Debito Usa: il Giappone supera la Cina e diventa il principale detentore estero

Stando ai dati relativi a giugno 2019 rilasciati recentemente dal Dipartimento del Tesoro Usa, il Giappone ha superato la Cina come principale detentore estero di debito a stelle e strisce

Debito Usa: il Giappone supera la Cina e diventa il principale detentore estero

Secondo i dati rilasciati dal Dipartimento del Tesoro Statunitense, la Cina ha perso il suo status di maggiore detentore di debito Usa, facendo salire al primo posto il Giappone.

Nello specifico, il Paese nipponico detiene 1,12 mila miliardi di dollari di debito a stelle e strisce (valore più alto degli ultimi due anni e mezzo), contro gli 1,11mila miliardi del Dragone.


Debito Usa detenuto da Giappone (in rosa) e Cina (in rosso). Fonte: Bloomberg

Uno dei motivi che spinge gli acquisti di debito statunitense è la caccia ai rendimenti: con oltre 15mila miliardi di bonds a rendimento negativo, i “porti sicuri” che offrono uno yield positivo sono diventati una chimera. A tal proposito, si segnala che il titolo di Stato a 10 anni del Paese del sol levante rende il -0,23%.

Negli ultimi mesi, il debito statunitense è sotto i riflettori a causa dei timori relativi al fatto che la Cina, come risposta ai dazi di Trump, potesse iniziare a vendere Treasuries. A tal proposito, lo scorso giugno il Dragone ha ricominciato a riacquistare bonds governativi Usa dopo tre mesi consecutivi in cui l’esposizione era diminuita.

Debito Usa: chi sono i principali detentori esteri?

Stando alle informazioni reperite dalla piattaforma Bloomberg, il debito statunitense in mano ai detentori esteri è di 6.636,3 miliardi di dollari. Oltre a Giappone e Cina, gli altri detentori stranieri più importanti sono il Regno Unito con 341,1 miliardi di dollari, il Brasile con 311,7 miliardi e l’Irlanda con 262,1 miliardi. Ben minore l’esposizione dell’Italia, a 45,4 miliardi di dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.