Clima: la Germania investe 50 miliardi di euro

La Germania approva il Piano clima 2030 per ridurre le emissioni di gas serra. Prevede misure da 50 miliardi di euro 2023 e diversi nuovi incentivi. Di contro aumenteranno i costi della benzina e del gasolio e le tasse sui biglietti aerei

Clima: la Germania investe 50 miliardi di euro

La Germania mette nel mirino un nuovo obiettivo: ridurre le emissioni di gas del 55% in dieci anni e di conseguenza rendere sempre più pulita l’aria respirata dai propri cittadini.

Per farlo il governo tedesco guidato dalla cancelliera Angela Merkel ha approvato il Piano per il clima 2030 che prevede misure per 50 miliardi di euro fino al 2023. Le cifre non sono ancora ufficiali, anche perché dopo l’approvazione è atteso adesso l’esame parlamentare.

Tuttavia secondo le varie indiscrezioni di stampa, è certo che il Piano clima 2030 non prevede debiti e di conseguenza permetterà alla Germania di mantenere la regola del pareggio di bilancio.

Germania, Piano clima: aumenterà la benzina

Il nuovo Piano clima approvato dal governo tedesco ha come punto focale le nuove tariffe per le emissioni di Co2, quindi di anidride carbonica, nei settori dei trasporti e nell’edilizia.

Infatti il piano, prevedendo l’introduzione dal 2021 del sistema del commercio dei certificati di emissione, comporterà delle variazioni di prezzo per tonnellata di Co2, che saranno di 10, 20, 25, 30 e 35 euro per ciascun anno dal 2021 fino al 2025.

Ovviamente come analizzano i vari quotidiani tedeschi, ciò dovrebbe inevitabilmente comportare un aumento del costo della benzina e del diesel di circa 3 centesimi al litro nel 2021 fino ad arrivare a 10 centesimi nel 2026.

I rincari garantiranno nuovi incentivi

I rincari previsti sulle emissioni di Co2 di contro permetterebbero allo Stato tedesco di realizzare un doppio obiettivo: garantire nuove entrate alle proprie casse e contestualmente da una parte abbassare il prezzo dell’elettricità e dall’altra garantire incentivi a chi per esempio ristruttura la propria casa.

Proprio per essi infatti dovrebbero essere previsti dei sussidi per poter realizzare nuove finestre, migliorare l’isolamento, oppure dar vita a nuovi sistemi di riscaldamento che abbiano un basso impatto ambientale.

Ma non è tutto. Questo nuovo Piano clima approvato dal governo Merkel vedrebbe nascere anche nuovi incentivi per chi decide di acquistare auto elettriche e ovviamente più stazioni di ricarica. Infatti, per chi deciderà di sostituire la propria auto con un vecchio impianto a gasolio con un modello più eco-compatibile avrà un importante sostegno dello Stato tedesco. Esso infatti coprirà il 40% dei costi.

Di contro, i costruttori di automobili subiranno l’imposizione di quote obbligatorie di auto elettriche tra i nuovi veicoli immatricolati e il divieto, a partire dal 2025, di installare nei nuovi edifici sistemi di riscaldamento a gasolio o che in generale facciano ricorso a combustibili fossili.

E se poi da una parte saranno imposte nuove tasse più alte sui voli aerei, dall’altra - abbassando l’IVA - saranno ridotti i prezzi dei biglietti dei treni e per compensare gli aumenti del carburante, la Germania ha previsto anche un aumento dell’indennità per i pendolari: nel 2021 passerà da 30 a 35 centesimi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Germania

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.