Elezioni 2020, dove si vota nel mondo? Tutti gli appuntamenti elettorali

Tutte le elezioni che nel mondo si terranno nel 2020, un anno che sarà molto importante dal punto di vista politico con il voto negli Stati Uniti, ma non mancheranno delicati appuntamenti elettorali anche in Italia.

Elezioni 2020, dove si vota nel mondo? Tutti gli appuntamenti elettorali

Se il 2019 è stata l’Europa la grande protagonista dal punto di vista elettorale, nel 2020 tutte le attenzioni saranno invece rivolta agli Stati Uniti dove a inizio novembre si terranno le già roventi elezioni presidenziali.

Come è sempre accaduto, chi sarà il nuovo inquilino della Casa Bianca di riflesso andrà a condizionare anche l’intero scenario geopolitico internazionale, soprattutto vedendo le diverse questioni spinose tuttora irrisolte in Sudamerica e in Medio Oriente.

Qui la nostra Guida alle elezioni Stati Uniti 2020

Oltre agli Stati Uniti saranno molto delicate anche le elezioni che si terranno in Iran, mentre in Israele si tornerà al voto per la terza volta in meno di un anno dopo che per due volte dalle urne non è uscita nessuna chiara maggioranza.

Il 2020 sarà politicamente parlando un anno molto importante anche in Italia, dove oltre alle immancabili amministrative saranno soprattutto le regionali a tenere banco oltre al referendum sul taglio dei parlamentari.

Elezioni 2020: dove si vota nel mondo

Nell’elencare tutti i vari appuntamenti elettorali che in tutto il mondo si svolgeranno in questo 2020 non potevamo che partire con l’Italia, dove oltre che per le amministrative e le egionali si voterà il prossimo 29 marzo anche per il referendum confermativo in merito alla riforma del taglio dei parlamentari.

Se tra i comuni dove si apriranno le urne tutte le attenzioni saranno concentrate su Venezia, lo scorso 26 gennaio ci sono state le delicatissime elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria.

Una sorta di secondo round per quanto riguarda le regionali si terrà invece a fine maggio,quando sarà la volta di Toscana, Veneto, Campania, Liguria, Puglia e Marche.

Europa

Dopo un 2019 più che denso di appuntamenti, oltre alle elezioni europee si è votato nel Regno Unito e per ben due volte in Spagna solo per citare gli appuntamenti più in vista, nel 2020 c’è grande curiosità per cosa accadrà in Polonia.

Il mandato dell’attuale presidente conservatore Andrzej Duda scadrà il prossimo 6 agosto, con il partito di governo Giustizia e Libertà che viene dato come il grande favorito nei sondaggi e vicino anche alla maggioranza assoluta.

Ad aprire le danze il 9 febbraio sono state le elezioni parlamentari in Azerbaijan e quelle in Irlanda, dove c’è stata una storica avanzata dei nazionalisti di Sinn Féin, mentre il 26 febbraio toccherà alla Slovacchia eleggere il nuovo Parlamento con la Serbia che poi farà lo stesso il 26 aprile.

Nord America e Sudamerica

L’appuntamento più atteso è naturalmente quello del 3 novembre, quando negli Stati Uniti si voterà per eleggere il nuovo Presidente oltre che i membri del Congresso e diversi governatori nei vari Stati.

Donald Trump punta a un secondo mandato dopo aver evitato l’impeachment nei suoi confronti, con una eventuale condanna che gli avrebbe precluso la possibilità di presentarsi di nuovo alle elezioni.

A febbraio sono iniziate le primarie del Partito Democratico e Repubblicano per individuare il candidato: tra i dem il favorito è l’ex vicepresidente Joe Biden, ma attenzione anche all’eterno Bernie Sanders e al miliardario Michael Bloomberg, mentre Donald Trump tra i Repubblicani non ha rivali.

In Sudamerica invece il 2 gennaio si è votato per le elezioni parlamentari in Perù, dove è uscito fuori un Parlamento frazionato senza nessun vincitore, mentre in teoria le urne si dovrebbero aprire anche in Venezuela e Bolivia (3 maggio) ma, vista la delicata situazione politica nei due paesi, non mancano gli interrogativi.

Africa e Asia

La data da cerchiare con il circoletto rosso è quella del 20 febbraio, giorno in cui ci saranno le elezioni legislative in Iran, paese dove di recente c’è stata una violenta rivolta popolare che ha provocato centinaia di vittime.

Altra situazione complessa è quella relativa a Hong Kong: dopo le grandi tensioni degli ultimi mesi, tutti gli occhi saranno puntati sulle elezioni locali che si terranno a settembre dove si fronteggeranno i vari partiti pro o contro la Cina.

Il 2 marzo 2020 si tornerà per la terza al voto in pochi mesi in Israele, mentre per quanto riguarda l’Africa gli appuntamenti più importanti saranno quelli di maggio quando si voterà in Etiopia e di ottobre, quando le urne si apriranno invece in Costa d’Avorio.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Elezioni politiche

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories