Diretta Elezioni 2018 aggiornamenti live, Franceschini: “Mai pensato a un governo con i 5 Stelle”

Chiuse le urne di queste elezioni politiche sia il Centrodestra che il Movimento 5 Stelle rivendicano la vittoria, mentre Renzi si dimetterà dopo la formazione di un governo.

Qui seguiremo in diretta le elezioni 2018 tenendovi aggiornati su tutte le novità dell’ultima ora. Vi terremo compagnia fino a quando non sarà pubblicato il risultato ufficiale delle elezioni, aggiornandovi - una volta chiuse le urne - su spoglio ed exit poll.

Diretta elezioni 2018: aggiornamenti in tempo reale da tutta Italia

Ore 17:20- Dario Franceschini: “Mai pensato a un governo con i 5 Stelle”.

Ore 15:38- Matteo Salvini: “Sono contento della compattezza del centrodestra, andremo insieme al Quirinale. Siamo la prima coalizione e siamo la speranza per gli italiani”.

Ore 15:11- Matteo Renzi: “Chi vuole portare il PD a sostenere le destre o i 5 Stelle lo dica”

Ore 14:43- Claudio Lotito fuori dal Parlamento, non essendo stato ripescato nel listino proporzionale di Forza Italia in Campania.

Ore 13:29- Aspettando anche l’assegnazione dei seggi relativi al voto estero, ormai appare chiaro come non sia uscita fuori nessuna chiara maggioranza dal voto. Per formare un nuovo governo sarà quindi necessario stringere alleanze trasversali.

Ore 12:46- Alta tensione nel PD: Debora Serracchiani ha deciso di dimettersi dalla Direzione Nazionale del partito

Ore 11:32- Carlo Calenda annuncia la sua volontà di iscriversi al PD per risollevare il partito.

Ore 11:28- Anche Adriano Galliani, dove ci saranno anche Umberto Bossi e Vittorio Sgarbi.

Ore 10:19- Escono fuori i nomi dei “ripescati” alla Camera: ce la fanno Laura Boldrini, Pier Luigi Bersani, Marco Minniti e Valeria Fedeli. Fuori invece Pippo Civati e Dino Giarrusso, mentre al Senato mancano l’elezione Massimo D’Alema e Roberto Formigoni.

Ore 19:46- Più incerto invece il voto nel Lazio, dove comunque Zingaretti a metà sezioni scrutinate è in vantaggio.

Ore 19:29- Anche se lo spoglio è ancora in corso è ormai chiara la vittoria del candidato del Centrodestra Attilio Fontana alle elezioni regionali in Lombardia.

Ore 18:55- Matteo Renzi ha annunciato che si dimetterà da segretario del PD una volta che si formerà il nuovo governo.

Ore 18:13- Silvio Berlusconi: “Il mandato per governare spetta a noi”

Ore 17:44- Ancora attesa per le parole di Renzi che sarebbe ancora indeciso sulle sue dimissioni nonostante il pressing della minoranza dem.

Ore 17:20- Giorgia Meloni: “Non avrebbe senso un incarico a Luigi Di Maio”.

Ore 16:35- Aspettando la conferenza stampa di Matteo Renzi, circola negli ambienti dem l’ipotesi di un incarico affidato a Maurizio Martina in caso di dimissioni da parte dell’ex premier.

Ore 16:15- Claudio Borghi (Lega): “Chi ha a cuore la democrazia non può non tener conto che c’è un terzo del paese che ha votato M5S e bisognerebbe essere dei matti per pensare che vadano ignorati o messi nel cassetto”

Ore 14:45- Pietro Grasso: “Rappresentanza limitata ma siamo comunque disponibile a tutti i confronti in Parlamento”. Nessuna preclusione quindi a un dialogo con i 5 Stelle.

Ore 14:21- Ecco qual è la situazione alla Camera dei Deputati quando sono stati scrutinati 61.068 sezioni su 61.401.

