#digiunoperSalvini, così Twitter sta trollando il leader della Lega

L’hashtag #digiunoperSalvini è in cima ai trend topic di Twitter. A un anno dalla crisi del governo gialloverde gli utenti trollano Matteo Salvini.

#digiunoperSalvini, così Twitter sta trollando il leader della Lega

Il 20 agosto 2019 si chiudeva ufficialmente l’esperienza del primo governo guidato da Giuseppe Conte, con l’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega. A un anno esatto dallo scontro in Senato tra il premier e Matteo Salvini, dopo la crisi innescata da quest’ultimo, si è fatto largo tra i topic più commentati da Twitter l’hashtag #digiunoperSalvini.

A differenza dello scorso 21 gennaio, però, non si tratterebbe di una trovata social della “Bestia”, la macchina di comunicazione del leader leghista, ma bensì lo stesso Salvini sarebbe vittima dei cosiddetti troll del popolare social network.

Digiuno per Salvini: Twitter si scatena

Infatti, in questo caso, l’invito a digiunare non è comparso né sull’account ufficiale dell’ex ministro dell’Interno, né su quello della Lega. Inoltre, i post degli utenti che si stanno sbizzarrendo a cinguettare sull’argomento non sono di supporto ma di attacco nei confronti leader della Lega.

Sul canale di Salvini era apparso un appello a sostenerlo in vista del nuovo processo sul caso Open Arms, nel quale potrebbe rischiare di non potersi più candidare. L’invito, però, non prevedeva il digiuno ma la seguente richiesta: “Qualcuno di voi verrà a farmi compagnia?”.

Sembrerebbe, quindi, che, come precisamente un anno fa l’interruzione del governo gialloverde causata dalle sue parole gli sia ritorta contro, la stessa cosa stia succedendo all’iniziativa lanciata lo scorso inverno per trovare un sostegno da parte dei suoi elettori dopo l’autorizzazione a procedere sul caso della nave Gregoretti.

I commenti di Twitter su #digiunoperSalvini

Tra i commenti più diffusi sull’argomento, in molti fanno riferimento alle foto pubblicate dallo stesso senatore del Carroccio immortalato nei suoi tour elettorali mentre si ciba con i diversi prodotti tipici delle località visitate, ironizzando ad esempio con: “Un politico guarda alle prossime elezioni; uno statista guarda alla prossima generazione; Salvini guarda alla prossima merenda”.

Altri invece si stanno divertendo a mostrare le immagini di quello che hanno deciso di mangiare in queste ore proprio per non aderire allo sciopero della fame.

Insomma, la situazione sembra ormai sfuggita di mano a chi ne aveva ideato la nascita, tanto che non si registra alcun commento da parte degli organi ufficiali di Salvini e della Lega.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1579 voti

VOTA ORA