Elezioni Basilicata 2024, tutto quello che devi sapere: orari, candidati e liste

Alessandro Cipolla

18 Aprile 2024 - 09:37

La guida alle elezioni regionali Basilicata 2024: la data ufficiale, gli orari, la legge elettorale, chi sono i candidati in corsa e quali liste li sostengono.

Elezioni Basilicata 2024, tutto quello che devi sapere: orari, candidati e liste

Elezioni regionali Basilicata 2024: è iniziato il conto alla rovescia con le urne che si apriranno domenica 21 e lunedì 22 aprile, evitando così una sorta di election day con le europee, il voto in Piemonte e il primo turno delle amministrative.

Per quanto riguarda i candidati invece saranno tre gli aspiranti presidenti in campo. L’attuale presidente di centrodestra Vito Bardi sarà in campo anche alle elezioni regionali 2024, con la coalizione che per l’occasione sarà allargata anche ad Azione e Italia Viva.

Nel centrosinistra Pd e M5s dopo un lungo balletto di nomi hanno annunciato la candidatura di Piero Marrese, con il terzo candidato in corsa alle regionali in Basilicata che è Eustachio Follia di Volt.

Diamo uno sguardo allora alla data e agli orari delle elezioni regionali Basilicata 2024, alla legge elettorale in vigore e quali sono le liste in campo per una sorta di guida in vista del voto di domenica e lunedì.

Elezioni regionali Basilicata 2024: data e orari

Le elezioni regionali 2024 interesseranno in totale cinque Regioni: oltre alla Basilicata, saranno chiamate a eleggere un nuovo presidente anche Abruzzo, Piemonte e Umbria. La Sardegna invece ha votato lo scorso 25 febbraio.

Le urne dovrebbero aprirsi in date differenti, con il voto in Piemonte che sarà accorpato alle elezioni europee dell’8 e 9 giugno. La Basilicata invece, nonostante il disco verde da parte del Cdm, ha preferito rispettare la scadenza naturale della legislatura.

Le elezioni regionali in Basilicata così nel 2024 si terranno in data 21 e 22 aprile, con questi che saranno gli orari del voto:

  • Domenica 21 aprile: ore 07:00 - ore 23:00
  • Lunedì 22 aprile: ore 07:00 - ore 15:00

Lo spoglio dei voti - che dovrà essere ultimato entro 12 ore - prenderà il via alle ore 15:00 di lunedì 22 aprile appena si concluderanno le operazioni di voto.

La legge elettorale

In Basilicata si voterà con la stessa legge elettorale del 2019, dopo che già nel 2013 i consiglieri furono sforbiciati da 30 a 20. La modifica è stata approvata a metà agosto con il voto degli undici consiglieri di centrosinistra e il numero legale garantito dalla presenza di Michele Napoli, consigliere di centrodestra.

Le novità maggiori sono l’introduzione della parità di genere con la doppia preferenza (in una lista un sesso non può superare la quota del 60%), l’abolizione del listino e del voto disgiunto: votando un consigliere la preferenza andrà direttamente anche al candidato governatore collegato.

Non è previsto il ballottaggio con il candidato che prenderà più voti che verrà nominato governatore. Cambia anche il premio di maggioranza che sarà progressivo: 11 consiglieri con il 30%, fino a un massimo di 14 consiglieri.

Per il resto si tratta di un sistema di voto proporzionale, con i consiglieri che verranno eletti tra le liste delle due circoscrizioni provinciali di Potenza e Matera (rispettivamente 13 e 7), con la soglia di sbarramento fissata al 3%.

Candidati e liste

In totale sono tre i candidati presidente in corsa alle elezioni regionali Basilicata 2024. Ecco chi sono e da quali liste sono sostenuti.

  • Vito Bardi: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Udc, Azione, Orgoglio Lucano, La Vera Basilicata.
  • Eustachio Follia: Volt.
  • Piero Marrese: Pd, M5s, Avs-Psi-Basilicata Possibile, Basilicata Casa Comune, Basilicata Unita.

Nel 2019 Vito Bardi è riuscito a riportare il centrodestra alla guida della Regione sostenuto da tutti i partiti della coalizione. In vista delle elezioni regionali Basilicata 2024, l’ex generale sarebbe disposto a correre alla ricerca di un secondo mandato.

Nonostante la maretta tra i vari partiti a seguito della sconfitta in Sardegna, alla fine con una nota congiunta i partiti del centrodestra hanno ufficializzato il sostegno a Bardi anche in questo 2024.

Nel centrosinistra il Pd ha provato a giocare d’anticipo proponendo l’imprenditore Angelo Chiorazzo, nome però non gradito al Movimento 5 Stelle. Alla fine i giallorossi hanno trovato un’intesa sul nome dell’oculista Domenico Lacerenza, ma il medico visto il subbuglio delle correnti locali alla fine ha deciso di mollare.

Allora ecco il nuovo colpo di scena: Pd, M5s Alleanza Verdi-Sinistra, Psi, +Europa e Basilicata Possibile, hanno annunciato la candidatura di Piero Marrese, attuale presidente della Provincia di Matera.

Piero Marrese poi ha incassato anche il sostegno di Basilicata Casa Comune di Angelo Chiorazzo. Della coalizione non fanno parte Italia Viva e Azione che hanno annunciato il loro sostegno a Vito Bardi, anche se tra i calendiani questa decisione ha provocato più di un malumore.

Chi da tempo si è tirato fuori dalla coalizione di centrosinistra è Volt, il movimento paneuropeo che comunque ha annunciato la presenza alle elezioni regionali in Basilicata con il coordinatore regionale Eustachio Follia nel ruolo di candidato.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo