Eni: chiuso uno stabilimento in Nigeria

Eni avrebbe chiuso l’oleodotto nigeriano che alimenta il terminale per le esportazioni di petrolio Brass a causa di un’esplosione. Secondo un portavoce della società, i danni alla produzione sarebbero minimi

Eni: chiuso uno stabilimento in Nigeria

Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters, Eni avrebbe chiuso l’oleodotto nigeriano che alimenta il terminale per le esportazioni di petrolio Brass a causa di un’esplosione.

La detonazione è avvenuta lunedì scorso e, secondo quanto dichiarato da Christina Abiakam-Omanu, capo del Corpo di sicurezza e protezione civile nigeriano nello Stato meridionale di Bayelsa, ha una matrice vandalica. A tal proposito, un sospetto sarebbe stato arrestato.

Un portavoce del Cane a sei zampe ha inoltre affermato che l’impatto dell’incidente è stato “minimo” dal punto di vista della produzione, aggiungendo inoltre che la linea di esportazione Brass rimane in funzione.

Azioni Eni in rosso a Piazza Affari

In linea con le blue chips italiane del comparto petrolifero, anche le azioni Eni stanno registrando un calo, che al momento della scrittura si attesta al -1,30%. Da inizio anno, il titolo sta cedendo il 5,95%, mentre il saldo da inizio ottava è positivo per il 2,38%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

Borsa Italiana ENI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.