LISTA PERCENTUALE DI VOTO
CENTRODESTRA 37,02%
Forza Italia 14,04%
Lega Nord 17,49%
Fratelli d’Italia 4,34%
Noi con l’Italia 1,31%
CENTROSINISTRA 22,90%
Partito Democratico 19,72%
+Europa 2,55%
Civica Popolare 0,53%
Insieme 0,59%
Svp 0,41%
MOVIMENTO 5 STELLE 32,54%
LIBERI E UGUALI 3,37%
CASAPOUND 0,94%
POTERE AL POPOLO 1,12%
POPOLO DELLA FAMIGLIA 0,66%
ITALIA AGLI ITALIANI 0,38%
PARTITO COMUNISTA 0,32%
ALTRI 0,55%

Ecco invece la situazione al Senato con 61.032 sezioni scrutinate su 61.401.

LISTA PERCENTUALE DI VOTO
CENTRODESTRA 37,50%
Forza Italia 14,46%
Lega Nord 17,70%
Fratelli d’Italia 4,25%
Noi con l’Italia 1,20%
CENTROSINISTRA 23,01%
Partito Democratico 19,15%
+Europa 2,36%
Civica Popolare 0,52%
Insieme 0,54%
Svp 0,43%
MOVIMENTO 5 STELLE 32,10%
LIBERI E UGUALI 3,26%
CASAPOUND 0,85%
POTERE AL POPOLO 1,06%
POPOLO DELLA FAMIGLIA 0,70%
ITALIA AGLI ITALIANI 0,49%
PARTITO COMUNISTA 0,33%
ALTRI 0,49%

Ore 12:52- Di Maio: “Ci prendiamo la responsabilità di guidare il paese, le coalizioni non hanno i numeri”.

Ore 12:25- Dopo che era circolata la voce di possibili dimissioni da parte di Matteo Renzi, il suo portavoce ha smentito dichiarando che il segretario del PD parlerà alle ore 17:00.

Ore 12:00- Matteo Salvini (Lega): “Escludo strane alleanze, il Centrodestra ha vinto e può governare

ORE 10:45- Cominciano ad essere svelati i risultati dei collegi uninominali. Sconfitta generale di LEU, dove Grasso, Boldrini, D’Alema e Bersani hanno ottenuto un risultato a dir poco deludente.

Vincono Renzi (Firenze), Gentiloni (Roma) e la Boschi (Bolzano), mentre Di Maio stravince ad Acerra. Qui tutti i principali risultati dei collegi uninominali.

ORE 09:33- Nuovo aggiornamento dagli scrutini. Il Movimento 5 Stelle continua a guadagnare sfondando il muro del 32% alla Camera dei Deputati, dove il Centrodestra resta saldo al 37%. Non accenna a risalire il Partito Democratico, ampiamente al di sotto del 20%.

Ecco qual è la situazione alla Camera dei Deputati quando sono stati scrutinati 53.343 sezioni su 61.401.

LISTA PERCENTUALE DI VOTO
CENTRODESTRA 37,14%
Forza Italia 13,93%
Lega Nord 18,01%
Fratelli d’Italia 4,35%
Noi con l’Italia 1,30%
CENTROSINISTRA 23,35%
Partito Democratico 19,00%
+Europa 2,60%
Civica Popolare 0,51%
Insieme 0,57%
Svp 0,43%
MOVIMENTO 5 STELLE 32,08%
LIBERI E UGUALI 3,43%
CASAPOUND 0,93%
POTERE AL POPOLO 1,14%
POPOLO DELLA FAMIGLIA 0,67%
ITALIA AGLI ITALIANI 0,38%
PARTITO COMUNISTA 0,32%
ALTRI 0,56%

Ecco invece la situazione al Senato con 56.063 sezioni scrutinate su 61.401.

LISTA PERCENTUALE DI VOTO
CENTRODESTRA 37,48%
Forza Italia 14,37%
Lega Nord 18,10%
Fratelli d’Italia 4,27%
Noi con l’Italia 1,19%
CENTROSINISTRA 23,29%
Partito Democratico 19,36%
+Europa 2,39%
Civica Popolare 0,50%
Insieme 0,53%
Svp 0,43%
MOVIMENTO 5 STELLE 31,85%
LIBERI E UGUALI 3,32%
CASAPOUND 0,83%
POTERE AL POPOLO 1,07%
POPOLO DELLA FAMIGLIA 0,70%
ITALIA AGLI ITALIANI 0,49%
PARTITO COMUNISTA 0,34%
ALTRI 0,51%

ORE 08:52- Il Movimento 5 Stelle sarà il “perno” del prossimo Governo; con questa affermazione Di Maio ha commentato il risultato delle elezioni politiche 2018, aprendo a questo punto ad un’alleanza con il Centrosinistra (PD e LEU) o con i populisti del Centrodestra (Lega e Fratelli d’Italia).

