Netanyahu vincerà le elezioni in Israele, portando gli estremisti al governo

Lorenzo Bagnato

3 Novembre 2022 - 10:05

condividi

Benjamin Netanyahu fa un ritorno inaspettato come possibile primo ministro di Israele. Condurrà una coalizione di destra.

Netanyahu vincerà le elezioni in Israele, portando gli estremisti al governo

Con quasi il 90% dei voti contati, sembra che il prossimo primo ministro israeliano sarà Benjamin Netanyahu. Se le cose andranno avanti fino al risultato finale, Netanyahu guiderà il governo più di estrema destra nella storia di Israele. Il partito Likud, guidato da Neanyahu, formerà una coalizione con Sionismo Religioso, il partito di estrema destra che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni.

Benjamin Netanyahu è stato il primo ministro più longevo in Israele. Ha ricoperto l’incarico per 15 anni e consecutivamente per 12. Tuttavia, è stato estromesso nel 2018 a causa di accuse di corruzione. Tali accuse sono valide ancora oggi e per queste Netanyahu dovrà affrontare tre diversi processi.

Senza di lui, tuttavia, Israele non potrebbe trovare alcuna stabilità politica. Il Paese mediorientale ha condotto cinque elezioni in quattro anni e ogni coalizione era più instabile della precedente.

L’attuale primo ministro Yair Lapid, nonostante abbia cercato di formare il governo più inclusivo nella storia del Paese, non ha mai avuto una forte maggioranza. In Israele è quasi impossibile che un singolo partito mantenga la maggioranza assoluta in Parlamento, quindi alleanze e coalizioni sono la norma. Non è un sistema politico bizzarro: Paesi come la Germania e l’Italia hanno una struttura simile. Tuttavia, la sua principale debolezza è che se un solo partito all’interno della coalizione decide di rinunciare, l’intero governo va in pezzi.

Come sarà il governo di Netanyahu

In questo momento la coalizione di Netanyahu manterrà 65 dei 120 seggi alla Knesset, il parlamento israeliano. Il suo governo, tuttavia, sarà formato da estremisti e outsider. Se il governo di Yair Lapid ha provato a includere gli arabi nella Knesset per la prima volta, è probabile che Netanyahu aumenterà l’oppressione contro di loro.

Ben Gvir, uno dei leader di estrema destra, si è sempre opposto verbalmente a qualsiasi politica clemente nei confronti della Palestina e degli insediamenti palestinesi. «Vogliamo fare una separazione totale tra coloro che sono fedeli allo stato di Israele - e non abbiamo alcun problema con loro - e coloro che minano il nostro caro Paese», ha detto.

In una delle sue imprese più famose, è stato visto impugnare una pistola in un quartiere palestinese e promettere alla polizia che avrebbe sparato ai residenti. È anche apertamente contro i diritti Lgbtq+ (Israele è l’unico paese del Medio Oriente in cui tali diritti sono protetti) e favorevole all’aumento delle forze di polizia.

Il suo partito ha ricevuto solo il 14% dei voti, ma è un forte aumento rispetto alle ultime elezioni, quando ha ottenuto solo una manciata di seggi.

In generale, queste elezioni si sono svolte in un’atmosfera intensa, da quando un terrorista palestinese ha schiantato la sua auto contro un ufficiale israeliano vicino a un posto di controllo. L’agente sarebbe rimasto gravemente ferito, mentre l’autista è morto poco dopo l’incidente.

Il prossimo governo israeliano potrebbe portare la tanto necessaria stabilità politica nel Paese, così come tempi ancora più difficili per i palestinesi.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il giorno 2022-11-02 13:47:02. Titolo originale: Netanyahu to win Israel elections, bringing Extremists into the government

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it