Elezioni Terni 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Leonardo Latini nuovo sindaco

I risultati ufficiali delle elezioni amministrative a Terni: al ballottaggio vittoria di Leonardo Latini del centrodestra. Affluenza definitiva del 47,49%.

Elezioni Terni 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Leonardo Latini nuovo sindaco

Centrosinistra grande sconfitto in queste elezioni amministrative a Terni: dopo un lungo dominio, la coalizione non amministrerà più la città.

Nel ballottaggio in data domenica 24 giugno per determinare chi sarà il nuovo sindaco, vittoria netta di Leonardo Latini (che aveva sfiorato la vittoria già al primo turno) del centrodestra contro Thomas De Luca del Movimento 5 Stelle.

Il ballottaggio a Terni

Si è svolto in maniera regolare il voto a Terni per il ballottaggio tra Leonardo Latini e Thomas De Luca. Chi prenderà anche un solo voto in più dell’avversario diventerà il nuovo sindaco, mentre in caso di parità verrà eletto il candidato più anziano.

Affluenza definitiva del 47,49%. Risultati ufficiali dopo lo spoglio di 129 sezioni su 129.

  • Leonardo Latini (cdx) - 63,42%
  • Thomas De Luca (M5S) - 36,58%

Scaduti i termini per ufficializzare le possibili alleanze, non è stato ufficializzato nessun apparentamento tra i candidati in lizza al ballottaggio e quelli rimasti esclusi dopo il primo turno.

Una vittoria che ha il sapore di plebiscito quella di Leonardo Latini. Il centrodestra quindi dopo i capoluoghi toscani impegnati al voto è riuscito a strappare al centrosinistra un’altra sua storica roccaforte.

I risultati del primo turno

Si sono chiuse alle 23:00 le urne a Terni con l’affluenza che è stata del 59,47%. Questi sono i risultati ufficiali dopo lo spoglio di 129 sezioni su129.

  • Paolo Angeletti - 14,99%
  • Leonardo Latini - 49,22%
  • Thomas De Luca - 25,03%
  • Emiliano Camuzzi - 1,46%
  • Mariano De Persio - 0,97%
  • Alessandro Gentiletti - 3,90%
  • Andrea Rosati - 3,23%
  • Piergiorgio Bonomi - 1,16%

    Oltre a Terni, nel 2018 si è votato in altri 761 comuni per il rinnovo delle amministrazioni locali. In Umbria saranno 8 le amministrazioni che sono state rinnovate tra cui Spoleto, Umbertide e Corciano.

La legge elettorale

Fatta eccezione per le regioni a statuto speciale dove possono esserci dei cambiamenti in base all’autonomia, la legge elettorale delle elezioni amministrative in Italia è di tipo stampo maggioritario.

Essendo Terni un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato al primo turno dovesse ottenere la maggioranza assoluta, allora si terrà a un ballottaggio tra i due più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità nel testa a testa, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e di conseguenza una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.

Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere a Terni nel totale 32 consiglieri oltre al sindaco, saranno ammesse tutte le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi.

I candidati

Sono otto in totale i candidati che prenderanno parte alle elezioni comunali a Terni. Vediamo allora nel dettaglio chi sono e da quali partiti o liste saranno appoggiati il prossimo 10 giugno.

  • Paolo Angeletti - Partito Democratico e Terni Immagina
  • Leonardo Latini - Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Il Popolo della Famiglia e Terni Civica
  • Thomas De Luca - Movimento 5 Stelle
  • Emiliano Camuzzi - Potere al Popolo
  • Mariano De Persio - Partito Comunista
  • Alessandro Gentiletti - Senso Civico
  • Andrea Rosati - Prima Terni
  • Piergiorgio Bonomi - CasaPound

Dal 1999 a Terni è il Centrosinistra ad amministrare la città. Dopo le dimissioni lo scorso gennaio dell’ex primo cittadino Leopoldo Di Girolamo, la città umbra dovrà tornare alle urne in questo 2018 con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale della giunta.

A queste elezioni il Centrosinistra comunque si presenterà più frammentato che mai, visto che saranno ben cinque i candidati all’area. Mentre il Partito Democratico ha scelto l’ex dirigente del PCI Paolo Angeletti, hanno deciso di correre per conto proprio Alessandro Gentiletti e Andrea Rosati.

Come già accaduto alle elezioni politiche dello scorso 4 marzo, sia Potere al Popolo con Emiliano Camuzzi che il Partito Comunista con Mariano De Persio, correranno in solitaria il prossimo 10 giugno.

Compatto invece il Centrodestra, con tutti i partiti che hanno scelto di sostenere l’avvocato Leonardo Latini, vicino al carroccio, trovando anche l’appoggio del Popolo della Famiglia e della lista Terni Civica.


Il giovanissimo Thomas De Luca, trent’anni il prossimo 28 giugno, sarà il candidato del Movimento 5 Stelle mentre CasaPound ha deciso di puntare come avvenuto quattro anni fa su Piergiorgio Bonomi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories