Amministrative 2019: risultati ufficiali ballottaggi e primo turno nei capoluoghi

Elezioni amministrative 2019: i risultati ufficiali del primo turno e dei ballottaggi in tutti i comuni capoluogo interessati dal voto di questo tornata delle comunali.

Amministrative 2019: risultati ufficiali ballottaggi e primo turno nei capoluoghi

Sono quasi in archivio le elezioni amministrative 2019. Dopo il primo turno che si è svolto domenica 26 maggio, dove sono stati 3.829 i comuni in Italia (poco meno del 50% del totale) a essere interessati da questo voto tra cui ben 26 capoluoghi di provincia, si sono svolti anche i ballottaggi.

Non mancano comunque le eccezioni rappresentate dalla Sicilia (dove si è votato un mese fa sia per il primo turno che per i ballottaggi), dalla Sardegna (si è votato a giugno) e dalla Città metropolitana di Reggio Calabria (urne aperte in autunno).

Cliccando sui vari link dell’elenco qui di seguito dei capoluoghi che sono andati al voto, potrete trovare i risultati ufficiali dei candidati e delle liste e tutte le informazioni relative al voto.

Qui la nostra guida su COME FUNZIONA IL BALLOTTAGGIO

Elezioni amministrative 2019: città e risultati

L’elenco dei comuni capoluogo interessare dalle elezioni amministrative 2019. Cliccando sulla città interessata, potrete leggere la nostra guida con tutti i risultati (candidati e liste) relativa al capoluogo in questione.

  • Ascoli Piceno - Eletto Marco Fioravanti (cdx)
  • Avellino - Eletto Gianluca Festa (civico di csx)
  • Bari - Eletto Antonio Decaro (csx)
  • Bergamo - Eletto Giorgio Gori (csx)
  • Biella - Eletto Claudio Corradino (cdx)
  • Cagliari - Eletto Paolo Truzzu (cdx)
  • Caltanissetta - Eletto Roberto Gambino (M5S)
  • Campobasso - Eletto Roberto Gravina (M5S)
  • Cesena - Eletto Enzo Lattuca (csx)
  • Cremona - Eletto Gianluca Galimberti (csx)
  • Ferrara - Eletto Alan Fabbri (cdx)
  • Firenze - Eletto Diego Nardella (csx)
  • Foggia - Eletto Franco Lardella (cdx)
  • Forlì - Eletto Gian Luca Zattini (cdx)
  • Lecce - Eletto Carlo Maria Salvemini (csx)
  • Livorno - Eletto Luca Salvetti (csx)
  • Modena - Eletto Gian Carlo Muzzarelli (csx)
  • Pavia - Eletto Fabrizio Fracassi (cdx)
  • Perugia - Eletto Andrea Romizi (cdx)
  • Pesaro - Eletto Matteo Ricci (csx)
  • Pescara - Eletto Carlo Masci (cdx)
  • Potenza - Eletto Mario Guarente (cdx)
  • Prato - Eletto Matteo Biffoni (csx)
  • Reggio Calabria - Si vota in autunno
  • Reggio Emilia - Eletto Luca Vecchi (csx)
  • Rovigo - Eletto Edoardo Gaffeo (csx)
  • Sassari - Eletto Nanni Campus (civico area cdx)
  • Urbino - Eletto Maurizio Gambini (cdx)
  • Verbania Eletta Silvia Marchionini (csx)
  • Vercelli - Eletto Andrea Corsaro (cdx)
  • Vibo Valentia - Eletta Maria Limardo (cdx)

Sono stati in totale 3.865, quasi il 50% del totale, i comuni in Italia interessati nel 2019 alle elezioni amministrative. Nel dettaglio saranno 30 i comuni capoluogo a prendere parte a queste comunali. Tra di queste le città con più di 100.000 abitanti saranno 14, mentre i capoluoghi di regione saranno invece 6: Firenze, Cagliari, Perugia, Potenza, Campobasso e Bari.

Comuni al voto 2019
Lista dei comuni al voto il 26 maggio 2019

Scenario e regolamento

Oltre ai comuni che erano in scadenza, a inizio anno si è aggiunta anche Avellino, sindaco Ciampi eletto nel 2018 da mesi sfiduciato, e Lecce dove si era votato invece nel 2017. Le dimissioni del sindaco Carlo Salvemini e di 17 consiglieri hanno però sancito le elezioni anticipate nella città salentina.

Anche Rovigo si è tornato al voto prima del dovuto dopo la fine della Giunta Bergamin così come Vibo Valentia, dove le è caduta l’amministrazione di centrodestra guidata da Elio Costa.

Per ultima si è aggiunta anche la città di Cagliari, visto che il sindaco Massimo Zedda, dopo essere stato il candidato del centrosinistra alle recenti regionali in Sardegna, ha scelto di fare il consigliere regionale lasciando così la carica di sindaco.

Tra le altre città maggiori, ma non capoluogo di provincia, che sono state impegnate in queste comunali spiccano Sassuolo, Giulianova, Fano, Carpi, Empoli, Termoli, Nola, Alghero, Gela (si è già votato), Foligno, Gubbio e Bassano del Grappa.

Ricordiamo che nei comuni superiori ai 15.000 abitanti, un candidato per essere eletto al primo turno deve ottenere la maggioranza assoluta (il 40% nei comuni siciliani). Se questo non dovesse accadere, dopo due settimane ci sarà un ballottaggio tra i due candidati più votati.

Nei comuni inferiori ai 15.000 abitanti invece non è previsto alcun ballottaggio: il candidato più votato al primo turno sarà il nuovo sindaco. In caso di una perfetta parità, viene eletto primo cittadino il candidato più anziano.

Data e orari

Si sono aperte con qualche settimana di anticipo rispetto al solito i seggi delle elezioni amministrative nel 2019. Essendoci in programma anche le europee, ci sarà una concomitanza con il primo turno delle comunali come accaduto nel 2014.

Il Viminale ha dato il suo via libera per l’accorpamento, con la data di queste elezioni comunali che sarà quella di domenica 26 maggio 2019. L’eventuale ballottaggio dove previsto c’è stato quindi domenica 9 giugno.

Le urne domenica 26 maggio sono rimaste aperte dalle ore 07:00 fino alle ore 23:00. Per quanto riguarda il primo turno delle amministrative, lo spoglio è iniziato soltanto alle ore 14.00 di lunedì 27 maggio visto che prima si è data la precedenza alle europee.

Ci sono comunque delle eccezioni. La prima è rappresentata dalla Sicilia, dove i 34 comuni interessati (Caltanissetta unico capoluogo) si sono recati alle urne per il primo il 28 aprile, con i ballottaggi che invece si sono tenuti il 12 maggio.

Nei 29 comuni al voto della Sardegna invece è stato deciso uno slittamento delle elezioni. La nuova data è quindi quella di domenica 16 giugno, Cagliari e Sassari che saranno i capoluoghi interessati, con gli eventuali ballottaggi che si sono svolti domenica 30 giugno.

Nella Città metropolitana di Reggio Calabria infine le elezioni amministrative ci saranno in autunno: cinque anni fa la città calabrese si è recata alle urne il 26 ottobre dopo uno scioglimento anticipato.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Elezioni amministrative 2019

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.