Crescita economica, una missione impossibile per l’Italia - Bloomberg

Sara Catalini

22/08/2016

22/08/2016 - 15:41

condividi

L’Italia affronta una delle peggiori crisi mai viste: debito pubblico alle stelle e crescita lenta. Ecco perché il Paese non può essere salvato.

L’Italia affronta una crisi devastante: debito pubblico alle stelle e crescita lenta del PIL. Ecco perché salvare il Paese per Matteo Renzi è una missione impossibile secondo Bloomberg.

Il primo ministro ha bisogno di lavorare a pieno ritmo data la grave situazione attuale di crisi in cui l’economia italiana versa: nella seconda metà di quest’anno vorrebbe raggiungere il suo obiettivo di una crescita dell’1,2% entro il 2016.

Gli economisti dicono che non sta succedendo niente di tutto questo e che l’Italia si trova stretta nella morsa del debito pubblico e la stagnazione economica.

Altra nota dolente, i crediti deteriorati. Le stime per l’Italia suggeriscono che il totale dei crediti deteriorati lordi nel 2015 era pari a 360 miliardi di euro.

Con il referendum costituzionale dietro l’angolo che potrebbe decidere il suo destino politico, Renzi cerca un po’ di respiro tra banche zoppicanti e crediti inesigibili che si stanno sommando alle altre sfide che deve affrontare. L’euro è debole e l’Italia affronta la sua peggiore recessione dalla seconda guerra mondiale.

Un grafico mostra chiaramente come sia negativo l’andamento del debito pubblico negli ultimi 15 anni:

Dall’immagine è evidenziato anche chi ha creato il debito pubblico tra i Governi in carica. Per quanto riguarda la formazione politica attuale, sebbene gli ultimi sondaggi politici diano il PD come primo partito d’Italia, non può essere indifferente agli elettori il fatto che il tasso di crescita nel Paese è da anni ancora pari a 0.

La redditività nel complesso è molto bassa e l’economia si trova in una posizione particolarmente difficile nel non avere l’indipendenza fiscale o una politica monetaria efficace.

Ma cosa può fare il governo Renzi per vincere una missione impossibile come questa? Secondo gli esperti molto poco. Ma vediamo perché l’Italia è in crisi e come mai non cresce.

Crescita economica un miraggio? Ecco perché l’Italia è in crisi

Il governo Renzi finora è in piedi nonostante un’economia in fase di stallo.

Mentre il referendum costituzionale previsto nel mese di novembre si sta rapidamente trasformando in un test di popolarità per il premier, la disoccupazione è inaspettatamente salita all’11,6% nel mese di giugno e la crisi bancaria ha scosso gli investitori grandi e piccoli.

Come la terza economia più grande della zona euro, l’Italia cerca a fatica nuovi tentativi per costruire un Paese dinamico e di attuare una crescita sostenibile.

Il debito pubblico italiano ha raggiunto i 2,25 mila miliardi di euro nel mese di giugno 2016, scarse anche le prestazioni del PIL che sarà probabilmente l’ago decisivo della bilancia che complicherà lo sforzo di Renzi per ottenere il via libera da parte dell’Unione Europea per trascorrere la sua via d’uscita dal pantano.

La crescita economica in italia è impossibile? Secondo gli analisti sì.

Si prevede la continuazione di una ripresa modesta e fragile, mentre venti contrari derivanti dalla volatilità dei mercati finanziari e le prospettive di politica interna instabile sono suscettibili ad un grave freno alla domanda interna.

Perché l’Italia non cresce mai? La previsione di crescita del 1,2% nel 2016 sarebbe messa in discussione dagli effetti del Brexit, la minaccia del terrorismo internazionale e l’afflusso di migranti.

Per sanarsi il PIL italiano avrebbe bisogno di espandersi l’1,3% nei prossimi sei mesi per soddisfare l’obiettivo di Renzi per il 2016, sulla base di dati provenienti dall’Istat.

Questo sarebbe il ritmo più veloce negli ultimi 16 anni, visto che consentirebbe all’Italia di ottenere un rapporto deficit-PIL superiore al 2%.

Anche se sembra un miraggio, la svolta segnerebbe una rinascita economica tanto necessaria quanto attesa, ma servono nuove strategie dato che la riduzione del debito con i tagli al bilancio ha miseramente fallito.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.