A questo punto tutti si chiedono cosa farà il Movimento 5 Stelle; ecco i possibili scenari.

ORE 08:00- Continua lo spoglio dei voti. Al momento è difficile che ci siano variazioni sostanziali quindi ribadiamo quanto detto in precedenza: avanti il Movimento 5 Stelle - prima forza politica del Paese - che sia alla Camera che al Senato supera ampiamente il 30% di preferenze. Può sorridere anche la Lega, prima forza politica della coalizione di Centrodestra che si attesta al 37%. Delude tutto il Centrosinistra, con il Partito Democratico che scende sotto il 20% e LEU che supera di poco la soglia di sbarramento.

ORE 07:34- In attesa dei risultati definitivi ci si comincia ad interrogare sugli scenari possibili. Nessuna forza politica, infatti, ha la maggioranza in Parlamento e per questo bisognerà ricorrere a delle alleanze e a patti per governare.

Abbiamo provato ad immaginare quello che potrebbe essere il nuovo Governo analizzando le forze politiche che potrebbero sostenerlo. Qui tutti gli scenari possibili.

ORE 06:34- Nuovo aggiornamento sui risultati delle elezioni politiche. Quando sono state scrutinate 35.191 sezioni su 61.401 alla Camera dei Deputati la situazione è la seguente:

  • Movimento 5 Stelle: 30,9%;
  • Partito Democratico: 19,7%;
  • Lega: 18,6%;
  • Forza Italia: 13,59%;
  • Fratelli d’Italia: 4,3%;
  • Liberi e Uguali: 3,4%;
  • +Europa: 2,8%;
  • Noi con l’Italia: 1,2%;
  • Potere al Popolo: 1,2%.

Al Senato, invece, le sezioni scrutinate sono 45.594 su 61.401 e i risultato è il seguente:

  • Movimento 5 Stelle: 30,9%;
  • Partito Democratico: 19,8%;
  • Lega: 18,5%
  • Forza Italia: 14,2%;
  • Fratelli d’Italia: 4,2%;
  • Liberi e Uguali: 3,2%;
  • +Europa: 2,5%;
  • Noi con l’Italia: 1,2%;
  • Potere al Popolo: 1,1%

ORE 06:00 - Queste elezioni saranno ricordate per la netta affermazione del Movimento 5 Stelle, al momento oltre il 30% dei consensi. Entusiasta Alessandro Di Battista che definisce il risultato delle elezioni politiche come un “trionfo, un apoteosi”.

Atmosfera differente all’interno del Partito Democratico, vero sconfitto di questa tornata elettorale. Si vocifera, ma niente è ancora certo, che Matteo Renzi sarebbe pronto a dare le dimissioni da segretario.

Nessun commento - se non un “Grazie” pubblicato sulla sua pagina Facebook - da parte di Matteo Salvini, con la Lega che ha superato il 18%. Il Segretario del Carroccio ha in programma una conferenza stampa alle 11:00 durante la quale commenterà i risultati delle elezioni.

ORE 05:40- Ormai non sembrano esserci dubbi sul fatto che nessuna lista ha ottenuto la maggioranza parlamentare per governare da sola. Questi i risultati aggiornati per quanto riguarda la Camera dei Deputati (27.651/61.401):

Ore 05:17- Boschi oltre il 60% nel suo collegio di Bolzano, bocciato invece Matteo Orfini a Roma dove passa invece Lorenzo Fioramonti, papabile ministro di un governo 5 Stelle.

Ore 04:54- Questi sono i risultati reali per quanto riguarda il Senato con 34.970 sezioni scrutinate su 61.401.

Ore 04:36- nel Centrodestra ok Gaetano Quagliarello mentre non c’è la fa Sandra Lonardo, moglie di Clemente Mastella.

Ore 04:29- Avanti Emma Bonino nel collegio Roma-Gianicolense, male invece il PD in Umbria dove perde entrambi i seggi a favore del Centrodestra.

Ore 04:10- Come nel 2013, alla fine l’affluenza alle urne è stata del 75%.

Ore 03:35- Voti reali al Senato con 21.421 sezioni scrutinate su 61.401: Centrodestra al 37%, Movimento 5 Stelle oltre il 30% mentre il PD è al 20%.

Ore 03:03- Altre notizie dai collegi uninominali del Senato: fuori Angelo Bonelli leader dei Verdi a Pesaro e la prodiana Sandra Zampa a Ferrara, Casini primo a Bologna.

Ore 2:53- Terza proiezione SWG relativa al Senato con una copertura del 90% dei seggi.

  • Movimento 5 Stelle 32,1%
  • Partito Democratico 19%
  • Lega 17,6%
  • Forza Italia 14,6%
  • Fratelli d’Italia 4,1%
  • Liberi e Uguali 3,2%
  • Più Europa 2,4%
  • Potere al Popolo 1,2%
  • Noi con l’Italia 1,1%
  • CasaPound 0,9%
  • Lista Insieme 0,7%
  • Popolo della Famiglia 0,7%
  • Civica Popolare 0,5%

Ore 02:40- Risultati parziali dai collegi uninominale del Senato: a Nardò Barbara Lezzi dei 5 Stelle prima nel collegio di D’Alema al momento fermo al 4%, Matteo Renzi al 44% contro Alberto Bagnai della Lega.

Ore 02:27- Movimento 5 Stelle dato da Swg al momento oltre il 40% nelle regioni del Sud

Ore 02:26- Seconda proiezione SWG relativa alla Camera con una copertura del 13% dei seggi.

  • Movimento 5 Stelle 32,3%
  • Partito Democratico 18,7%
  • Lega 17,3%
  • Forza Italia 14,3%
  • Fratelli d’Italia 4,3%
  • Liberi e Uguali 3,4%
  • Più Europa 2,7%
  • Potere al Popolo 1,5%
  • Noi con l’Italia 1%
  • CasaPound 1%
  • Lista Insieme 0,6%
  • Popolo della Famiglia 0,8%
  • Civica Popolare 0,8%

Ore 02:03- Risultati reali riguardanti il Senato con 6.599 sezioni scrutinate su 61.401: 5 Stelle al 29,22%, Centrodestra al 37,38%.

Ore 01:49- Prima proiezione SWG relativa alla Camera con una copertura del 15% dei seggi.

  • Movimento 5 Stelle 32,1%
  • Partito Democratico 19%
  • Lega 17,5%
  • Forza Italia 14,1%
  • Fratelli d’Italia 4,1%
  • Liberi e Uguali 3,5%
  • Più Europa 2,7%
  • Potere al Popolo 1,6%
  • Noi con l’Italia 1,1%
  • CasaPound 0,9%
  • Lista Insieme 0,6%
  • Popolo della Famiglia 0,9%
  • Civica Popolare 0,8%

Ore 01:28- Renato Brunetta (FI): “Se confermate proiezioni il Centrodestra ha vinto, al Nord probabile cappotto in tutti i collegi uninominali, chi avrà più seggi tra Forza Italia e Lega sceglierà il premier”.

Ore 01:19- Nuova proiezione di SWG con una copertura del 60% dei seggi del Senato. Così sarebbe la situaizone considerando le coalizioni.

  • Centrodestra 37,4%
  • Movimento 5 Stelle 32,3%
  • Centrosinistra 22,9%
  • Liberi e Uguali 3,3%

Ore 00:56- I primi risultati reali per quanto riguarda il Senato con 605 sezioni scrutinate su 61.401 confermano le proiezioni: M5S intorno al 30%, Lega oltre il 20%.

Ore 00:30- Seconda proiezione SWG relativa al Senato con una copertura del 40% dei seggi.

