Ebay: tutto quello che devi sapere sulle aste online

Redazione Tecnologia

10 Settembre 2022 - 18:33

condividi

Una guida utile per chi vuole capire come fare un’offerta su Ebay, come ritirarla o renderla automatica, che cos’è il prezzo di riserva e altro ancora.

Ebay: tutto quello che devi sapere sulle aste online

Una caratteristica che differenzia eBay dalla stragrande maggioranza delle altre piattaforme di e-commerce sono le aste online. Alcuni articoli possono essere acquistati in modo diretto (come avviene su Amazon, Aliexpress ecc.), mentre per altri esiste anche (o solo) la possibilità di “sfidare” gli altri utenti in una gara a chi fa l’offerta più alta entro un certo limite di tempo. In questo articolo vedremo nel dettaglio come funzionano le aste sulla piattaforma, sia dal punto di vista dell’acquirente che da quello del venditore.

Come fare un’offerta in un’asta su eBay

Se su eBay hai trovato all’asta un oggetto al quale sei interessato, puoi provare ad aggiudicartelo facendo un’offerta e sperando che non venga superata. Per farlo bisogna andare sulla scheda prodotto, dove sono presenti varie informazioni utili, e cliccare sul tasto blu “Fai una proposta”. A questo punto non resta altro da fare che inserire una cifra più alta di quella attuale. Al termine dell’asta, il miglior offerente si aggiudica l’articolo e ha l’onere di procedere con il pagamento. Come ricorda eBay, infatti, “un’offerta è un contratto vincolante. Perciò, quando fai un’offerta su un oggetto in un’asta online e te lo aggiudichi, ti impegni ad acquistarlo”.

Si possono impostare le offerte automatiche?

La risposta è sì. Questa opzione ti permette di inserire l’importo massimo che sei disposto a pagare per un articolo, selezionare “Fai un’offerta” e lasciare che sia eBay a pensare al resto. La piattaforma, infatti, continua a puntare per te fino a quando la cifra massima che hai inserito viene superata. A quel punto ti manda un avviso, dandoti la possibilità di aumentare il limite massimo o di rinunciare all’asta. Per evitare problemi in un secondo momento, è importante non puntare più di quanto si è effettivamente disposti a spendere e ricordarsi di sommare le spese di spedizione al totale.

Naturalmente, oltre a te anche altri utenti possono usare il sistema delle offerte automatiche e ciò può comportare che una tua puntata venga superata subito da un’altra più elevata. In questo caso devi aumentare il limite massimo se desideri diventare il migliore offerente.

È possibile ritirare un’offerta?

In alcuni casi sì, ma si tratta di eccezioni molto precise. Puoi ritirare l’offerta se:

  • Il venditore ha modificato in modo considerevole la descrizione dell’oggetto;
  • Hai sbagliato a scrivere l’importo, mettendo, per esempio, 200 € al posto di 20. In tal caso puoi inserire il prezzo giusto dopo aver ritirato l’offerta errata;
  • Contattare il venditore si rivela impossibile.

Anche la tempistica gioca un ruolo importante. Quando mancano almeno 12 ore alla scadenza dell’inserzione puoi ritirare ogni offerta che hai fatto. In caso contrario puoi ritirare solo l’offerta più recente, a patto che siano trascorsi almeno sessanta minuti da quando l’hai fatta. Annullare quelle precedenti è impossibile, ma puoi provare a contattare il venditore e chiedergli di farlo al posto tuo. Tieni però presente che non è obbligato ad accettare la richiesta e potrebbe quindi rifiutarsi.

Il prezzo di riserva

In alcune aste esiste il cosiddetto “prezzo di riserva”, ossia l’importo minimo al di sotto del quale il venditore si rifiuta di vendere l’articolo. Se non viene raggiunto, l’oggetto in questione viene ritirato senza essere venduto a nessuno. Non sempre il prezzo di riserva visibile; potresti scoprire che il venditore ne ha imposto uno solo quando provi a fare un’offerta più bassa rispetto a tale importo. È possibile che il prezzo di riserva sia abbassato durante l’asta. Inoltre, il venditore potrebbe anche decidere di inviare un’offerta diretta a uno dei partecipanti.

L’offerta diretta

Tramite l’offerta diretta, il venditore propone in privato l’acquisto di un oggetto a chi non è riuscito ad accaparrarselo durante un’asta. Se ti arriva una proposta simile, puoi decidere di accettarla e pagare l’oggetto o di non rispondere, lasciandola scadere automaticamente (a seconda del tempo scelto dal venditore, ciò può avvenire nell’arco di 1, 3, 5 o 7 giorni). Se non desideri ricevere le offerte dirette, puoi modificare le preferenze di notifica dalle impostazioni di eBay.

Di solito un venditore fa un’offerta diretta quando l’oggetto che ha messo non ha raggiunto il prezzo di riserva, ma lui desidera ancora venderlo. In alternativa potrebbe essere in possesso di una seconda copia dell’articolo.

Come mettere un oggetto all’asta

Se sei un venditore e desideri mettere un oggetto all’asta, non devi fare altro che premere il tasto “vendi”, presenti nella parte in alto a destra della homepage, descrivi nel modo più accurato possibile l’articolo che vuoi vendere e le sue condizioni (“nuovo con scatola”, “usato” ecc.), scegli il formato “Asta online” e imposta il prezzo di partenza.

Volendo, puoi anche offrire la possibilità di “acquistare subito” l’oggetto spuntando l’apposita opzione (eBay ricorda che “il prezzo Compralo Subito deve essere almeno del 40% superiore rispetto al prezzo di partenza dell’Asta online”) e impostare il prezzo di riserva, di cui abbiamo parlato nei paragrafi precedenti. Per quanto riguarda la durata dell’asta, è possibile scegliere tra 1, 3, 5, 7 o 10 giorni.

Argomenti

# eBay

Iscriviti a Money.it