

Secondo l’avvocato penalista degli indiani, infatti, le trattative sarebbero già iniziate. Sulla stessa linea si è espresso anche il legale dei commissari Ilva, che ha parlato di “basi per arrivare a un accordo.”

La novità giudiziaria potrebbe, dunque, favorire il raggiungimento di un accordo importante. Sul tavolo ci sono questioni delicate che riguardano la produzione, il piano ambientale, il trattamento degli esuberi.

Cosa succede alla produzione dell’acciaieria

La notizia dell’udienza rinviata è stata accompagnata dalla decisione di mantenere attiva la produzione.

Alcune fonti, infatti, hanno confermato la linea indicata dallo stesso Governo durante l’incontro di venerdì scorso: continuare a produrre.

Le indiscrezioni raccontano che l’AD ArcelorMittal Lucia Morselli ha annunciato la normale attività degli impianti.

I prossimi giorni, in attesa di tornare in Tribunale il 20 dicembre, ci diranno se le novità Ilva di oggi avranno portato risultati concreti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

ArcelorMittal Ilva

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

clafo • 2 settimane fa

la soluzione più sensata è che l’intera filiera del ferro si prenda carico dell’ILVA e la inserisca in una programmazione produttiva distribuita in tutta la filiuera in coesione

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \