Covid Regno Unito: zero morti per la prima volta da inizio pandemia

Mario D’Angelo

02/06/2021

03/06/2021 - 09:08

condividi

Dopo oltre un anno e una campagna vaccinale di successo, il Regno Unito non ha registrato neanche un decesso a causa del Covid.

Covid Regno Unito: zero morti per la prima volta da inizio pandemia

Il Regno Unito ha registrato zero decessi Covid-19 per la prima volta dall’inizio della pandemia nel marzo 2020. Lo rende noto il governo di Londra, diffondendo i dati relativi a lunedì 31 maggio.

Covid, zero decessi nel Regno Unito

Tutto il Paese sarà felice di sapere che non ci sono state morti connesse al Covid ieri”, ha scritto in un comunicato il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, aggiungendo che i vaccini stanno chiaramente funzionando.

Hancock ha comunque precisato che “il virus non è ancora battuto”, e con i casi in continua ascesa a causa delle varianti è importante ricordare le ormai note norme anti Covid-19, soprattutto all’interno, e di ricevere entrambe le dosi di vaccino.

La conta delle vittime di Covid del Regno Unito è di 127.782 morti ed è la quinta più alta al mondo, secondo i dati della Johns Hopkins University.

L’ultima volta che la Gran Bretagna aveva riportato zero decessi Covid risale al marzo dell’anno scorso, prima che il Paese entrasse nel suo primo lockdown.

Regno Unito, via libera a vaccino Johnson & Johnson

Il Regno Unito ha messo in atto la campagna vaccinale più rapida d’Europa, con quasi tre quarti degli adulti che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino. Secondo i dati del Governo, il 48,9% della popolazione adulta è pienamente vaccinata.

La settimana scorsa il vaccino Johnson & Johnson è stato il quarto vaccino a ricevere il via libera dalle autorità sanitarie britanniche dopo Pfizer/BioNTech, AstraZeneca e Moderna.

Aumentano i casi in UK a causa della variante indiana

Dopo il lieve incremento di casi di coronavirus (in un momento in cui dovrebbero scendere visto il successo della campagna vaccinale), il governo di Boris Johnson potrebbe rimandare le ultime riaperture. L’eventuale decisione arriverebbe in seguito agli accorati appelli da parte di alcuni esperti circa il rischio di vanificare gli sforzi.

L’aumento di casi è dovuto principalmente alla variante isolata per la prima volta in India, chiamata adesso variante Delta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Argomenti

Iscriviti a Money.it