Dividendi banche, Bce verso l’ok ma a due condizioni

Mario D’Angelo

15 Dicembre 2020 - 18:03

15 Dicembre 2020 - 20:16

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I dividendi delle banche, nonostante la seconda ondata, potrebbero ricevere il via libera dalla Bce

Dividendi banche, Bce verso l'ok ma a due condizioni

La Bce consentirà di nuovo la distribuzione dei dividendi. Lo stop era stato deciso a marzo, in relazione allo scoppio della pandemia di coronavirus. L’istituto diretto da Christine Lagarde a breve darà il via libera, ma a due condizioni: che i dividendi non superino il 15% degli utili accumulati nel 2019 e nel 2020 e che le banche siano in grado di dimostrare sufficiente liquidità.

Bce verso sospensione stop a dividendi banche

Entro oggi dovrebbe arrivare la decisione della Banca Centrale Europea sui dividendi bancari. Questi potrebbero essere consentiti se le banche riescono a convincere i propri supervisori di poterselo permettere.

Nel marzo scorso la Bce aveva raccomandato lo stop alla distribuzione degli utili per quest’anno per preservare capitale nel caso di un’ondata di prestiti non pagati che potrebbe raggiungere gli 1,4 mila miliardi di euro a causa della pandemia.

La situazione in Europa preoccupa perché, mentre il continente è alle prese con la seconda ondata di coronavirus, si prevede un incremento delle insolvenze nei prossimi mesi, perché i programmi di supporto dei governi si esauriranno insieme ai risparmi di aziende e famiglie.

Le condizioni della Bce al via libera ai dividendi

Nel corso della riunione di martedì 15 dicembre, i supervisori della Bce hanno valutato se permettere ai banchieri di distribuire il 15% degli utili degli ultimi due anni per un massimo di 20 punti base di capitale Cet1. Non basterà il via libera della Bce, comunque, perché la valutazione si farà poi caso per caso.

L’approccio selettivo è stato caldeggiato dai capi di alcuni fra i maggiori istituti bancari europei, come gli italiani Carlo Messina di Intesa Sanpaolo e Alberto Nagel di Mediobanca.

Secondo i banchieri, lo stop ai dividendi sta rendendo più difficile attrarre gli investitori. La Banca d’Inghilterra ha disposto un limite alla distribuzione in dividendi del 25% sugli utili cumulativi del periodo 2019/20.

In una nota, la Bce ha raccomandato alle banche «estrema prudenza» almeno fino al 30 settembre 2021.

Argomenti

# BCE
# Banche

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories