Ebay: come funziona e come utilizzarlo in sicurezza

Redazione Tecnologia

9 Settembre 2022 - 16:30

condividi

Scopriamo assieme quali sono le caratteristiche principali della nota piattaforma di e-commerce, attiva in Italia dal 2001

Ebay: come funziona e come utilizzarlo in sicurezza

Tra i tanti siti di e-commerce esistenti, eBay è uno dei più longevi e famosi. Esiste dal 1995 (anche se in Italia è arrivato solo nel 2001) e nel corso degli anni si è distinto per affidabilità, offrendo a tante persone uno spazio virtuale in cui acquistare e vendere articoli di ogni tipo, sia in modo diretto che tramite le aste online.

Rispetto ad Amazon, rappresenta un sito perfetto anche per chi non ha un negozio e vuole semplicemente vendere degli oggetti che possiede, magari per fare un po’ di spazio in vista di nuovi acquisti o di un trasloco impegnativo. Inoltre, è anche un luogo molto interessante nel quale cercare tanti articoli di seconda mano, magari anche difficili da recuperare tra altre parti. I prezzi non sono sempre vantaggiosissimi, ma con un po’ di impegno si riesce quasi sempre a trovare qualche offerta degna di nota. Scopriamo nel dettaglio come funziona.

eBay, come registrarsi alla piattaforma

Dopo aver effettuato la registrazione sulla piattaforma, requisito essenziale per avere accesso a tutte le funzioni del servizio (e non limitarsi quindi a leggere solo le descrizioni dei prodotti disponibili), è possibile iniziare a fare acquisti o vendere.

Chi si iscrive al sito soprattutto per svolgere quest’ultima attività, potrebbe valutare la possibilità di optare per un account Business, grazie al quale è possibile usufruire di alcuni benefici fiscali. È possibile, per esempio, fornire la partita Iva per il pagamento delle tariffe eBay al netto dell’imposta e registrare una ragione sociale.

Per farlo bisogna accedere alla schermata di registrazione, scorrere verso la parte bassa dello schermo, selezionare “Registra un account professionale” e fornire le informazioni richieste, tra cui il tipo di attività e il tipo di azienda. Nella schermata successiva, invece, si devono inserire l’Id utente eBay e la password.

Infine, bisogna confermare la propria identità inserendo una carta di credito attiva o inserendo un numero di telefono al quale ricevere un codice di verifica.
Per creare un account normale, invece, basta fornire nome, cognome, indirizzo email e password. Nel giro di pochi minuti si dovrebbe ricevere un’email di conferma, contente un link da premere per confermare la propria iscrizione alla piattaforma.

Come fare acquisti su eBay

Fare acquisti su eBay è piuttosto semplice. Nella parte alta della homepage è presente una barra di ricerca nella quale è possibile inserire qualsiasi termine associato all’articolo che si desidera trovare. Per esempio, chi vuole una cuccia per cani potrebbe limitarsi a scrivere “cuccia” e premere “invio” sulla tastiera (o cliccare con il mouse sul tasto “cerca”, ben evidenziato in più). Volendo è anche possibile limitare la ricerca a una singola categoria, selezionabile da menù a tendina posto a destra della barra di ricerca. Tornando all’esempio della cuccia per cani, si potrebbe scegliere la categoria “giardino e arredamento esterni” per provare a restringere il campo.

Una volta trovato l’articolo che si desidera acquistare, è sufficiente cliccarci sopra per visualizzare la sua scheda, ricca di informazioni utili. Qui è possibile, per esempio, trovare una descrizione del prodotto, scoprire quanto è grande e di quali materiali è composto, se è nuovo o usato, di che marca è e altro ancora. Non mancano delle informazioni molto importanti sulle tempistiche e i costi della spedizione, il prezzo, i metodi di pagamento accettati e le istruzioni per l’eventuale rimborso.

Se l’articolo è conforme alle proprie aspettative, è possibile procedere all’acquisto premendo su “compralo subito” e procedendo al pagamento (nella stragrande maggioranza dei casi è possibile usare PayPal, che è sicuro e offre svariate tutele all’acquirente, ma ci sono anche altre opzioni, tra cui il pagamento in contrassegno).

Se l’opzione “comprarlo subito” non è presente, vuol dire che si ha a che fare con un’asta. In questo caso, è possibile provare ad accaparrarsi l’articolo facendo un’offerta e sperando che non venga superata tra altri potenziali acquirenti. Bisogna tenere presente che il venditore potrebbe aver impostato un prezzo di riserva, ossia una cifra al di sotto della quale si rifiuta di vendere l’oggetto messo all’asta. Se nessuna delle offerte la supera entro lo scadere del tempo, il venditore si limita a togliere l’inserzione senza venderlo a nessuno (anche se non da escludere un’eventuale offerta di vendita diretta a uno dei partecipanti all’asta).

Come evitare le truffe

Il modo migliore per evitare di essere truffati su eBay è tenere d’occhio i feedback dei venditori. Si tratta di punteggi che vengono assegnati dagli utenti al termine di ogni transazione e aiutano a distinguere gli utenti seri da quelli poco affidabili. Anche chi compra riceve dei feedback che attestano la sua affidabilità come acquirente e offrire delle tutele a entrambe le parti: più il punteggio è alto e meno c’è bisogno di preoccuparsi!

La piattaforma, inoltre, invita a diffidare dalle inserzioni di breve durata, che spariscono nel giro di 24 ore. È però opportuno includere la natura dell’articolo in vendita nella propria analisi sull’affidabilità di un venditore: dopotutto è normale che i biglietti per un concerto, per esempio, spariscano in fretta, soprattutto se si parla di un evento che avrà luogo a breve.

Anche gli oggetti venduti a prezzi bassissimi e che risultano esauriti da qualsiasi altra parte devono far scattare un campanello d’allarme. Se un affare sembra troppo vantaggioso per essere vero, è probabile che ci sia qualcosa che non va.

Non è sbagliato neppure guardare con sospetto i venditori che si mettono in contatto con gli acquirenti tramite canali esterni a eBay (come email o numero di telefono) o che propongono metodi di pagamento non contemplati dalla piattaforma (come il trasferimento di denaro su un conto estero, assolutamente contrario alle regole del sito). Il sito invita a segnalare qualunque attività sospetta.

Vendere su eBay

Per quanto riguarda la vendita su eBay, bisogna tenere presente che la piattaforma offre a ogni utente la possibilità di creare 50 inserzioni gratuite al mese, in modalità asta online o compralo subito. Per ogni vendita andata a buon fine è prevista una commissione sul valore finale pari al 5% dell’importo totale della vendita fino a 2000 €, che scende al 2% una volta superata questa soglia. eBay specifica che «per importo totale della vendita si intende l’importo totale pagato dall’acquirente, che comprende le spese di imballaggio, le spese del servizio di spedizione selezionato dall’acquirente, l’Iva e qualsiasi altra tariffa applicabile».

Per mettere in vendita un oggetto bisogna selezionare il tasto “vendi”, presente in alto a destra nella homepage, descrivere l’articolo e le sue condizioni in modo accurato e veritiero e scegliere tra il formato “compralo subito” e “asta online”.
Scegliendo quest’ultima opzione si può comunque inserire la possibilità dell’acquisto diretto, tenendo però a mente che il costo deve superare di almeno il 40% il prezzo di partenza dell’asta.

Esiste, inoltre, la possibilità di scegliere la durata dell’inserzione. Quelle con opzione “compralo subito” non hanno una data di scadenza, perché l’articolo viene rimesso in vendita ogni mese finché non viene venduto o il venditore decide di chiudere l’inserzione. Per le aste, invece, si può scegliere tra 1, 3, 5, 7 o 10 giorni.

Argomenti

# eBay

Iscriviti a Money.it