  • Movimento 5 Stelle 33,6%
  • Partito Democratico 18,3%
  • Lega 12,5% - 17,4%
  • Forza Italia 12,5% - 14,1%
  • Fratelli d’Italia 4%
  • Liberi e Uguali 3,3%
  • Più Europa 2,3%
  • Potere al Popolo 1,2%
  • Noi con l’Italia 1%
  • CasaPound 0,9%
  • Lista Insieme 0,8%
  • Popolo della Famiglia 0,8%
  • Civica Popolare 0,6%

Ore 00:24- Alessandro Di Battista (M5S): “Se dati confermati è un trionfo del Movimento 5 Stelle, tutti quanti dovranno venire a parlare con noi utilizzando i nostri metodi di trasparenza”.

Ore 00:19- Affluenza al momento al 75,45% anche se mancano ancora i dati di un migliaio di Comuni

Ore 00:05- Proiezione SWG relativa al Senato

  • Movimento 5 Stelle 33,1%
  • Partito Democratico 18,7%
  • Lega 12,5% - 17,3
  • Forza Italia 12,5% - 14,1%
  • Fratelli d’Italia 4,2%
  • Liberi e Uguali 3,3%
  • Più Europa 2,6%
  • Potere al Popolo 1,3%
  • Noi con l’Italia 1%
  • Lista Insieme 0,8%
  • Civica Popolare 0,5%

Ore 23:51- Secondo gli exit poll, alla Camera la Lega potrebbe essere davanti a Forza italia

Ore 23:38- Ettore Rosato (PD): “ Se i risultati sono questi, il PD va all’opposizione”.

Ore 23:35- I primi dati parziali parlano di un’affluenza finale al 73,8%.

Ore 23:23- Alfonso Bonafede (M5S): “Se risultati degli exit poll fossero confermati, sarebbe un risultato straordinario e il Movimento 5 Stelle un pilastro della prossima legislatura”.

Ore 23:20- Facendo una media dell’exit poll della RAI, questo sarebbe il risultato contando anche le coalizioni.

  • Centrodestra 34,5%
  • Movimento 5 Stelle 31%
  • Centrosinistra 26,5%
  • Liberi e Uguali 4%

Ore 23:12- Primo exit poll realizzato dall’istituto Piepoli e diramato dalla RAI.

  • Movimento 5 Stelle 29,5% - 32,5%
  • Partito Democratico 20% - 23%
  • Forza Italia 12,5% - 15,5%
  • Lega 12,5% - 15,5%
  • Fratelli d’Italia 3,5% - 5,5%
  • Liberi e Uguali 3% - 5%
  • Più Europa 2% - 4%
  • Noi con l’Italia 1% - 3%
  • Lista Insieme 0% - 2%
  • Civica Popolare 0% - 2%

Ore 23:05- Diramato un istant poll da parte dell’istututo SWG su un campione di 5.000 elettori.

  • Movimento 5 Stelle 28,8% - 30,8%
  • Partito Democratico 21% - 23%
  • Forza Italia 13,5% - 15,5%
  • Lega 12,3% - 14,3%
  • Liberi e Uguali 5,2% - 6,2%
  • Fratelli d’Italia 4,4% - 5,4%
  • Più Europa 2,8% - 3,4%
  • Potere al Popolo 1,4% - 2%
  • Noi con l’Italia 1,8% - 2,4%
  • Lista Insieme 0,5% - 1,1%
  • Civica Popolare 0,4% - 1%
  • CasaPound 0,3% - 0,7%
  • Popolo della Famiglia 0,1% - 0,5%

Ore 23:00- Si sono chiusi i seggi, ora inizierà lo spoglio

Ore 22:05- Fonti ministeriali hanno spiegato come i primi risultati ufficiali relativi al Senato inizieranno ad arrivare attorno le 23:50, mentre si dovrà aspettare le 02:00 per quelli della Camera.

Ore 21:45- In merito alle singole regioni, alle ore 19:00 quella con una maggiore affluenza alle urne è stata l’Emilia Romagna con il 65,9%, mentre quella con il minore affluesso è stata la Sicilia con il 47%.

Ore 21:28- Sono arrivate a Castelnuovo di Porto, nelle vicinanze di Roma, le 4,3 milioni di schede dei voti degli italiani all’estero. La lista +Europa però denuncia come nel sito non ci siano controlli e che centinaia di voti sarebbero stati annullati per errori dei presidenti di seggio.

Ore 20:04- Il Ministero dell’Interno ha comunicato che alle ore 19:00 in Lombardia l’affluenza è stata del 59,24%, mentre per quanto riguarda il Lazio siamo al 50,89%.

Ore 19:51- Viste le lunghe code ai seggi, le regioni Lazio e Lombardia hanno lanciato un appello ai propri elettori di non recarsi alle urne soltanto all’ultimo momento.

Ore 19:46- In questa giornata già funesta per l’improvvisa morte del capitano della Fiorentina Davide Astori, arriva anche la notizia del decesso di una donna di 86 anni a Matera per un malore mentre si trovava al seggio per votare.

Ore 19:28- RETTIFICA per quanto riguarda l’affluenza relativa alle ore 19:00, con il 58,4% degli italiani che ha votato stando ai dati ufficiali divulgati dal Viminale.

ORE 19:00- Secondo i dati relativi sull’affluenza, alle 19:00 ha votato il 51% degli aventi diritto, 63,10% nel Lazio e 60,80% in Lombardia.

ORE 18:45- Si segnalano tre episodi di elettori denunciati per aver fotografato la scheda elettorale: due persone nel napoletano - a Qualiano e a Striano - un’altra a Pioltello nel milanese.

Ricordiamo che fotografare il voto è assolutamente vietato; le persone denunciate, infatti, dovranno rispondere di violazione della segretezza del voto.

Per maggiori approfondimenti leggi anche- Perché fare la foto al voto è reato.

ORE 18:16- Gaffe anche per l’ex leader del Partito Democratico - oggi in Liberi & Uguali - Pierluigi Bersani. Questo, probabilmente dimenticandosi delle nuove norme sul tagliandino anti-frode, ha dimenticato che prima di inserire le schede elettorali nell’urna avrebbe dovuto farle controllare al Presidente del seggio.

ORE 17:09- Piccolo fuori programma per Alessandro Di Battista (Movimento 5 Stelle); il deputato uscente, infatti, si è recato al seggio elettorale di via Taverna dove però ha scoperto di non essere in lista a causa di un cambio di residenza.

Il pentastellato - che in questa occasione ha deciso di non candidarsi per un posto in Parlamento - ha commentato dicendo:

“È colpa di un cambio di residenza, ti devono mandare un tagliandino e a me non è arrivato”

Dopo l’imbarazzo generale, però, Di Battista è riuscito ad individuare il seggio giusto e ad esprimere la propria preferenza.

ORE 17:00- Continuano i disagi nelle operazioni di voto; in alcuni seggi si segnalano lunghe code causate dai motivi più disparati. Schede elettorali errate, matite copiative assenti e ritardi nella procedura anti-frode introdotta apposta per questa tornata elettorale.

Tant’è che in queste ore il Campidoglio ha pubblicato un appello agli elettori, consigliando loro di recarsi con almeno un’ora di anticipo al seggio elettorale.

ORE 15:24- Di seguito i dati ufficiali sull’affluenza (aggiornati alle ore 12:00):

  • nei 7.958 Comuni italiani ha votato il 19,43% degli aventi diritto. Nelle passate elezioni del 2013 il dato era leggermente inferiore -14,9% - ma in quell’occasione si votava anche il lunedì successivo;
  • nelle regionali in Lombardia ha votato il 19,92% degli aventi diritto;
  • nelle regionali del Lazio ha votato il 17,38% degli aventi diritto.

ORE 14:26- Berlusconi contestato al seggio dove si è recato per votare. Una ragazza del movimento di protesta Femen è saltata sul banco gridando “Berlusconi sei scaduto”. La stessa frase l’aveva scritta sul corpo, visto che l’attivista Femen era in topless.

Ecco il video della contestazione:

ORE 13:00 - Secondo i primi dati sull’affluenza alle 12:00 ha votato il 19,02% degli italiani in metà dei Comuni. Secondo le previsioni per la prima volta nella storia della Repubblica non verrà raggiunta la percentuale del 70%.

ORE 12:20 - Nel frattempo si segnalano disagi in tutta Italia, con le operazioni di voto che procedono molto a rilento. Probabilmente questo disagio è provocato dal fatto che queste sono le prime votazioni in cui è stato introdotto il tagliando anti-frode.

Ha dell’incredibile, invece, quanto successo in una scuola di Roma. Un elettore si rende conto che le schede elettorali con i nomi dei candidati di Camera e Senato sono sbagliati e lo segnala alla presidente di seggio. Questa, dopo aver sospeso le operazioni ed essersi fatta dare le schede elettorali corrette dal seggio al fianco ha deciso di svuotare l’urna con i voti dati fino a quel momento. 36 schede votate che non si sa se ancora se saranno conteggiate oppure no.

ORE 12:00- Tutta Italia piange Davide Astori, capitano della Fiorentina trovato morto questa mattina nella sua camera d’albergo. Astori, 31 anni, lascia una moglie e una figlia.

ORE 11:00- Matteo Renzi - candidato premier per il Partito Democratico - ha votato questa mattina al Liceo Classico Macchiavelli, in Borgo Santo Spirito. Questo, dopo aver chiesto chiarimenti sul meccanismo antifrode delle schede elettorali ha salutato dicendo: “Scusate il disturbo”.

ORE 10:00 - Si segnalano i primi errori di questa tornata elettorale. A Palermo nella notte sono state ristampate le schede elettorali a causa di un errore di parimetrazione dei collegi Palermo 1 e Palermo 2. Ecco perché ci sono dei seggi che questa mattina hanno aperto in ritardo, con lunghe code all’ingresso.

ORE 07:00: Ci siamo, i seggi hanno aperto e da adesso (fino alle 23:00 di questa sera) gli italiani aventi diritto possono andare a votare per eleggere i nuovi parlamentari della Repubblica.

Ecco un Fac-Simile della scheda elettorale che verrà consegnata per votare:

Quella gialla è per l’elezione del Senato (verrà consegnata solo a chi ha più di 25 anni) mentre quella rosa per la Camera dei Deputati. Come potete vedere nella parte alta ci sono i nomi dei candidati al collegio uninominale; basta una X su questo nome per dare la preferenza all’intera coalizione.

Per le coalizioni il segno può essere posto anche sulla singola forza politica; l’importante è mettere la X su un partito appartenente alla coalizione a cui fa riferimento il candidato all’uninominale, pena l’annullamento della scheda elettorale.

Per maggiori informazioni su come si vota potete leggere la nostra guida dedicata.

Risultati elezioni in diretta

Ricordiamo che lo spoglio avverrà non appena chiuderanno le urne; i primi exit poll - ossia i sondaggi fatti all’esterno del seggio elettorale - saranno svelati quindi a partire dalle 23:00 di questa sera.

Ricordiamo che trattandosi di un sistema elettorale misto - il 36% dei seggi viene assegnato con il maggioritario, mentre il 64% con il proporzionale - non è facile prevedere quale percentuale di voto dovrà ottenere una forza politica per avere la maggioranza in Parlamento.

Le previsioni parlano di un 40% del proporzionale e di un 70% dei seggi vinti all’uninominale; in caso contrario bisognerà ricorrere a coalizioni in Parlamento oppure il Presidente della Repubblica potrebbe sciogliere anticipatamente le Camere e indire delle nuove elezioni.

AFFLUENZA %
LISTA PERCENTUALE DI VOTO
CENTRODESTRA  %
Forza Italia  %
Lega Nord %
Fratelli d’Italia  %
Noi con l’Italia  %
CENTROSINISTRA %
Partito Democratico  %
+Europa %
Civica Popolare %
Insieme %
MOVIMENTO 5 STELLE %
LIBERI E UGUALI %
CASAPOUND  %
POTERE AL POPOLO  %
10 VOLTE MEGLIO  %
ITALIA AGLI ITALIANI  %
PARTITO REPUBBLICANO ALA  %
ALTRI  %

Iscriviti alla newsletter

Money Stories