Diventare postino per Poste Italiane, nuove offerte di lavoro: requisiti e come candidarsi

Poste Italiane assume nuovi postini: via alla selezione per portalettere da inserire in azienda con contratto a tempo determinato.

Diventare postino per Poste Italiane, nuove offerte di lavoro: requisiti e come candidarsi

Come ogni anno di questo periodo, Poste Italiane è alla ricerca di giovani da assumere come portalettere (o meglio conosciuti come postini).

In prossimità della stagione estiva, infatti, Poste Italiane ricerca sempre personale da inserire temporaneamente in organico e già in questi giorni è possibile inviare la propria candidatura all’azienda.

Le assunzioni saranno con contratto a tempo determinato, quindi non si tratta di un inserimento stabile in azienda; il reclutamento avverrà in base alle specifiche esigenze aziendali sia in termini numerici che di durata.

Si tratta comunque di un offerta di lavoro molto interessante perché permette di arricchire il proprio Curriculum Vitae lavorando per una delle aziende italiane più importanti. Senza dimenticare che un postino guadagna anche un buono stipendio, con la retribuzione che si aggira dai 1.200€ ai 1.500€ netti.

Quindi se volete diventare postini cominciando a lavorare già dalle prossime settimane, e per tutta l’estate, con Poste Italiane, questi sono i giorni giusti per inviare la candidatura all’azienda; vediamo come fare e quali caratteristiche e requisiti deve avere il candidato perfetto per essere assunto come portalettere.

Diventare postino per Poste Italiane: i requisiti

Per lavorare come postino per il periodo estivo bisogna soddisfare particolari requisiti legati al titolo: possono inviare la loro candidatura, infatti, solo coloro che hanno conseguito il diploma di scuola superiore, purché con votazione minima di 70/100.

In alternativa possono candidarsi i laureati - anche alla triennale - con votazione minima 102/110. A tal proposito ricordate che al momento della prima convocazione presso la sede di Poste Italiane dovrete portare con voi la documentazione che attesta il titolo di studio, oltre alla votazione conseguita.

Non sono previsti requisiti legati all’età, né tantomeno altre competenze specifiche; è necessario però aver conseguito la patente di guida per la guida del motomezzo aziendale (di tipologia A o B).

Infine, il candidato dovrà dimostrare idoneità generica al lavoro; solo in caso di assunzione questa dovrà essere certificata dall’apposita documentazione medica rilasciata dalla USL/ASL di appartenenza, o anche dal proprio medico curante.

Non sono richieste altre competenze se non per coloro che saranno impiegati presso la provincia di Bolzano; questi, infatti, devono essere in possesso del certificato di bilinguismo.

Diventare postino per Poste Italiano: le sedi di lavoro

Prima di inviare la vostra candidatura vi interesserà sapere per quali zone d’Italia c’è la possibilità di essere impiegati. L’elenco delle possibili sedi di lavoro è indicato nell’annuncio di Poste Italiane, e vede le seguenti Regioni e Province interessate:

  • Piemonte: Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano-Cusio-Ossola.
  • Liguria: Imperia, Savona, Genova, La Spezia.
  • Trentino Alto Adige: Bolzano, Trento.
  • Veneto: Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo;
  • Friuli Venezia Giulia: Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone
  • Lombardia: Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza Brianza.
  • Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini.
  • Marche: Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo.
  • Toscana: Massa-Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Prato, Grosseto.
  • Umbria: Perugia, Terni.
  • Lazio: Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone.
  • Abruzzo: L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti.
  • Sardegna: Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia-Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia-Iglesias.
  • Campania: Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno.
  • Calabria: Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.
  • Molise: Campobasso, Isernia.
  • Puglia: Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Barletta-Andria-Trani, Lecce.
  • Basilicata: Potenza, Matera.
  • Sicilia: Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa.
  • Valle d’Aosta: Aosta.

Diventare postini per Poste Italiane: come candidarsi

Poste Italiane prenderà in considerazione solamente le candidature presentate entro il 3 giugno 2019. Saranno valutati solamente i profili che hanno inviato la propria candidatura tramite il servizio presente nella sezione “Lavora con noi” del sito dell’azienda (clicca qui e seleziona la voce “candidati).

Ricordate che nel candidarvi potete indicare una sola area territoriale di preferenza.

Una volta completati tutti i passaggi non vi resta che attendere e sperare di essere ricontattati. Nel dettaglio, l’iter selettivo si compone dei seguenti passaggi:

  • telefonata da parte delle Risorse Umane Territoriali:
  • convocazione presso una sede aziendale e somministrazione di un test di logica. In alternativa si riceverà una mail con il link dove il candidato può sostenere lo stesso test ma senza recarsi in azienda.

Superata la prima fase di selezione, i candidati saranno convocati in sede per un colloquio e per la prova d’idoneità alla guida del motomezzo (di cilindrata 125, a pieno carico di posta).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Opportunità di lavoro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.